Vybe Together, un’app per iPhone che promuove feste pandemiche segrete, è stata strappata senza tante cerimonie

Un’app iOS chiamata Vybe Together che promuoveva feste private durante la pandemia COVID-19 è stata rimossa dall’Apple App Store, il suo account su TikTok è stato bandito e ha cancellato la maggior parte della sua presenza online. Non è chiaro se Apple o i creatori dell’app lo abbiano rimosso dall’App Store.

Vybe Together si è fatturato su TikTok e il suo sito web come luogo per organizzare e partecipare a feste clandestine, utilizzando lo slogan “Get your rebel on. Dai inizio alla tua festa. ” Gli organizzatori avrebbero dovuto approvare tutti coloro che volevano partecipare e quelli che erano stati approvati avrebbero ricevuto l’indirizzo due ore prima dell’evento. La maggior parte di questi incontri sarebbe stato illegale in base alle attuali restrizioni sulle pandemie degli Stati Uniti, il che potrebbe spiegare perché l’app ti ha richiesto di inviare un profilo per l’approvazione prima che ti fosse consentito l’accesso.

Screenshot dalla pagina dell’App Store iOS.

Chiamare un numero di telefono sul sito di Vybe Together connesso The Verge con qualcuno che si è identificato come Albin, uno dei co-fondatori dell’app. Dissero che l’app aveva poche migliaia di utenti e che poche migliaia di candidati in più avevano richiesto l’accesso da quando la società aveva iniziato a mettere video su TikTok. L’applicazione ha comportato l’invio del tuo account Instagram e il caricamento di foto di te che festeggiavi al servizio, presumibilmente per assicurarti che non fossi qualcuno che avrebbe spifferato i fagioli sugli eventi.

Vybe Together aveva in gran parte un profilo basso prima di oggi, sebbene sia stato menzionato in almeno uno Invito EventBrite a una festa di New York a settembre. Ha ricevuto una più ampia esposizione dopo Il New York Times giornalista Taylor Lorenz ha twittato criticamente screenshot del sito web e l’hanno descritta come un’app per “trovare e promuovere grandi feste interne non sicure per COVID”.

La pagina delle FAQ di Vybe Together, ora rimossa, riconosceva il pericolo della pandemia, ma diceva che l’app era stata progettata per promuovere “piccoli raduni” piuttosto che “grandi feste”. (Riunioni più piccole di persone provenienti da famiglie diverse possono ancora diffondere il coronavirus, creando catene di infezione che si estendono ben oltre l’evento originale, mettendo a rischio le persone che non hanno partecipato alla festa.)

Screenshot della lettura delle FAQ del sito “Siamo consapevoli che Covid è un grave problema di salute per il paese, le nostre comunità, i nostri amici e la nostra famiglia.  Se tutti potessimo stare in isolamento, questo potrebbe effettivamente sparire.  Organizzare feste su larga scala è molto pericoloso.  Ecco perché non lo supportiamo.  Ma Vybe è un compromesso, niente grandi feste ma piccole riunioni.  Potremmo vivere, almeno un po 'in questi tempi con Vybe

Non è noto se l’app abbia contribuito in modo sostanziale alle persone che organizzano eventi non sicuri, sebbene promuovesse “raduni ogni fine settimana”, inclusa una festa di Capodanno imminente, in un video di TikTok. L’app Vybe Together aveva solo 25 valutazioni prima di essere rimossa e la sua pagina Instagram ha meno di 1.000 follower. In una dichiarazione a The Verge, TikTok ha detto che l’account su quella piattaforma aveva solo 139 follower quando è stato rimosso. L’app sembra essere stata lanciata in precedenza con il nome Trendies, un nome menzionato sulla sua pagina Instagram ora in gran parte vuota.

Il sito web di Vybe Together ha anche pubblicizzato una “Vybe House” per l’evento musicale del 2021 Zamna Festival a Tulum, in Messico. Le foto della casa corrispondono a un annuncio Airbnb per un affitto chiamato Casa Remy Villa. Tuttavia, il manager della scheda non ha potuto confermare l’esistenza di un evento “Vybe House” a The Verge. “Abbiamo affittato la villa ad alcuni influencer”, ha detto il proprietario, che “non aveva idea” se qualche affittuario fosse collegato all’app. “Ma sanno che le feste non sono consentite di alcun tipo poiché sono vietate dalle autorità durante [the] pandemia, con il rischio di chiudere la proprietà e un’enorme multa. ” L’host di Airbnb rileva inoltre che il festival di Zamna è stato recentemente rinviato ad aprile, non alle date di gennaio elencate sul suo sito web.

L’account Instagram di Vybe Together ora contiene un singolo post di testo. “Sproporzionato dai media”, si legge. “NON CONDONIAMO GRANDI RIUNIONI”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *