Jamie Murray preoccupazione circa US Open ‘incubo logistico’



Jamie Murray ha avvertito che il tennis’ potere e i giocatori ancora affrontare diverse sfide logistiche davanti al 2020 US Open.

Questo anno difficile-court Grand Slam a Flushing Meadows è stata data la luce verde, ma sarà giocato senza tifosi mentre rigoroso di salute e di sicurezza dei protocolli devono essere introdotte per ridurre al minimo il coronavirus rischi.

LEGGI ANCHE | 2020 US Open: Tutto ciò che sappiamo finora

Anche se del calibro di 23 Grand Slam winner Serena Williams e campione uscente Bianca Andreescu si sono impegnati per l’evento, il mondo No 2 Simona Halep ha ammesso come stanno le cose, lei è improbabile che giocare.

Rafael Nadal ha già dichiarato che lui non è sicuro se lui si sfideranno mentre Novak Djokovic, dopo aver inizialmente il che indica che egli potrebbe anche saltare il torneo, sembra aver avuto un cambiamento di cuore.

Regnante doppio misto US Open, andy Murray stesso ha ammesso che avrebbe potuto dare all’evento una miss ed ha evidenziato i possibili problemi di fronte a funzionari e i giocatori.

“Ci potrebbero essere anche i giocatori che non possono anche viaggiare fuori dal paese, in quella fase,” ha detto Sky Sports News in un’intervista.

“Ci potrebbero essere anche le persone provenienti da paesi che non possono venire in NOI.

“È difficile, quello che se si dispone di 128 giocatori, ma 20 o 30 di coloro che sono di alta classifica abbastanza per essere nel main draw non sono ammessi a venire al torneo. Cosa fai con quella?

“È ingiusto per poi iniziare potenzialmente premiazione Grand Slam punti, il premio in denaro e roba quando un gruppo di giocatori che in realtà non può farsi per il torneo. Che è qualcosa che, ovviamente, bisogno di guardare oltre.

“Alla fine della giornata ci saranno ancora un sacco di giocatori che vogliono ancora la possibilità di andare e di competere e avere la possibilità di andare e guadagnare Grand Slam premio in denaro a prescindere dal torneo di set up.”

– TEAMtalk media

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *