Austin approva agevolazioni fiscali per Tesla in offerta per la fabbrica Cybertruck


I funzionari di Austin hanno approvato un totale di almeno $ 60 milioni in sconti sulle tasse di proprietà nel tentativo di portare la prossima fabbrica di auto elettriche di Tesla nella città del Texas. Austin è uno dei due principali candidati per la fabbrica, dove Tesla costruirà il Cybertruck, insieme a Tulsa, in Oklahoma.

Martedì il Commissario della contea di Travis, braccio politico e amministrativo del governo locale, ha approvato un accordo che consentirà a Tesla di risparmiare circa $ 14 milioni in tasse sulla proprietà nei prossimi 10 anni. Alla fine della scorsa settimana, il distretto scolastico di Del Valle, che si trova vicino al luogo in cui sarebbe stata ubicata la fabbrica, ha approvato un accordo che concederebbe a Tesla quasi 50 milioni di dollari di sgravi fiscali nello stesso arco di tempo.

Il voto è stato preceduto da un dramma sul fatto che Tesla potesse attendere ancora una risposta sul pacchetto di incentivi. Molti cittadini che hanno convocato la riunione della contea di Travis di martedì hanno sottolineato di ritenere che il tempo sia essenziale, soprattutto dopo che Musk ha visitato Tulsa, in Oklahoma, il 3 luglio e ha riferito in dettaglio gli sforzi dietro le quinte dello stato per offrire il proprio pacchetto di incentivi.

"Dobbiamo votare oggi", ha detto un residente. "Il tempo uccide gli affari, e più a lungo si trascina, maggiore è la possibilità che un altro stato metta insieme un pacchetto" che oscilla Tesla. "È molto importante secondo me che lo facciamo rapidamente e che le tattiche di ritardo tendono a spaventarmi", ha detto un altro. Poco prima del voto, la commissaria della contea Margaret Gomez ha dichiarato di aver letto solo metà del contratto e di aver chiesto una proroga di una settimana.

Il commissario Gerald Daugherty ha affermato che il tribunale ha una "politica permanente" da onorare se un commissario chiede un'altra settimana. Ma, ha detto, "Se un'altra settimana costringerà Tesla ad andarsene, allora, lo saprai, forse per la prima volta, dì … Non sono disposto a onorarlo."

Il tribunale si è quindi rivolto a Rohan Patel, senior senior director of public policy di Tesla, per chiedere se Tesla potesse aspettare un'altra settimana per una decisione. Ha risposto con una risposta rotonda.

"Abbiamo avuto una telefonata con il governatore di un altro stato e il sindaco di un'altra città proprio ieri per passare attraverso un mucchio di cose, simile a quello che stiamo attraversando in questo momento, quindi non posso dire molto di più," Disse Patel. "Dobbiamo prendere una decisione in anticipo perché queste cose richiedono molto tempo e ci sono molte cose che dobbiamo mettere in atto. Ci sono molti soldi che dobbiamo assegnare nel modo giusto ".

Daugherty chiese quindi a un altro commissario Jeffrey Travillion se era disposto a "scommettere" che Tesla sarebbe rimasta al tavolo. "Stiamo parlando di un processo di trasformazione che affronterà la povertà e le opportunità in quella zona per generazioni", ha detto Travillion. "Sarebbe difficile per me accettarlo."

I commissari hanno deciso di votare l'accordo. Fu approvato quasi all'unanimità, con l'astensione di Gomez. I due accordi sono stati approvati dopo settimane di incontri pubblici, sebbene la maggior parte dei dettagli sia stata sottratta in sessioni a porte chiuse, lasciando frustrati alcuni residenti e leader locali.

"La mancanza di trasparenza è stata davvero scandalosa per questo progetto", ha detto Emily Timm, la direttrice esecutiva di Workers Defense, una non profit del Texas The Verge in una telefonata. "Sembra che ci sia stato uno sforzo extra per nascondere davvero la palla su quello che sta succedendo qui."

Una commissaria della contea, Brigid Shea, approvò l'accordo, ma concordò che la trasparenza era un problema e disse che avrebbe proposto emendamenti per migliorare il processo. "Sarebbe stato, credo, un processo molto migliore, se ci fosse stata maggiore trasparenza", ha detto.

Elon Musk, CEO di Tesla, ha affermato che gli incentivi fiscali giocherà un ruolo dove atterrerà la fabbrica, ma che sta anche considerando "i costi logistici, l'accesso a una grande forza lavoro con una vasta gamma di talenti e la qualità della vita". La società costruirà la Cybertruck in fabbrica, così come i SUV modello Y destinati alla costa orientale degli Stati Uniti.

Tesla si è concentrata su un sito di 2.100 acri vicino all'aeroporto internazionale di Austin-Bergstrom e la società ha un'opzione per acquistare il terreno per $ 5 milioni. La società spenderebbe $ 1,1 miliardi per costruire una fabbrica da 4 a 5 milioni di piedi quadrati che impiegherebbe circa 5.000 lavoratori, secondo i documenti presentati alla contea di Travis il mese scorso. Pagherebbe a quei lavoratori uno stipendio medio di circa $ 47.000, con benefici e stock options, con una retribuzione minima a partire da $ 15 l'ora. Non impiegherebbe una forza lavoro sindacalizzata.

Le cifre relative allo stipendio e alla retribuzione minima sono state un punto critico per molti cittadini, rappresentanti dei sindacati locali e sostenitori dei diritti dei lavoratori durante i recenti incontri pubblici. In risposta, i commissari della contea di Travis hanno rivelato due concessioni giovedì. Uno è che Tesla ha accettato di aumentare il salario minimo di $ 15 l'ora ogni anno con il Indice dei prezzi al consumo (in particolare il "tasso di crescita annuo composto decennale finale"). Un altro è che anche gli addetti alla ristorazione e al servizio di pulizie in fabbrica saranno pagati almeno $ 15 l'ora.

Anche con le agevolazioni fiscali, Austin trarrà beneficio dall'imposta sulla proprietà che Tesla porterebbe con la fabbrica, poiché gran parte del sito proposto è in gran parte non occupato. La Contea di Travis attualmente riceve circa $ 6.400 all'anno da una società mineraria di sabbia e ghiaia che opera sulla proprietà. Ma Tesla pagherebbe più vicino a $ 880.000 all'anno, ovvero $ 8,8 milioni nei primi 10 anni, purché sia ​​al passo con gli investimenti e assumendo le pietre miliari richieste dal contratto.

Tesla ha anche accettato di reinserire il 10 percento dello sgravio fiscale della contea nella comunità locale. "Tesla ha costantemente enfatizzato il desiderio di investire nella comunità, soprattutto in relazione alla formazione professionale e allo sviluppo della forza lavoro (comprese le scuole della Huston-Tillotson University e Del Valle), ai trasporti pubblici e alle abitazioni economiche", hanno scritto i commissari della contea nell'agenda per l'incontro di martedì. "Travis County aveva come obiettivo la creazione di una partnership filantropica a lungo termine con Tesla, non solo un accordo transazionale da rivedere una volta all'anno."

Giovedì scorso, il distretto scolastico di Del Valle ha approvato un accordo che consentirebbe a Tesla di pagare l'imposta sulla proprietà di appena il 20 percento del valore stimato della fabbrica, che consentirà alla società di risparmiare circa $ 50 milioni. Tale accordo è stato approvato con un voto 7 a 1, con la consigliera Susanna Woody che ha dichiarato di non "sentirsi a proprio agio con questo processo", cosa che è avvenuta in gran parte anche a porte chiuse. "Mi sembrava che fosse" fallo in questo modo o (Tesla) si sposterà altrove ", ha detto Woody.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *