Perché l’Omicidio di JonBenét Ramsey è Diventato un’Ossessione Nazionale: Anatomia di un Delitto Sconvolgente


“Non c’era più un esempio di abuso fisico o sessuale,” Smit, che è stato giocato da Kris Kristofferson in Delitto Perfetto, Di Città Perfetta, ha detto il Denver Post prima di morire, nel mese di agosto 2010. “Non si trasformano in qualcosa di pernottamento. Di solito hanno qualche idea. John avrebbe chiamato i suoi figli, quando egli era sulla strada. La sua ex-moglie ha detto che era un buon padre”. (Ramsey aveva due figli adulti dal suo precedente matrimonio Lucinda Pasqua. La loro figlia maggiore, Elisabettamorì in un incidente d’auto nel 1992.)

Smit ha dichiarato che i detective non era riuscito a eseguire alcuni test che potrebbe avere ulteriori implicato o esonerato il Ramseys, e ha citato una serie di questioni procedurali che si è verificato nei primi giorni di indagine.

“Hai solo un colpo per farlo bene”, ha detto. “La casa doveva essere completamente chiusa. La scena del crimine era avvitato.” Smith teorizzato che il killer preso l’Ramsey casa, sulla sera del giorno di Natale e, dopo l’uccisione di JonBenét, probabilmente destinate a rimuovere il suo corpo in una valigia che è stato trovato vicino a un rotto seminterrato finestra. A differenza di alcuni, Smit pensato che ci sono stati segni di scasso da quella finestra. (John Ramsey aveva detto che aveva rotto la finestra in anticipo un po ‘ indietro.)

Smit ha detto il Post che l’assassino era probabilmente nel caso di file da qualche parte grazie a uno delle migliaia di suggerimenti polizia ha ricevuto, e che probabilmente l’autore è stato in prigione e poi per un altro crimine.

“Ma se sei bloccato su un pensiero di chi l’ha fatto non si sta andando a risolvere il problema,” ha detto, rifiutando la teoria che l’omicidio è stato messo in scena, come è stato espressamente per farlo sembrare come qualcosa che non era (come l’opera di un sadico sessuale anziché il risultato di abusi domestici).

“Non c’è un ragazzo qui, la polizia non ha intenzionalmente bungle (l’indagine), è successo e basta, una” Grazia ” ha detto a E! News. “E non credo che, caso mai, mai essere risolto, ma questo te lo posso dire”, ha aggiunto, riferendosi al nuovo esame del caso al momento e che si insinua, “Burke Ramsey non ha ucciso sua sorella.”

E ancora A. James Kolar, piombo ricercatore di caso per il Boulder l’ufficio del Procuratore Distrettuale tra il 2005 e il 2006, resiste la teoria che un intruso è il responsabile.

In riferimento ai nuovi campioni di DNA trovato in JonBenét biancheria intima che aveva portato alla Ramseys essere cancellato, Kolar ha scritto nella sua auto-pubblicato Esteri Fazione: Chi Ha Veramente Rapito JonBenét?: “Non penso che ci dovrebbe essere lasciando il corso delle indagini da eseguire da un unico artefatto che possono o non possono necessariamente essere coinvolti nel vero e proprio reato di rapimento o di un omicidio”.

JonBenét: all’Interno del Ramsey di Omicidio autore Steve Thomas, un investigatore del caso fino all’agosto del 1998, ha ribadito, nel suo libro “la bambina è stata uccisa da un membro della famiglia, che io ritengo essere stata sua madre in preda al panico, Patsy Ramsey, e che suo padre, John Ramsey, ha scelto di proteggere sua moglie nelle indagini che seguirono.” Egli pensava che Patsy perso la pazienza perché il 6-anno-vecchio aveva bagnato il suo letto e le ha sbattuto la sua contro una superficie dura, in bagno, mentre la pulizia di lei.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.