Phil Niekro, Hall of Fame Knuckleball Pitcher, muore a 81 anni


Phil Niekro, il lanciatore della Hall of Fame che ha confuso i battitori con i suoi svolazzanti tirapugni per 24 stagioni, vincendo 318 partite, per lo più con squadre mediocri di Atlanta Braves, prima di ritirarsi all’età di 48 anni, è morto sabato. Aveva 81 anni.

La sua morte, dopo una lotta contro il cancro, è stata annunciato dai Braves. Viveva a Flowery Branch, in Georgia, a circa 45 miglia a nord-est di Atlanta, ma i Braves non dissero dove morì.

Niekro si è unito a suo fratello minore, Joe, che ha anche lanciato tirapugni e lanciato nelle major per 21 stagioni, per registrare 539 vittorie in carriera, un record per due fratelli. Il voto precedente, 529, era stato detenuto da Gaylord Perry, anche lui un Hall of Famer, e da suo fratello Jim.

Un destrorso, come suo fratello, Phil Niekro (pronunciato NEEK-row) ha tirato un totale di 5.404 inning, posizionandolo al numero 4 nella lista della carriera della major league, senza mai incorrere in un braccio dolorante, permettendogli di resistere in Major League Baseball molto più lungo della maggior parte degli altri giocatori.

Ha guidato la National League nelle vittorie in una sola stagione nel 1974, quando aveva 20-13 anni, e ha pareggiato Joe per il maggior numero di vittorie nel 1979, quando è andato 21-20 (anche perdendo il maggior numero di partite in campionato). Joe aveva 21-11 anni quella stagione con gli Houston Astros.

Phil, che si è ritirato dopo la stagione 1987, è stato inserito nella Baseball Hall of Fame nel 1997. Ma nonostante tutti i suoi successi, non è mai arrivato a una World Series, le sue squadre Braves hanno raggiunto solo la National League Championship Series due volte, perdendo entrambe volte. Phil ha lanciato per quattro squadre e Joe per sette. Sono stati compagni di squadra con i Braves nel 1973 e nel ’74 e per un breve periodo con gli Yankees nel 1985.

Le palle di nocche di Phil sono state effettivamente lanciate con due unghie, che ha lasciato crescere in modo innaturale. Li premette nelle cuciture della palla da baseball, tenne il polso rigido e sostanzialmente spinse la palla in avanti.

L’idea era di consegnare i tiri senza spin, consentendo alle correnti d’aria di farli rompere o abbassare, dentro o fuori, all’ultimo momento, tenendo i battitori fuori equilibrio ma spesso tormentando anche i suoi ricevitori.

Bob Uecker, che catturò per Niekro nel 1967, quando Niekro stava emergendo come un lanciatore di spicco, disse a Sports Illustrated nel 1969 com’era, attingendo al personaggio ironico che in seguito avrebbe utilizzato come emittente di baseball “In quei giorni, Phil aveva meno controllo “, ha detto Uecker. “A volte sapevo prima che lui lo lasciasse andare che mi avrebbe aiutato. Cominciavo a correre e giocavo fuori dal muro. Almeno ho conosciuto un sacco di gente che siede al palco. “

Lo stesso Niekro non era uno che spiegasse il suo nocciolo, dicendo a Sports Illustrated nel 1994: “Nessuno mi ha mai dato una spiegazione buona e definitiva sul perché la palla fa quello che fa. La cosa di cui mi sento un po ‘in colpa è che ad ogni altro lancio cerchi di far fare qualcosa alla palla, farla girare per farla curvare, affondare o navigare. Tutto quello che cerco di fare è fare in modo che la palla non faccia nulla “.

Philip Henry Niekro è nato il 1 aprile 1939 a Blaine, Ohio, a pochi chilometri dalla casa della sua famiglia a Lansing. Era il mezzo di tre figli di Joseph Niekro, un minatore di carbone, e Henrietta (Klinkoski) Niekro.

L’anziano Niekro, che ha lanciato un lancio di tirapugni nel baseball sandlot, ha insegnato il campo a Phil quando aveva circa 11 anni. (Joe, cinque anni più giovane di Phil, era troppo giovane per provarlo allora.) Phil ha lanciato il suo knuckleball e ha giocato a basket al liceo ed è stato firmato dall’organizzazione Milwaukee Braves da un campo di prova nel luglio 1958 per un bonus di $ 500 (circa $ 4.500 in denaro di oggi).

Ha fatto il suo debutto in major league con i Braves nel 1964 e ha lanciato quasi esclusivamente in rilievo fino al 1967, la seconda stagione della franchigia ad Atlanta, quando ha fatto 20 partenze e guidato la NL nella media guadagnata, a 1,87, mentre andando 11-9.

Niekro è stato un quattro volte All-Star con i Braves, che lo ha rilasciato dopo la stagione 1983. Ha vinto 16 partite per gli Yankees nel 1984, quando era di nuovo un All-Star, e nel 1985, prima di essere rilasciato anche da loro.

In seguito ha lanciato per i Cleveland Indians e i Toronto Blue Jays prima che i Braves lo riportassero come titolare per l’ultima partita casalinga della stagione 1987. È entrato nel quarto inning di una sconfitta contro i San Francisco Giants nella sua ultima apparizione in Major League.

Niekro ha avuto un record di carriera di 318-274 con una media di 3,35 punti guadagnati, ha eliminato 262 battitori leader del campionato nel 1977 e ha guidato la NL in partite complete e inning lanciati quattro volte. Ha lanciato un no-hitter contro i San Diego Padres nel 1973 e aveva una percentuale di vittorie leader del campionato di .810 nel 1982, quando aveva 17-4. Ha ricevuto un premio Gold Glove per il suo fielding cinque volte.

Joe Niekro, che ha lanciato per 11 delle sue 22 stagioni con gli Astros, aveva un punteggio di carriera di 221-204.

Dopo la sua carriera di lanciatore, Niekro è stato il manager e direttore generale dei Colorado Silver Bullets, una squadra di baseball femminile che giocava contro i club di palla maschili, ed è riuscito per i Braves nei minori.

I suoi sopravvissuti includono sua moglie, Nancy; i suoi figli Giovanni, Filippo e Michele; e due nipoti. Joe Niekro è morto di aneurisma cerebrale nel 2006 a 61 anni.

Niekro ha registrato la sua 300esima vittoria in carriera lanciando gli Yankees contro i Blue Jays nell’ultimo giorno della stagione regolare 1985, fermandoli 8-0.

Ha lanciato fastball, curve, screwball e persino tiri “blooper” – non un solo knuckleball – fino a quando Tony Fernandez ha raddoppiato con due out nel nono inning.

“Ho sempre voluto lanciare un’intera partita senza tirare le palle perché la gente pensava che non potessi tirare fuori le persone senza lanciarle”, ha detto Niekro al New York Times dopo quella partita, che ha concluso colpendo Jeff Burroughs su tre tirapugni.

Come ha detto, “Ho pensato che non ci fosse altro modo per finire la partita che usare il campo che mi ha portato lì”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *