La Model S di Tesla è la prima auto elettrica con rating EPA a 400 miglia di distanza


La Tesla Model S Long Range Plus ora ha una gamma EPA di 402 miglia, che lo rende il primo veicolo elettrico a ricevere una valutazione di oltre 400 miglia dall'agenzia. La nuova classificazione si applica a tutti i veicoli modello S del Nord America con il nome "Long Range Plus", che Tesla è stata presentata a febbraio per sostituire la versione "Long Range" dell'auto.

"Tutte le vetture Model S prodotte dalla fine di gennaio hanno un'autonomia di 402 miglia", Elon Musk, CEO di Tesla ha detto in un tweet. "Questo lo sta solo rendendo ufficiale." Il modello S Long Range Plus ha un prezzo di partenza di $ 74.990 a seguito di una riduzione del prezzo del mese scorso.

Fino a poco tempo fa, la gamma con rating EPA del modello S Long Range Plus era di 391 miglia, ma questa era stata una fonte di contesa tra Tesla e l'EPA. Il mese scorso, l'amministratore delegato di Tesla ha affermato che la valutazione era il risultato di un errore commesso dall'EPA, che ha causato la perdita del 2 percento della sua autovettura durante i test. Tuttavia, l'agenzia governativa ha contestato questo fatto e ha affermato che l'auto era stata testata correttamente. A quel tempo, Musk disse che l'auto sarebbe stata riprovata quando l'EPA avrebbe riaperto. The Verge comprende che la nuova valutazione di 402 miglia è il risultato del nuovo test.

In un post del blog che accompagna l'annuncio, Tesla ha descritto in dettaglio i miglioramenti che hanno permesso all'auto di rompere la barriera di 400 miglia. Questi includono la riduzione del peso di componenti come il pacco batteria dell'auto, ruote più aerodinamiche e l'utilizzo di unità di trasmissione più efficienti. I miglioramenti della frenata rigenerativa significano anche che più energia viene rimandata al pacco batteria dell'auto durante la guida.

I miglioramenti portano a "un aumento di quasi il 20% della portata rispetto a un modello S 100D del 2019 con lo stesso design del pacco batteria", afferma Tesla.



Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *