Squadra italiana copre ghiacciaio del gigante bianco fogli per rallentare il processo di fusione | Ambiente


Una vasta tela cerata dipana, la raccolta di velocità rimbalza giù per il ghiacciaio più scintillante di neve. L’estate è qui e l’alpine ice è protetto dal surriscaldamento globale.

Nel nord Italia, il ghiacciaio Presena è perso più di un terzo del suo volume dal 1993.

Una volta che la stagione sciistica è finita e funivie sono ormeggiate, ambientalisti gara per provare a fermare la fusione utilizzando bianco teloni che bloccano i raggi del sole.

“Questo settore è in continua contrazione, in modo da coprire il più possibile”, spiega Davide Panizza, 34, che è a capo della Carosello-Tonale azienda che fa il lavoro.

Da una superficie di circa 30.000 metri quadrati nel 2008, quando il progetto è iniziato, la sua squadra ora luoghi di 100.000 metri quadrati sotto gli involucri.

Lavoratori trascinare uno dei fogli in posizione



Lavoratori trascinare uno dei fogli in posizione. Fotografia: Miguel Medina/AFP/Getty Images

I rivestimenti sono “geotessile teloni che riflettono la luce del sole, mantenendo una temperatura inferiore a quella esterna, e quindi di preservare il più neve possibile”, ha detto all’AFP.

Al confine tra la Lombardia ed il Trentino Alto Adige le regioni, i lavoratori srotolare i fogli in strisce lunghe, che copre un’area ad un’altitudine di 2700-3000 m.

Si muovono metodicamente giù per la montagna sotto un cielo azzurro e limpido per tirare le coperture tesa, e li cuce insieme per assicurare caldo bozze non scivolare di sotto. Sacchi di sabbia per poi agire come ancore contro il vento.

Una volta sul posto, i fogli, i quali misurare 70m da 5m, sono difficilmente distinguibili dal pranzo al bianco della neve sotto.

“Ci sono ghiacciaio di copertura sistemi simili al nostro, su alcuni ghiacciai Austriaci, ma la superficie coperta da teloni è molto più piccolo,” Panizza, ha detto.

L’Austriaco, di fatto teloni di costo fino a €400 ($450) e si prende la squadra per sei settimane, per la loro installazione, e un altro di sei settimane per rimuoverli prima dell’inverno di nuovo.

Franco Del Pero, 48, conduce l’operazione e dice miglioramenti tecnologici significa contemporanea teloni di proteggere meglio rispetto alle versioni precedenti.

“Quando abbiamo rimuoverli nel mese di settembre e si vede che hanno fatto il loro lavoro, ci sentiamo orgogliosi”, dice.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *