L'arresto di Uber e Lyft in California è stato evitato poiché il giudice concede il soggiorno di emergenza


Un giudice dello stato della California ha bloccato un'ordinanza che richiedeva a Uber e Lyft di classificare i conducenti come dipendenti, scongiurando una chiusura prevista dei servizi di condivisione delle corse in California all'undicesima ora, secondo i giornalisti del Financial Times e Il New York Times. Il tribunale ha concesso a Uber e Lyft un soggiorno temporaneo durante il processo di ricorso.

Lyft aveva già annunciato che intendeva cessare temporaneamente le operazioni nello stato oggi, e l'amministratore delegato di Uber Dara Khosrowshahi aveva detto lo stesso della sua azienda ieri in un'intervista.

Uber e Lyft sono sotto un'enorme pressione per modificare radicalmente i loro modelli di business in California, lo stato in cui entrambe le società sono state fondate e hanno raccolto miliardi di dollari in capitale di rischio. Uber e Lyft affermano che i conducenti preferiscono la flessibilità di lavorare come liberi professionisti, mentre i sindacati e i funzionari eletti sostengono che ciò li priva di vantaggi tradizionali come l'assicurazione sanitaria e la compensazione dei lavoratori.

A gennaio è entrata in vigore una nuova legge denominata AB5, che rende più difficile per le aziende ricorrere a contraenti indipendenti. La legge era principalmente mirata alle società di ride sharing come Uber e Lyft, che hanno costruito le loro attività sul concetto di appaltatori indipendenti che si assumono i costi del loro lavoro.

Sviluppando…



Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.