Marcus Rashford essere assegnato un dottorato onorario per costringere il governo U-turn



Nel mese di giugno, Rashford con successo sotto pressione il governo del regno UNITO per invertire la sua decisione di non estendere la libera scuola di buoni pasto durante le vacanze estive per i bambini provenienti da famiglie a basso reddito.

“E’ un orgoglio giorno per me e la mia famiglia,” Rashford detto il Manchester United e il sito web. “Quando si guardano i grandi nomi che hanno ricevuto il dottorato in passato, è umiliante.

“Abbiamo ancora una lunga strada da percorrere nella lotta per combattere la povertà dei bambini in questo paese, ma anche ricevere un riconoscimento dalla tua città, significa che stiamo andando nella giusta direzione e che significa molto. Grazie per L’Università di Manchester.”

Il premio è il più alto riconoscimento che l’università può conferire e ha già ricevuto il Manchester United leggende di Sir Alex Ferguson e Sir Bobby Charlton.

All’inizio del coronavirus blocco nel regno UNITO, Rashford ha contribuito a raccogliere più di 20 milioni di sterline (25 milioni di dollari) in donazioni a fianco di cibo carità FareShare, raggiungendo 1,280,000 bambini.

Il 22-year-old poi ha iniziato la sua campagna, scrivendo una lettera aperta ai legislatori sulla sua personale esperienza di utilizzo di banche alimentari come un bambino, prima di chiedere al governo di estendere la libera scuola dei buoni pasto dopo l’anno scolastico era finito.

Il primo Ministro Boris Johnson inizialmente respinto la richiesta, ma il grande pubblico di supporto per Rashford campagna costretto a revocare la sua decisione.

“Marcus è uno straordinario giovane con un talento straordinario e di unità che si estende ben oltre il campo di calcio,” la Professoressa Nancy Rothwell, Presidente e Vice-Cancelliere dell’Università di Manchester, ha detto.

“La sua opera per la carità e il suo alto profilo campagna non solo aiutare innumerevoli i giovani di tutta la nostra città, ma in tutto il paese.

“La nostra università ha la responsabilità sociale al suo interno e questo senso di orgoglio civico e del dovere è qualcosa che siamo orgogliosi di condividere con Marcus. Che è il motivo per cui l’Ateneo è lieto di Marcus il nostro più giovane destinatario di una laurea honoris causa.”

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.