I film catastrofici possono sopravvivere a una pandemia?

Questa primavera, quando sembrava che i film sulle pandemie potessero perdere il loro fascino – troppo vicino a casa, capisci? – il pubblico invece li cercava avidamente. Contagio e Epidemia sono aumentate le classifiche in streaming.

Quell’appetito potrebbe spiegare la logica alla base Songbird, un riff prodotto da Michael Bay sulla pandemia di coronavirus, che esce questo mese su video-on-demand. Mentre la maggior parte dei film sui popcorn ad alto budget sono stati pubblicati fino al prossimo anno Songbird è stato creato appositamente per arrivare in questo momento. È stato il primo film girato a Los Angeles dopo che i blocchi sono stati allentati questa primavera.

La produzione rapida è evidente nel prodotto finale, che ha una pessima qualità da fast food, come se il regista Adam Mason stesse cercando freneticamente di nutrire un desiderio fugace prima che passasse. Sfortunatamente, si è dimenticato di fare un bel film. Non puoi servire uno stronzo tra due panini e chiamarlo hamburger. O meglio, puoi provare, ma le persone se ne accorgeranno.

I film catastrofici, come i film horror, riflettono le ansie della loro epoca, anche se raramente lo fanno in modo trasparente come Songbird. In generale, le persone cercano film catastrofici perché vogliono il brivido vicario di guardare la distruzione dalla sicurezza di un teatro. Con il film di Mason, stanno guardando un film pandemico mentre sono in quarantena a casa, zero passi rimossi dalla tragedia.

“Andiamo al film catastrofico per affrontare le minacce reali in un modo meno orribile che leggere le notizie”, afferma Thomas Doherty, storico culturale e professore di studi americani alla Brandeis University. Negli anni ’50, molti di questi film utilizzavano invasioni aliene o creature radioattive per esplorare le paure della Guerra Fredda. Negli anni ’70, successi di grandi disastri come Il torreggiante Inferno e L’avventura di Poseidon lottò con la minaccia delle tecnologie che falliscono le persone. “Di solito, i film catastrofici sono solo una battuta a sinistra oa destra di ciò che sta realmente accadendo”, dice Doherty.

Non Songbird, che non contiene strati allegorici. Il film è ambientato nel 2024, nella 214a settimana di un blocco hardcore; Il Covid-19 ha continuato a mutare e il suo ultimo ceppo, Covid-23, uccide la maggior parte delle persone che lo contraggono. Segue un povero corriere immune Nico (KJ Apa e i suoi addominali) e una ricca coppia scoiattolo (Bradley Whitford e Demi Moore) mentre navigano in un mondo devastato dal virus e da un blocco logisticamente confuso e draconiano imposto dal governo. Tutti tranne gli immunitari, detti anche “munies” (che costituiscono una frazione di una percentuale della popolazione), sono perennemente bloccati nelle loro case, che sono dotate di speciali tecnologie disinfettanti per ricevere pacchi e provviste, indipendentemente dal loro livello di reddito. (Il modo in cui pagano l’affitto o la spesa non viene mai spiegato.) Se violano le regole o hanno anche una leggera febbre, vengono catturati da guardie armate e trasportati in camion verso squallidi campi di sterminio chiamati “Zone Q”. Questi sono supervisionati da un onnipotente Dipartimento di Sanità, che ha acquisito una presa dispotica sulla nazione ed è governato da un burocrate senza nome perverso che uccide per sport, non importa come. Nico chiede aiuto ai suoi ricchi clienti per assicurare alla sua ragazza un falso braccialetto di immunità del mercato nero in modo che possa sfidare il blocco e fuggire con lui. Sì, è giusto. Il cattivo in questo film è un malvagio impiegato del governo che fa rispettare le leggi sulla salute pubblica, e il bravo ragazzo sta coraggiosamente cercando di aggirare quelle leggi per vedere la sua nuova ragazza. Ci si chiede se lo schema della trama possa essere stato criptato dai forum di destra.

Adesso, Songbird potrebbe essere perdonato il suo opportunismo da esca dello stato rosso se fosse divertente. Dopotutto, i film catastrofici non hanno bisogno di una buona politica o di una visione edificante dell’umanità per funzionare. Esistono diverse definizioni di un film catastrofico, ma quella non negoziabile per qualificarsi per il genere è un impegno per lo spettacolo della distruzione. (Questo è il motivo per cui un film sull’11 settembre come quello di Oliver Stone Centro mondiale del commercio è un film catastrofico, ma Paul Greengrass ‘ Uniti 93 non lo è.) Una storia moderatamente avvincente e piena di suspense aiuta, ma alla fine un film catastrofico deve fornire il colpo magico.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *