Fatti rapidi dell’Unione europea



(CNN) –

Ecco uno sguardo al Unione europea.

L’Unione Europea è un’organizzazione internazionale composta da 27 paesi europei.

Governa le politiche economiche, politiche, sociali e di sicurezza comuni dei suoi stati membri.

Secondo il Sito web statunitense, gli obiettivi dell’Unione europea sono stabilire la cittadinanza europea, garantire libertà, giustizia e sicurezza, promuovere il progresso economico e sociale e affermare il ruolo dell’Europa nel mondo.

L’adesione è aperta a qualsiasi paese con un governo democratico, buoni risultati in materia di diritti umani e solide politiche economiche.

Gli Stati membri delegano la sovranità alle istituzioni dell’UE per rappresentare gli interessi dell’Unione europea nel suo insieme.

Le decisioni e le procedure derivano dai trattati ratificati dagli Stati membri.

La capitale dell’Unione europea è Bruxelles, in Belgio.

L’Unione europea è gestita da cinque organi principali: Parlamento europeo, Consiglio dell’Unione, Commissione europea, Corte di giustizia e Corte dei conti.

Uno stimato 446 milioni di persone vivono nell’Unione Europea.

Gli Stati Uniti sono il principale partner commerciale dell’Unione europea.

Il Trattato di Lisbona modifica il Trattato sull’Unione Europea per riconoscere esplicitamente per la prima volta il diritto degli Stati membri di ritirarsi dall’Unione. (Articolo 50, modificato TUE)
– Ogni Stato membro può decidere di ritirarsi dall’Unione conformemente alle proprie norme costituzionali.
– Uno Stato membro che decide di ritirarsi notifica la sua intenzione al Consiglio europeo. Alla luce degli orientamenti forniti dal Consiglio europeo, l’Unione negozia e conclude con tale Stato un accordo che stabilisce le modalità del suo recesso, tenendo conto del quadro delle sue future relazioni con l’Unione.

1957 – Viene creata la Comunità economica europea (CEE). I paesi membri sono Belgio, Francia, Italia, Lussemburgo, Paesi Bassi e Germania occidentale. Il gruppo mira a rimuovere le barriere commerciali e formare un mercato comune.

1973 – Danimarca, Irlanda e Regno Unito diventano paesi membri.

1981 – La Grecia diventa membro.

1985 – Spagna e Portogallo diventano membri.

14 giugno 1985 – Cinque dei 10 Stati membri firmano il Accordo di Schengen, che alla fine apre i confini degli Stati membri concordanti, abolendo i controlli alle frontiere. A partire dal 2016, 26 paesi appartengono all’area Schengen.

7 febbraio 1992 – Il Trattato sull’Unione Europea viene firmato a Maastricht (Paesi Bassi) dai leader degli Stati membri.

1 novembre 1993 – Entra in vigore il Trattato di Maastricht.

1993 – I membri della CEE dell’epoca (Belgio, Francia, Germania, Italia, Grecia, Spagna, Regno Unito, Lussemburgo, Paesi Bassi, Danimarca, Irlanda e Portogallo) estendono la loro cooperazione nei settori della giustizia e degli affari interni e di una politica estera e di sicurezza comune politica.

1 gennaio 1995 – Austria, Finlandia e Svezia entrano a far parte dell’Unione Europea.

30 aprile 2004 – Si tiene una cerimonia a Dublino, in Irlanda, che segna l’espansione dell’Unione Europea da 15 a 25 membri. I nuovi membri sono Polonia, Repubblica Ceca, Slovacchia, Cipro, Estonia, Ungheria, Lettonia, Lituania, Malta e Slovenia.

Giugno 2004 – I paesi membri approvano il testo della Costituzione dell’UE. È firmato da tutti i membri nell’ottobre 2004.

29 maggio 2005 – Il popolo francese (e dei suoi territori) vota contro la costituzione dell’UE in un referendum. (No = 54,87% / Sì = 45,13%)

1 giugno 2005 – I Paesi Bassi votano contro la costituzione in un referendum. Tutti i 27 membri dell’Unione europea devono approvare la costituzione affinché abbia effetto. O un parlamento nazionale può approvarlo o in alcuni paesi i cittadini votano su un referendum.

23 giugno 2007 – I leader dell’UE a Bruxelles concordano la bozza di un trattato che sostituirà la costituzione dell’UE respinta dagli elettori francesi e olandesi due anni fa.

19 giugno 2008 – Il L’Unione Europea decide di revocare le sanzioni diplomatiche imposte Cuba.

19 novembre 2009 – Herman Van Rompuy, il primo ministro belga, diventa il primo presidente del Consiglio europeo ai sensi del trattato di Lisbona. Catherine Ashton del Regno Unito sarà il primo ministro degli esteri.

1 dicembre 2009 – Entra in vigore il Trattato di Lisbona, ratificato da tutti gli Stati membri dell’UE. Modifica il Trattato di Maastricht del 1992 e il Trattato di Roma del 1957.

12 ottobre 2012 – L’Unione Europea riceve il premio Nobel per la pace per aver contribuito al progresso della pace, della democrazia e dei diritti umani in Europa.

25 giugno 2013 – Il L’Unione europea accetta un nuovo ciclo di negoziati di adesione con la Turchia.

1 ° giugno, 2013 – La Croazia entra a far parte dell’Unione Europea come il suo 28 ° membro.

1 aprile 2014 – Il L’Unione Europea avvia operazioni militari per ripristinare la stabilità al Repubblica Centrafricana.

Marzo 2015 – L’Islanda ritira la sua richiesta di essere considerato un candidato all’adesione.

18 marzo 2016 – L’Unione Europea e la Turchia raggiungono un accordo su come affrontare un’ondata di rifugiati siriani. L’accordo prevede che tutti i migranti che entrano in Grecia dalla Turchia vengano rimpatriati in Turchia. Per ogni siriano tornato in Turchia dalla Grecia, un altro siriano verrà reinsediato nell’Unione europea.

23 giugno 2016 – Il Il Regno Unito vota per lasciare l’Unione europea. Almeno ci vorrà due anni per sistemare l’uscita.

16 marzo 2017 – L’uscita della Gran Bretagna dall’Unione Europea fa un altro passo avanti dopo che la legislazione che consente la partenza del paese ha ricevuto il consenso reale di Regina Elisabetta II. La firma della regina significa questo Il primo ministro britannico Theresa May è ora in grado di andare avanti e attivare l’articolo 50, consentendo l’avvio di colloqui formali tra Downing Street ei 27 Stati membri dell’UE sui termini del divorzio, soprannominato “Brexit”.

5 settembre 2018 – L’Unione Europea adotta il Sistema europeo di informazione e autorizzazione ai viaggi, un controllo di sicurezza aggiuntivo per i viaggiatori che normalmente non hanno bisogno di un visto per entrare nell’area Schengen. Il controllo di sicurezza entrerà in vigore nel 2021.

31 gennaio 2020 – La Gran Bretagna lascia formalmente l’Unione Europea, diventando la prima nazione in assoluto a lasciare l’UE.

24 dicembre 2020 – In una dichiarazione, il governo britannico annuncia che il Regno Unito e l’Unione Europea hanno raggiunto un accordo commerciale post-Brexit dopo mesi di trattative difficili.

Croazia: gennaio-giugno 2020
Germania: luglio-dicembre 2020
Portogallo: gennaio-giugno 2021
Slovenia: luglio-dicembre 2021

(Membri fondatori in grassetto)
Austria
Belgio
Bulgaria
Croazia
Cipro
Repubblica Ceca
Danimarca
Estonia
Finlandia
Francia
Germania
Grecia
Ungheria
Irlanda
Italia
Lettonia
Lituania
Lussemburgo
Malta
Olanda
Polonia
Portogallo
Romania
Slovacchia
Slovenia
Spagna
Svezia

Albania
Macedonia
Montenegro
Serbia
tacchino

Bosnia Erzegovina
Kosovo

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *