Becky Hammon diventa la prima donna a servire come capo allenatore nel gioco NBA


Sebbene il 2020 sia quasi finito, continua a rivelarsi pietre miliari dello sport. Mercoledì sera, per la prima volta, una donna ha servito come capo allenatore in una partita NBA.

Quando l’allenatore degli Spurs Gregg Popovich è stato espulso dopo aver litigato con un arbitro nel secondo quarto di una partita con i Los Angeles Lakers a San Antonio, si è rivolto alla sua assistente Becky Hammon e ha indicato che avrebbe dovuto prendere in consegna la squadra.

“Ha ufficialmente indicato me”, Hammon disse. “È stato così. Ha detto: “Li hai.” Ovviamente è un grosso problema. È un momento importante. “

“Andava come al solito”, ha aggiunto. “Sono abituati a sentire la mia voce in pratica. In pratica, Pop ci metterà in due squadre e avremo ciascuno una squadra. Quindi sono un po ‘abituati a sentirmi là fuori, vedermi disegnare una mossa alla lavagna o altro. “

Sebbene non sia stato fatto molto del traguardo durante la partita, che i Lakers hanno vinto, 121-107, la reazione si è riversata in seguito.

“È una cosa bellissima solo sentirla abbaiare, abbaiare, set” ha detto LeBron James dei Lakers. “È molto appassionata del gioco. Quindi congratulazioni a lei, congratulazioni alla nostra lega. “

Hammon, 43 anni, non è stata scelta dal Colorado State ma ha giocato per 16 anni nella WNBA, dove è stata sei volte All Star. Dopo essere passata per la squadra olimpica degli Stati Uniti, ha rappresentato la Russia, dove aveva anche giocato professionalmente, ai Giochi del 2008 e del 2012.

Sul suo volo di ritorno dai Giochi di Londra del 2012, la compagna di posto di Hammon era Popovich. Ha ricordato che lui le ha chiesto: “Quindi se tu fossi un assistente per me e ti chiedessi qualcosa, mi diresti la verità?”

Lei ha risposto: “Non so perché altrimenti avresti chiesto se non volevi che dicessi la verità”. Lui rispose: “Bene, non voglio un mucchio di yes men”.

Nel 2013, Hammon ha strappato il legamento crociato anteriore del ginocchio sinistro, interrompendo bruscamente la sua stagione WNBA. Mentre era in riabilitazione, ha servito come stagista allenatore con gli Spurs. E nel 2014, Popovich l’ha assunta come prima assistente allenatrice femminile a tempo pieno del campionato.

A quel tempo, ha detto di Popovich: “Onestamente, non credo che dia due centesimi che sono una donna. E non voglio essere assunto perché sono una donna. ” È stata per tre volte capo allenatore della squadra della Las Vegas Summer League degli Spurs, vincendo il titolo nel 2015.

Ci sono state altre pietre miliari per le donne nello sport quest’anno.

A novembre, Sarah Fuller di Vanderbilt è diventata la prima donna a giocare e segnare in una partita della stagione regolare in una delle conferenze Power 5 del college football quando ha calciato per la squadra. Kim Ng è diventata la prima donna assunta per dirigere le operazioni di baseball di una squadra di major league quando è stata nominata direttore generale dei Miami Marlins. In una partita di esibizione a luglio, Alyssa Nakken dei San Francisco Giants è diventata la prima donna ad allenare in campo nei principali campionati.

Il pioniere di Hammon in campionato ha spinto a speculare sul fatto che un giorno sarà un capo allenatore, ed è stato segnalato che in passato è stata candidata per diversi lavori di alto livello, più recentemente gli Indiana Pacers.

“Il futuro è luminoso per lei”, ha detto Dejounte Murray degli Spurs dopo la partita. “Spero che si attenga e non si arrenda. Un giorno potrebbe succedere, potrebbe non succedere, chissà, ma lei è decisamente sulla strada giusta “.

Hammon ha cercato di mantenere l’attenzione sui suoi doveri.

“Sono solo nel momento con i ragazzi”, ha detto. “Sto cercando di capire qual è il modo migliore per aiutarli.”

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *