Anche Microsoft non è contenta del bullismo dell'App Store di Apple


Microsoft ritiene che sia il momento per i regolatori antitrust di indagare a fondo sull'App Store di Apple. Parlare durante a Politico intervista questa settimana, Il responsabile legale di Microsoft Brad Smith ha delineato l'approccio del giardino murato di Apple al suo App Store e in che modo influisce sulla concorrenza.

"Se guardi al settore oggi, penso che ciò che troverai è sempre più che stai vedendo app store che hanno creato muri più alti e porte molto più formidabili per accedere ad altre applicazioni di qualsiasi cosa esistesse nel settore 20 anni fa", dice Smith. "Impongono requisiti che affermano sempre più che esiste un solo modo per accedere alla nostra piattaforma, ovvero passare attraverso il cancello che noi stessi abbiamo creato. In alcuni casi creano un prezzo molto elevato per un pedaggio, in alcuni casi il 30 percento di tutte le tue entrate deve andare al detentore del pedaggio, se lo desideri. "

Mentre Smith non nomina Apple, Bloomberg confermato con Microsoft che si riferisce specificamente all'App Store.

Campo delle icone di Apple iTunes App Store

App Store di Apple

Questa settimana potrebbe passare alla storia come una svolta per l'App Store di Apple. Il produttore di iPhone è stato coinvolto in un dibattito in corso sulla controversa decisione di rifiutare la nuova app di posta elettronica Hey. Inizialmente Apple ha approvato l'app, ma in seguito ha deciso di infrangere le regole dell'App Store. Apple è stata accusata di agire come monopolista e prepotente dal presidente della sottocommissione antitrust della Camera.

La decisione di Apple ha messo in evidenza le confuse politiche di Apple sull'App Store, proprio come la Commissione europea ha annunciato un'indagine antitrust formale su App Store e Apple Pay. Arriva anche pochi giorni prima della conferenza annuale degli sviluppatori WWDC di Apple, mettendo l'azienda in una posizione scomoda per ospitare un evento per invogliare gli sviluppatori a creare app per le sue piattaforme.

"Credo che sia giunto il momento, che si tratti di Washington DC o di Bruxelles, di una conversazione molto più mirata sulla natura degli app store, le regole che vengono messe in atto, i prezzi e gli strumenti che vengono estratti, e se esiste davvero una giustificazione nella legge antitrust per tutto ciò che è stato creato ", afferma Smith.

Microsoft ovviamente ha una certa esperienza e storia con i casi di antitrust, dopo essere stato riconosciuto colpevole di abusi di monopolio legati al suo raggruppamento di Internet Explorer in Windows quasi 20 anni fa. Alla fine Microsoft è stata costretta ad aprire Windows più agli sviluppatori di terze parti e ha dovuto affrontare da anni un esame più attento delle sue pratiche. La Commissione europea è andata ancora oltre, ordinando a Microsoft di creare una versione separata di Windows senza il suo Windows Media Player in bundle e di creare un voto del browser affinché i consumatori possano scegliere il proprio browser Web preferito.

Bill Gates alla conferenza stampa antitrust

Bill Gates parla in una conferenza stampa antitrust nel 1998
Foto di Porter Gifford / Liaison

L'indagine dell'UE sull'App Store di Apple è ancora in una fase iniziale, quindi non è chiaro quale tipo di misure saranno prese, ma Microsoft è sicuramente in disparte e incoraggiante azione. Microsoft ha affrontato i propri problemi con l'App Store di Apple. Il produttore di software ha tentato di lanciare la sua app SkyDrive (ora denominata OneDrive) per iPhone nel 2012, ma è stata bloccata in una battaglia per un taglio del 30 percento delle entrate derivanti dagli acquisti di spazio di archiviazione cloud all'interno dell'app. È stata una rissa minore che è stata un punto di prova per il lancio di Office di Microsoft su iOS.

Più recentemente, Microsoft ha lottato per lanciare il suo servizio di streaming di giochi xCloud su iOS. La società ha lanciato una versione di anteprima, ma "per conformarsi alle politiche dell'App Store", l'app include un solo gioco ed è limitata rispetto alla versione Android. Microsoft non ha rivelato esattamente perché xCloud è limitato dai criteri dell'App Store. Apple aveva precedentemente rivisto le sue politiche sull'App Store durante il WWDC 2018 per consentire ad app mobili come il servizio di streaming di giochi Steam Link di Valve, ma sia xCloud che Stadia di Google non sono stati in grado di avviarsi completamente nell'App Store.

https://www.theverge.com/

Microsoft ha difficoltà a lanciare xCloud su iOS.
Foto di Nick Statt / The Verge

Mentre Microsoft si è scontrato con Apple sulle sue politiche sull'App Store, ha anche beneficiato di varie promozioni per le sue app nell'App Store. Anche l'anno scorso Microsoft è apparso sul palco del WWDC per promuovere Minecraft Earthe la società si era già presentata agli eventi Apple per pubblicizzare i miglioramenti di Office per iPhone e iPad.

Microsoft trarrebbe vantaggio da un Apple App Store più aperto, sia in termini di entrate che di come l'azienda può progettare e lanciare app. Microsoft ha sempre più abbracciato Android come l'equivalente mobile di Windows, a causa delle molte restrizioni con iOS e le politiche dell'App Store di Apple. Questo investimento Android ha portato Microsoft a collaborare più strettamente con Google e Samsung e a lanciare app come Your Phone per Windows 10 che è a malapena funzionale se abbinato a un iPhone.

Apple ora sta raddoppiando sulla difesa delle sue politiche sull'App Store, ma c'è un numero crescente di aziende che chiedono il cambiamento. Spotify ha guidato il gruppo con un reclamo antitrust l'anno scorso e ora Epic Games, Rakuten, Match Group, Microsoft e altri stanno facendo conoscere i loro sentimenti. Queste chiamate probabilmente aumenteranno di volume man mano che l'UE proseguirà le sue indagini, ma se c'è qualcosa che sappiamo delle battaglie di Apple con i regolatori europei è che è non ha paura di reagire.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.