AT&T si riprende dall’interruzione di più stati dopo l’attentato a Nashville

AT&T dice i suoi servizi per lo più si sono ripresi da un attentato che ha causato interruzioni di Internet da più stati a Natale. L’esplosione di un camper a Nashville ha ferito tre persone e ha distrutto una sezione del centro della città, inclusi “danni significativi” a un impianto di trasmissione chiave di AT&T. Ciò ha interrotto le reti wireless e cablate in parti del Tennessee, del Kentucky e dell’Alabama, interrompendo il servizio cellulare, alcune reti di emergenza e le comunicazioni all’aeroporto internazionale di Nashville, il che ha brevemente interrotto i voli di conseguenza.

L’edificio AT&T, situato a pochi isolati dalla più nota torre per uffici della società, fornisce un punto di connessione alla rete regionale oltre al servizio locale. Secondo quanto riferito, l’esplosione ha danneggiato la struttura e la facciata dell’edificio. Insieme ai danni causati dall’acqua e dal fuoco, disabilitava i generatori di backup che avrebbero dovuto mantenere in funzione la rete di AT&T.

Il risultato sono stati giorni di interruzioni parziali del servizio, mitigati in parte dalle celle di emergenza. AT&T sta inoltre sospendendo gli addebiti per eccesso di dati in parti di Tennessee, Kentucky, Indiana, Alabama, Georgia, Illinois e Missouri negli ultimi cinque giorni di dicembre.

AT&T ha implementato siti cellulari portatili in tutta Nashville, reindirizzando il traffico di rete regionale e tentando di ripristinare l’alimentazione dell’edificio. Domenica ha riferito di aver ripristinato il 96% della sua rete wireless, il 60% dei servizi aziendali e l’86% della banda larga e dell’intrattenimento consumer. Ad oggi, “quasi tutto” il servizio al consumatore è stato ripristinato. Tuttavia, AT&T gestisce 11 siti di celle portatili e, secondo l’azienda, limita ancora il consumo di energia nell’edificio per evitare di sovraccaricare i generatori.

“Abbiamo iniziato a rifiutare i siti portatili che non sono più necessari dato il ripristino del servizio”, ha affermato il CEO Jeff McElfresh in una dichiarazione lunedì, “Ma avremo risorse disponibili nella regione, se necessario.”

Applicazione della legge federale denominata Anthony Quinn Warner, 63 anni, nei panni dell’attentatore e hanno riferito che la Warner è morta nell’esplosione. Sebbene Warner abbia parcheggiato il suo camper vicino all’edificio della trasmissione AT&T, gli investigatori non hanno concluso se lo avesse intenzionalmente preso di mira, né hanno dichiarato il motivo dell’attacco.

Punto di notizie locali WSMV segnalato che gli agenti delle forze dell’ordine avevano chiesto a un informatore dell’FBI se la Warner potesse essere motivata dalla paranoia della rete 5G, una teoria del complotto infondata che ha portato le persone a molestare gli ingegneri di rete che lavorano sulla tecnologia. Ma l’informatore, un agente immobiliare che aveva lavorato con un “Tony Warner”, ha detto che l’uomo non aveva discusso del 5G con lui.

L’FBI ha detto domenica che era “ancora all’inizio delle indagini”. Qualunque sia il motivo, l’attentato ha scosso per giorni una parte significativa dell’infrastruttura Internet americana, anche se ora è in gran parte recuperata.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *