No, il giocatore della NFL Russell Okung non viene pagato in Bitcoin

“Russell Okung dei Panthers diventa il primo giocatore NFL ad essere pagato in Bitcoin” il titolo proclamato – e presto, quelli proprio come quello hanno iniziato a spuntare sul Web, con pubblicazioni sportive, pubblicazioni tecnologiche e media tradizionali che saltano allo stesso modo per raccontare come il guardalinee offensivo dei Carolina Panthers finalmente soddisfatto il suo desiderio parlato per essere pagato in criptovaluta.

Sfortunatamente, il titolo non è vero. “Non accurato”, mi dice un portavoce della NFL, aggiungendo che “la sua gente sta convertendo parte del denaro in bitcoin” dopo che è stato pagato in dollari USA, proprio come ogni altro giocatore della NFL.

Anche la squadra di Okung, i Carolina Panthers, ha confermato The Verge che le squadre paghino i loro giocatori in dollari USA.

Secondo questo standard, chiunque può ottenere il proprio stipendio “pagato in bitcoin” ogni volta che vuole: basta andare a comprare un po ‘di bitcoin con il tuo stipendio dopo che è arrivato, che è probabilmente quello che la compagnia che Okung sta pompando – Zap – spera che lo farai quando vedrai che lo ripeterà online.

Non è chiaro perché Okung abbia scelto questa particolare startup per convertire il suo stipendio (accetta depositi diretti), o perché ha twittato quattordici volte questo pomeriggio incoraggiando i suoi seguaci a salire a bordo del treno bitcoin e Zap.

Non rivela alcun tipo di relazione con Zap su Twitter, sebbene il fondatore di Zap Jack Mallers lo chiama un “amico”. (Mallers non ha risposto alle ripetute richieste di commento.)

Ma anche se Okung non avesse un accordo di qualche tipo con Zap, avrebbe qualche incentivo finanziario semplicemente essendo un investitore in bitcoin: più le persone si entusiasmano abbastanza da comprare gobs di bitcoin, più alto è il prezzo e maggiore è la sua quota. vale la pena. (Okung ha convertito metà del suo stipendio di $ 13 milioni in bitcoin, secondo il Coindesk rapporto.)

Per generare quel tipo di eccitazione, è utile avere titoli come “Primo giocatore NFL da pagare in Bitcoin” sparsi sul web. Sicuramente suona più intrigante di “Il giocatore della NFL decide di spendere il 50 percento del suo stipendio in Bitcoin”, giusto? Sarà interessante vedere se qualcuno di quei titoli cambia dall’oggi al domani.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *