Audible lancia un piano di abbonamento più economico per l'accesso ai suoi podcast e contenuti audio esclusivi


Audible, una società Amazon, sta separando i suoi contenuti audio esclusivi nel proprio piano oggi con un abbonamento più economico che non include l'accesso agli audiolibri. Audible Plus, per $ 7,95 al mese, è il piano più economico dell'azienda, che offre agli abbonati l'accesso alla raccolta di contenuti audio esclusivi di Audible, come i podcast. Fondamentalmente, non riceveranno alcun credito per l'acquisto di audiolibri o contenuti al di fuori di quel catalogo.

Nelle prossime settimane, Audible prevede di lanciare contenuti più nuovi ed esclusivi, tra cui un podcast realizzato con Pushkin Industries, la società di podcast dell'autore Malcom Gladwell e l'NBA sull'impatto continuo di Michael Jordan e dei Chicago Bulls, oltre a più narrazioni audio con celebrità come Alicia Silverstone, Michael Caine e Josh Gad. L'azienda afferma di avere oltre 68.000 ore di contenuti nel suo catalogo, tra più di 11.000 opere. Non è chiaro quanto di questo catalogo sia di terze parti rispetto a contenuti esclusivi.

Oltre al suo nuovo piano, Audible sta consolidando i suoi piani Audible Gold e Platinum in qualcosa chiamato Audible Premium Plus. Per $ 14,95 al mese, gli abbonati avranno accesso al catalogo Audible completo, come gli abbonati Plus, ma riceveranno anche un credito da utilizzare per qualsiasi contenuto nella libreria Audible, indipendentemente dal prezzo o dalla lunghezza. (Gli utenti Platinum che ricevevano due crediti al mese ne riceveranno ancora due a questo prezzo.) I piani sono considerati in una fase di "anteprima" in questo momento, con l'idea che il feedback verrà preso in considerazione per il lancio ufficiale. Gli abbonati esistenti possono accedere al catalogo Audible Plus a partire da oggi e i nuovi clienti che desiderano provare Audible Plus possono iniziare a registrarsi il 27 agosto.

L'intera esperienza è, per ora, priva di pubblicità, inclusi i podcast che porta da fornitori di terze parti. Questa settimana, Audible includerà podcast Wondery, come Guerre d'affari, nel suo catalogo. Gli spot pubblicitari verranno rimossi dallo spettacolo per Audible.

Per quanto riguarda ciò che Audible considera un podcast rispetto a un Audible Original, Rachel Ghiazza, responsabile dei contenuti statunitensi, afferma che gli originali si concentrano maggiormente su un inizio, una parte centrale e una fine narrativa. La piattaforma sta sviluppando contenuti podcast, ma non li attira da feed RSS di terze parti.

Audible Plus è davvero una questione di "cura", dice e di attirare le persone sui contenuti audio con molte opzioni disponibili. Ma a quanto pare, Audible si sta concentrando maggiormente sulla sua offerta audio più ampia piuttosto che su ciò per cui è più noto: gli audiolibri. Audible potrebbe non dover pagare royalties quando le persone vengono per il proprio contenuto esclusivo, riducendo i costi. Ciò rispecchia la strategia di Spotify di spingere i suoi ascoltatori verso i podcast anziché la musica. Con la musica, Spotify deve pagare gli artisti ogni volta che qualcuno ascolta una canzone, allo stesso modo in cui Audible paga gli autori ogni volta che qualcuno incassa un credito Audible per un libro. Spingere gli ascoltatori a contenuti audio di proprietà esclusiva si traduce solo in entrate. Nel caso di Spotify, include anche la pubblicità nei suoi podcast sia per gli utenti premium che per quelli gratuiti, permettendogli di raddoppiare le entrate. È possibile che anche Audible alla fine si avvicini alla pubblicità.

Altrettanto interessante di questo lancio è la decisione di Audible di lavorare solo con le società di podcast con cui ha stipulato accordi in anticipo. A differenza di Luminary, lanciato con feed RSS raschiati, Audible si sta configurando come un alleato delle società di podcast, non una piattaforma che cerca di costruire il suo catalogo e addebitare ai clienti la programmazione disponibile gratuitamente. Audible deve affrontare una seria concorrenza nello spazio audio, ma Ghiazza pensa che i contenuti esclusivi del servizio varranno la pena abbonarsi.

"Ciò che ci rende distinti o diversi è davvero la nostra attenzione ai contenuti curati da esperti, e poi anche quell'alta qualità e quella barra di narrazione narrativa – quella roba con un inizio, una parte centrale e una fine", dice.

Alla fine, le guerre delle piattaforme audio si stanno riducendo a esclusive con grandi nomi, così come cataloghi abbastanza grandi da riempire gli spettacoli più costosi e originali. (Spotify addebita $ 9,99 per un piano mensile mentre Luminary addebita solo $ 4,99.) Tuttavia, Amazon ha denaro significativo per sostenere la sua spinta all'audio, quindi probabilmente vedremo più celebrità allinearsi con Audible.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *