In Italia, le Mafie stanno guadagnando da indossare


Di Thomas Saintourens

Pubblicato oggi 03h04

L’approccio tecnico è cordiale. Un braccio confortante passato intorno alla spalla, biglietti scivolato nel cavo della mano, un telefono messaggio : “Sai che puoi contare su di noi. “ La vittima è consenziente. Etranglée dai debiti, è visto come un benefattore generoso ospite. In pochi mesi, l’usuraio tornerà a reclamare il suo debito gonfiato di interesse annuo fino al 1.000 % – sotto la minaccia di un’arma, se si presenta la necessità.

Dal momento che l’aspetto del Covid-19 in Italia, nel mese di febbraio, questi “buoni Samaritani” sono componenti essenziali delle Mafie, squattent dietro i negozi e le piazze del borgo. “Gli strozzini non sono mai così attiva, così come durante i periodi di crisi, come le recessioni economiche o di calamità naturalitrova il procuratore Alessandra Dolci, capo della direzione antimafia di Milano. Il Covid-19, per la criminalità organizzata un ‘ opportunità unica per rafforzare il suo potere. “ Nella sua sfera di competenza, nel cuore dell’Italia più prospera, che fu anche uno dei più colpiti dalla pandemia, il magistrato che “colletti bianchi” della ‘Ndrangheta, la potente Mafia calabrese, sono stati i primi a proporre i soldi – prestiti fino a 300 000 euro – appaltatori sull’orlo della bancarotta.

Articolo riservato ai nostri abbonati Leggi anche L’inverno del pentito di Mafia italiana

Sono calabrese o non, queste “protezioni” sono cucita a mano. Da nord a sud della Penisola, si adattano alle esigenze e sa rendersi indispensabile. Perciò, in Palermo (Sicilia), nel periferico quartiere dello Zen, il fratello di un boss in carcere è stato visto, all’inizio di aprile, nel processo di organizzazione della distribuzione dei cesti di prodotti alimentari per le famiglie più povere. Una generosità lontano da disinteressato : i beneficiari di questo aiuto alimentare ora sono in debito con la famiglia del donatore.

Secondo il ministero dell’interno italiano, l’usura è l’unica attività criminali che hanno conosciuto un aumento durante la pandemia, con un + 9,6% e le dichiarazioni a fine marzo. Figure antimafia, come lo scrittore Roberto Saviano e il magistrato calabrese Nicola Gratteri, sono alarmées. Secondo le stime della camera di commercio di Roma, il rischio dell’uso di usura è aumentata del 50 % nel mese di maggio, sostenuto dal recupero parziale di attività di business.

Bancomat

“Grazie ai profitti del traffico di droga, criminalità organizzata e in grado di rispondere immediatamente alle richieste di chi ha bisogno, o di imprese in difficoltà, sostituendo stesso per le banche e lo Stato “nota il procuratore di Milano, che si preoccupa di vedere “gli imprenditori di solito prospera settori del turismo, dell’ospitalità o di COSTRUZIONE, più da vicino per la prima volta nella loro vita la mafia-come gruppi “. Il clan che, secondo le indagini, avrebbe anche infiltrata in Lombardia il mercato dei prodotti sanitari – come ad esempio l’importazione di maschere e ospedale di gestione dei rifiuti.

Ancora 74.58% di questo articolo da leggere. La suite è riservato agli abbonati.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.