Come sfruttare al meglio una sessione di terapia virtuale

Oltre a controllare la tua connessione Internet, vorrai anche familiarizzare con lo strumento che il tuo terapista utilizza prima del primo appuntamento, che dovrebbe essere conforme all’HIPAA, consiglia Ejelonu. Risolvi eventuali problemi tecnici in anticipo, come la conferma di un account, la creazione di una password, la verifica che la videocamera funzioni e che il computer o il telefono siano completamente carichi.

Fare un elenco

“Avere qualcosa di cui vorresti iniziare a parlare o almeno, un punto di partenza”, afferma Tiarra Morris, consulente di salute mentale clinica autorizzato e specialista in dipendenza clinica autorizzato in North Carolina. Le mie sessioni con Morris, con cui mi sono collegato tramite Open Path Psychotherapy Collective, iniziano la pre-pandemia, di persona. Dopo un mese dall’inizio di Covid, abbiamo deciso di passare alle sessioni virtuali, il che è stato più fluido di quanto mi aspettassi. La telemedicina era già un servizio che Morris forniva prima che la pandemia spingesse molti di noi alla terapia virtuale, quindi ha familiarità con come farlo funzionare. Dopo la pandemia, Morris ha ricevuto un flusso costante di segnalazioni e ha assunto nuovi clienti che sono totalmente virtuali.

Fare una lista può sembrare un’impresa ardua durante una pandemia. Ma non deve essere un elenco completo o dettagliato. In effetti, potrebbe essere semplice come i fattori di stress che derivano dalla vita durante una crisi. Ejelonu non si prepara molto per una sessione di terapia, dice, a meno che non ci sia una conversazione su cui sa di voler riflettere. “Poi lo scriverò per assicurarmi di ricordarmi di menzionarlo.”

Mi ritrovo anche ad annotare, di solito su un post-it che attengo al muro o alla scrivania, alcuni argomenti di cui voglio discutere con il mio terapista che possono emergere tra una sessione e l’altra – una situazione sconvolgente al lavoro, per esempio. La nota aiuta a migliorare la mia memoria, soprattutto perché lo stress e l’ansia possono causare la perdita di memoria. Faccio l’elenco per me stesso e condivido gli argomenti che vorrei discutere una volta iniziata la sessione.

Sii presente e comodo

Uno dei vantaggi della telemedicina è che puoi essere ovunque e metterti in contatto con il tuo consulente. Ma Morris mette in guardia dal tentare di avere una sessione di consulenza durante la guida, multitasking o svolgere qualsiasi numero di attività che ti distraggano dalla sessione. Per aiutare i clienti a farsi presenti, Morris consiglia “un ambiente sicuro e familiare. Ad esempio, se hai un posto a sedere preferito all’interno della tua casa che ti fa sentire rilassato ea tuo agio, provalo per la tua sessione di terapia virtuale. “

Come cliente, vorrai anche assicurarti che il tuo spazio sia privo di distrazioni. Trovare un luogo privo di distrazioni durante un periodo in cui molti americani lavorano da casa (e molti studenti vanno a scuola da remoto) può rivelarsi difficile. Davis incoraggia “le persone a mettere i loro dispositivi su Non disturbare, perché ricevere un messaggio di testo o una telefonata può servire come distrazione terapeutica”.

Se la terapia virtuale non è accessibile per te, ci sono altre risorse che potrebbero essere adatte a te.

Gli account Instagram danno una spinta

Una volta terminata la mia abitudine di scrollare il destino attraverso i social media, ho iniziato a imbattermi in un mondo completamente nuovo di contenuti di benessere emotivo edificante, per lo più gratuiti. Questo è utile quando voglio ascoltare la terapia del suono, praticare alcune mosse di yoga o imparare tecniche di respirazione profonda. Le pagine di benessere emotivo e mentale sui social media non solo offrono suggerimenti e consigli che possono aiutarti a centrarti, ma ti permettono anche di esercitarti in una comunità virtuale, se lo desideri. Forse la terapia virtuale non è finanziariamente accessibile o desiderabile in questo momento, ma stai cercando altre forme di supporto. Ecco alcuni siti che possono aiutarti a dare la priorità alla tua salute e benessere mentale ed emotivo.

Un “concetto di benessere e caffetteria” con abbonamenti mensili per yoga virtuale, lavoro energetico, meditazione, lavoro sul respiro e altre modalità di guarigione. Mentre Heal Haus offre sessioni individuali, fornisce anche un programma di benessere sul posto di lavoro virtuale per aiutare le organizzazioni a centrare la consapevolezza sul posto di lavoro. Dopo aver creato un account, è facile iscriversi ai corsi. I video IGTV sono un’ottima introduzione a ciò che puoi aspettarti dalle lezioni di Heal Haus.

Sto sperimentando di recente i poteri di trasformazione del riposo. Ma dal 2016, il Ministero del pisolino ci ha fatto sapere che i sonnellini e il riposo sono sacri e liberatori. Secondo la Sleep Foundation, gli adulti di età compresa tra 26 e 64 anni hanno bisogno di sette o nove ore di sonno. Il ministero del pisolino ci chiama a integrare il riposo profondo nella nostra vita e offre idee per il riposo, come fare docce più lunghe, sognare ad occhi aperti, ballare lentamente, fare un bagno sonoro o fare alcune posizioni yoga.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *