Il Parlamento del Regno Unito avvia un’indagine formale


I legislatori britannici stanno lanciando un’indagine formale su questioni “profondamente preoccupanti” sollevate da FinCEN Files, un’indagine globale sul riciclaggio di denaro basata su documenti che BuzzFeed News ha condiviso con l’International Consortium of Investigative Journalists.

L’indagine ha rivelato come i giganti del settore bancario occidentale spostino miliardi di dollari in transazioni sospette, arricchendo se stessi e i loro azionisti e facilitando le azioni di terroristi, cleptocrati e boss della droga.

I documenti includevano molte rivelazioni sul sistema finanziario britannico e su alcune delle sue più grandi banche, tra cui HSBC, Standard Chartered e Barclays. Riciclaggio di denaro spesso utilizzare le società di comodo britanniche per trasferire i propri contanti grazie alle leggi di costituzione di società permissive del paese. I problemi del Regno Unito sono così vasti che un rapporto segreto del governo degli Stati Uniti ha descritto il paese come “rischio più elevato“Giurisdizione per il riciclaggio di denaro.

Venerdì la commissione del Tesoro del Parlamento ha annunciato l’inchiesta poco dopo la mezzanotte, ora locale.

Mel Stride, presidente conservatore del comitato, ha affermato che l’inchiesta esaminerà i progressi compiuti dalle autorità di regolamentazione del governo e dalle forze dell’ordine nella prevenzione del riciclaggio di denaro.

“È importante che gli organi competenti siano tenuti a rendere conto e controllati in modo efficace per garantire che il Regno Unito sia un posto pulito per fare affari”, ha scritto in una dichiarazione. Le inchieste parlamentari britanniche in genere raccolgono prove tramite testimonianze scritte e orali, molte delle quali sono rese pubbliche, prima di emettere un rapporto finale.

Quando l’indagine FinCEN Files è venuta alla luce per la prima volta a settembre, Stride ha dichiarato che i suoi risultati erano “profondamente preoccupanti” e ha inviato una serie di domande al riguardo alle principali agenzie governative. Giovedì Stride ha rilasciato le risposte formali delle agenzie a quelle lettere.

La Financial Conduct Authority, che sovrintende alle banche che operano nel Regno Unito, ha affermato di aver scritto a tutte le banche citate nei file FinCEN per chiedere ulteriori informazioni e ha affermato che in caso di “sospetta condotta scorretta grave”, si aprirà proprie indagini.

James Brokenshire, ministro di stato per la sicurezza del governo, ha scritto in una risposta a Stride che il Ufficio a casa e il National Economic Crime Center stavano “considerando attentamente le accuse” contenute nei file FinCEN per “vedere cosa si dovrebbe fare di più”.

L’indagine di FinCEN Files si è basata su migliaia di “segnalazioni di attività sospette” inviate dalle banche al Financial Crimes Enforcement Network, l’agenzia governativa statunitense incaricata di prevenire il riciclaggio di denaro.

Rispondendo alle domande sul fatto che i file FinCEN abbiano portato le banche a presentare meno SAR, Brokenshire ha detto che le forze dell’ordine “non hanno sollevato alcuna preoccupazione” per la presentazione di segnalazioni di attività sospette. Nella settimana successiva alla pubblicazione, “le segnalazioni hanno continuato a essere inviate a un tasso normale o superiore”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *