Putin riscrive la storia della seconda Guerra Mondiale — e non battaglia per la memoria storica



Giovedì, la rivista americana Interesse Nazionale ha pubblicato un saggio dal Presidente russo Vladimir Putin, l’eredità della guerra in Europa, che si è concluso poco più di 75 anni fa.

Putin inizia il saggio con una nota personale: Come milioni di cittadini dell’ex Unione Sovietica, la sua famiglia, la sua vita è stata toccata direttamente dalla guerra.

“Per i miei genitori, la guerra significava terribili prove dell’Assedio di Leningrado dove sono i miei due-anno-vecchio fratello Vitya morto”, egli scrive. “Era il luogo dove mia madre miracolosamente riuscito a sopravvivere. Mio padre, pur essendo esenti dal servizio attivo, si offrì volontario per difendere la sua città natale. Ha fatto la stessa decisione, come milioni di cittadini Sovietici. Ha combattuto al Nevsky Pyatachok testa di ponte e fu gravemente ferito.”

Ma Putin con la lettura del tempo di guerra, la storia è molto deliberata messaggio per oggi.

Primo, c’è il timing. Putin aveva pianificato una grande festa per celebrare il Giorno della Vittoria, il 9 Maggio, il giorno in cui la Russia osserva la fine della Seconda Guerra Mondiale in Europa, invitando i leader del mondo ad unirsi a lui per una stravagante parata nella Piazza Rossa. Il Giorno della vittoria doveva segnalare che la Russia aveva recuperato il suo posto come uno storico liberatore, dopo anni di dure sanzioni che seguì l’annessione del paese di Crimea nel 2014.

Sembra di essere seguita attentamente script di politica interna, al momento per il Cremlino: nazionale di votare una modifica costituzionale che avrebbe spianato la strada per Putin per rimanere al potere fino al 2036.

Il coronavirus pandemia di mettere in pagamento di tali piani. Il Cremlino riprogrammata la sfilata, dopo la seconda Guerra Mondiale veterani sollevato preoccupazioni circa i rischi per la salute di organizzare un evento che attira grandi folle a Mosca e in altre città. Il corteo è ora previsto per andare avanti, la prossima settimana.

I cinici potrebbero dire che i veterani della seconda Guerra Mondiale — che ricoprono una posizione di grande venerazione nella società russa, ha fornito comoda copertura per il Cremlino. Ma la storica elucubrazioni di Putin punto di una più ampia campagna di Russia per recuperare parte alta morale a terra — e per giustificare la sua politica estera.

Per cominciare, c’è Putin descrizione delle Molotov-Ribbentrop del 1939, un nonaggression patto tra Adolf Germania di Hitler e di Stalin Unione Sovietica. Un segreto allegato al trattato ha spianato la strada per un carve-up della Polonia, che l’Unione Sovietica invase da est solo poche settimane dopo la Germania Nazista invase la Polonia il 1 settembre 1939, e l’occupazione dei paesi Baltici nel 1940.

L’esistenza del protocollo segreto non è in discussione. Ma nel suo saggio, Putin cast trattato come una necessaria misura difensiva, un equivalente morale di Monaco [1938] Accordo tra il regno UNITO, la Germania, la Francia e l’Italia, che cedette Cecoslovacchia Sudeti alla Germania di Hitler. L’accordo è ora visto come un classico appagamento di un inesorabile espansione di potenza.

Il Primo Ministro britannico Neville Chamberlain, famoso per aver descritto l’Accordo di Monaco-che Putin si riferisce a come il “Monaco di baviera Tradimento” — “pace per il nostro tempo”. Ma l’accordo non e Putin sostiene che Stalin era lasciati con altra scelta di colpire proprio accordo con la Germania.

“In queste circostanze, l’Unione Sovietica ha firmato il Patto di Non Aggressione con la Germania”, scrive. “E’ stato praticamente l’ultimo fra i paesi Europei per farlo”.

Questo non significa che Putin whitewashes l’eredità di Stalin, i cui arresti di massa e purghe costò la vita a milioni di cittadini Sovietici. “Stalin e il suo entourage, infatti, meritano tanti legittimi accuse,” Putin scrive. “Ricordiamo i crimini commessi dal regime contro il suo popolo e l’orrore delle repressioni di massa.”

Tuttavia, egli dice, il patto è stato strategicamente opportuno. “In altre parole, ci sono molte cose che i dirigenti Sovietici può essere rimproverato, ma la scarsa comprensione della natura delle minacce esterne non è uno di loro. Hanno visto come sono stati i tentativi di lasciare l’Unione Sovietica da solo, ad affrontare la Germania e i suoi alleati. Tenendo conto di questa vera e propria minaccia, si è cercato di acquistare il prezioso tempo necessario per rafforzare il paese difese.”

La sua lettura della storia è probabilmente la scintilla, l’indignazione in Polonia e gli stati Baltici, che sono ora membri dell’Unione Europea, nonché i membri dell’Organizzazione del Trattato Nord Atlantico. Per tutti quei paesi, Mosca annessione della Crimea nel 2014 e al sostegno dei separatisti impostare un preoccupante precedente: Se la Russia fosse disposto a “intervenire” in nome e per conto di etnia russa in Crimea, inviando le sue truppe, sarebbe da fare lo stesso nei paesi Baltici?

Hitler ha rottamato il suo patto con Stalin nel 1941, invadendo la Polonia e il lancio di una guerra che è costata la Unione Sovietica più di 25 milioni di militari e civili vita. Occidentale, la cultura popolare è a volte trascurato che il sacrificio, concentrandosi su eventi come la Sbarco in normandia nel 1944.

Ma Putin saggio eleva la guerra dei Sovietici in Europa a qualcosa di superiore: Una crociata per salvare il mondo. E, così facendo, egli suggerisce che la scure di guerra capitoli sono al di sopra delle critiche, e per estensione, quindi, è la Russia di Putin oggi.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *