I legislatori europei cercano modi per fermare il riciclaggio di denaro


Potenti legislatori europei chiedono una riforma significativa dei controlli antiriciclaggio in tutto il continente in reazione allo “scandalo” dei file FinCEN, un’indagine globale di BuzzFeed News e dell’International Consortium of Investigative Journalists.

L’indagine ha rivelato come i giganti del settore bancario occidentale spostino trilioni di dollari in transazioni sospette, arricchendo se stessi e i loro azionisti facilitando le azioni di terroristi, cleptocrati e boss della droga. I documenti hanno messo in luce transazioni sospette che coinvolgono alcune delle più grandi banche europee, tra cui HSBC, Deutsche Bank e Commerzbank.

Durante una sessione giovedì del Parlamento europeo a Bruxelles, i legislatori hanno discusso su come combattere meglio il riciclaggio di denaro.

Dubravka Šuica, vicepresidente della Commissione europea per la democrazia e la demografia, ha affermato che i paesi dell’Unione europea “non sono all’altezza” di affrontare le reti globali di riciclaggio di denaro agendo da soli e devono “unire le forze per rendere il sistema meno aperto abusare.”

“I file FinCEN illustrano la vasta portata del problema”, ha detto Šuica. “L’Unione europea deve agire in modo deciso e collettivo con l’approccio europeo alla supervisione”.

Diversi membri del Parlamento hanno chiesto un quadro europeo centralizzato e uniforme per contrastare il riciclaggio di denaro. Eero Heinäluoma, tesoriere dell’Alleanza Progressista di Socialisti e Democratici al Parlamento Europeo, ha detto che gli attuali sforzi contro il riciclaggio di denaro sono come un “formaggio svizzero pieno di buchi” e ha chiesto un “quadro normativo uniforme”.

“Nonostante questi allarmi, le banche spesso eseguono ancora queste transazioni. E ancora, è grazie al grande lavoro dei … giornalisti che lo scandalo viene rivelato “, ha detto. “Dimostra ancora una volta che il sistema di riciclaggio di denaro esistente semplicemente non funziona”.

Sven Giegold, il portavoce per la politica economica e finanziaria di Verdi / Alleanza libera europea al Parlamento europeo, ha fatto eco al suo collega parlamentare e ha criticato le attuali misure europee contro il riciclaggio di denaro, aggiungendo che è necessario un sistema centralizzato.

“La commissione ha osservato senza agire come un’autorità antiriciclaggio”, ha detto.

Proprio la scorsa settimana, il Consiglio europeo per le relazioni estere ha affermato che, alla luce dei file FinCEN, i paesi europei dovrebbero “riflettere attentamente” sulla riforma dei quadri antiriciclaggio.

“Dovrebbero riconoscere che non hanno avuto più successo formando partnership con i giganti finanziari sulla regolamentazione finanziaria di quanto avrebbero fatto formando partnership con i giganti dell’energia sulla politica climatica”, ha detto il think tank europeo.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *