Nintendo ha esplorato la possibilità di creare un GameCube portatile in stile Switch, suggerisce la perdita


Prima che Nintendo rilasciasse lo Switch, la società aveva in programma di creare un palmare simile basato sulla sua iconica console GameCube, suggeriscono documenti interni trapelati. C'è anche un file presentazione trapelata il che suggerisce che Nintendo abbia esplorato l'idea di rilasciare una console ad alta definizione che avrebbe gareggiato in modo più diretto con PS3 e Xbox 360. Eurogamer Appunti che i documenti sembrano provenire dalla stessa fonte del "gigaleak" di luglio.

Uno schema tecnico delinea una console portatile che potrebbe essere collegata a una TV tramite un dock con porte per controller GameCube, slot per schede di memoria e una porta per una scheda SD. Tuttavia, non è chiaro se il progetto sia mai riuscito a superare questa fase iniziale di pianificazione. Il GameCube aveva una piccola maniglia per il trasporto, il che significa che lo era tecnicamente più portatile rispetto a PlayStation 2 o Xbox, anche se dovevi ancora utilizzare uno schermo esterno, controller e fonte di alimentazione.

Ci sono stati molti tentativi homebrew di creare una console GameCube portatile. Il più elegante di questi è arrivato all'inizio di quest'anno quando @GingerOfMods ha prodotto un bellissimo palmare in stile Game Boy Color in grado di riprodurre sia giochi Wii che GameCube. Oppure, se preferisci il fattore di forma del Game Boy Advance SP al Game Boy Color, allora c'è questo progetto dell'anno scorso.

Oltre ai dettagli di un GameCube portatile, Eurogamer punta anche a documenti trapelati ciò suggerisce che Nintendo ha esplorato la produzione di un seguito per console più tradizionale al GameCube. Questa console ad alta definizione sarebbe stata rilasciata alla fine del 2005 e avrebbe gareggiato direttamente con PlayStation 3 e Xbox 360, con un prezzo inferiore e una maggiore attenzione ai giochi rispetto al multimediale generale.

Ovviamente, Nintendo non ha mai portato avanti questi piani e ha invece rilasciato il Nintendo Wii nel 2006. Il Wii offriva uno schema di controllo basato sul movimento unico e hardware limitato alla grafica a definizione standard. Ha avuto un successo folle, e alla fine ha venduto oltre 100 milioni di unità, più di Xbox 360 e PlayStation 3.

Sebbene fosse una console molto diversa da quella mostrata in questa presentazione trapelata, la Wii utilizzava hardware progettato da ATI (ora fa parte di AMD), il cui marchio appare nella presentazione.

È impossibile sapere da queste fughe di notizie fino a che punto sia progredito uno di questi piani, ma è affascinante vedere quanto tempo fa l'interesse di Nintendo per il fattore di forma ibrido di Switch. È un'altra affascinante sbirciatina nella storia di una delle società di giochi più segrete.



Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *