Bose rinuncia al suo progetto sonoro di realtà aumentata


Bose sta rinunciando al suo progetto di realtà aumentata, due anni dopo aver debuttato l'idea a SXSW. Come riportato per la prima volta di Protocollo, i dipendenti che lavorano in AR presso l'azienda hanno lasciato o sono stati licenziati; Ai partner di Bose è stato detto che le loro app avrebbero smesso di funzionare nelle prossime settimane; e la società ha cancellato le menzioni di AR dal suo sito Web, oltre a chiudere il suo SDK AR pubblico in aprile. Anche il principale sostenitore di AR presso l'azienda, SVP John Gordon, è partito l'estate scorsa.

"Bose AR non è diventato ciò che immaginavamo", ha detto un portavoce di Bose Protocollo. "Non è la prima volta che la nostra tecnologia non può essere commercializzata come pianificato, ma i suoi componenti verranno utilizzati per aiutare i proprietari di Bose in modo diverso. Siamo bravi con quello. Perché la nostra ricerca è per loro, non per noi. "

L'AR di Bose era focalizzata sul suono piuttosto che sulla grafica. Ha istituito un fondo da $ 50 milioni per gli sviluppatori di Bose AR e inizialmente ha lavorato con 11 partner software tra cui Yelp e TripAdvisor. La società ha lanciato gli occhiali da sole Frames a gennaio 2019 per $ 199, che riproduceva l'audio dalle armi. Presenta anche un microfono e un pulsante incorporato, oltre alla funzionalità dell'app. La funzione AR si basava sul GPS di uno smartphone e su un sensore di movimento per determinare dove una persona stava guardando e in piedi. L'idea era che gli occhiali potessero fornire informazioni su qualunque cosa qualcuno stesse vedendo. Non è chiaro come il lavoro AR della società potrebbe essere utilizzato in prodotti futuri o come i frame reggeranno, ma The Verge ha chiesto chiarimenti.

Questa notizia arriva dopo un anno difficile per Bose: ha annunciato che avrebbe chiuso tutti i suoi 119 negozi fisici in Nord America, Europa, Australia e Giappone, causando il licenziamento di centinaia di persone. Allo stesso tempo, anche la più ampia industria AR ha recentemente fallito. Magic Leap, una startup promossa, ha licenziato circa 1.000 dipendenti; il suo CEO si è dimesso; e la società ha lasciato lo spazio hardware di consumo all'inizio di quest'anno. Anche altre due società, ODG e Daqri, hanno chiuso l'anno scorso e mezzo. Chiaramente, Bose non ha potuto far funzionare l'AR per i suoi prodotti, il che non è di buon auspicio per il più ampio settore dell'AR.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *