US Open facce del D-day in mezzo giocatore incertezza



Il destino del US Open è impostato per essere rivelato la prossima settimana, quando i funzionari a decidere se o non il torneo può andare avanti come previsto tra crescente disagio tra i migliori giocatori.

Il mortale COVID-19 pandemia, che ha decimato gli internazionali di tennis di calendario, ora ha Flushing Meadows due settimane nel suo mirino.

Con New York, la più colpita della città dal coronavirus crisi, la United States Tennis Association è stato rimescolando per venire con un piano che consente il torneo andato in scena.

Ma con l’Open di francia rinviata al 20 settembre l’inizio di Wimbledon annullata e la stagione del tennis in arresto, gli US Open di stato ha guardato sempre più discutibili, come il suo del 31 agosto, data di inizio telai sempre più vicini.

Dopo aver considerato e, pare, scartando l’idea di spostare il torneo per la California o la Florida, la USTA ha risolto in scena l’evento di New York all’interno di una protezione “bolla”, possibilmente senza ventole.

Secondo protocolli di sicurezza proposto per il torneo, i giocatori potrebbero essere confinato in un hotel al di fuori di Manhattan e sarebbe solo il permesso di portare un membro del loro entourage dell’evento.

Singoli qualificazione sarebbe eliminata, mentre le doppie tornei sarebbe drasticamente ridotto da 64 abbinamenti a solo 24.

ATP/WTA Cincinnati Masters evento potrebbe anche essere spostato a New York come lead-in del torneo.

“Questo è il mondo in cui viviamo,” USTA direttore del lettore relazioni Eric Butorac detto ATP e WTA giocatori durante una chiamata in conferenza, mercoledì.

“Crediamo che questo sia un buon piano e crediamo che sia un bene per lo sport. E ‘ un bene per il tennis economia, creare posti di lavoro per voi, per gli allenatori, per i commentatori, per così tante persone.

“E, soprattutto, questo piano ti tiene al sicuro.”

Finora, tuttavia, quelle parole di rassicurazione sono riusciti a sedare disagio tra gli internazionali di tennis del circuito di grandi nomi.

Il numero uno del mondo Novak Djokovic ha detto che la proposta di misure di sicurezza e le restrizioni sul numero di personale di supporto sono stati problematici.

“Non avremmo accesso a Manhattan, ci sarebbe da dormire in un hotel presso l’aeroporto, per essere testato due volte o tre volte la settimana,” Djokovic ha detto.

“Inoltre, abbiamo potuto portare una persona per il club, che è davvero impossibile.

“Voglio dire, è necessario che il tuo allenatore, poi, un fitness trainer, poi un fisioterapista.”

Djokovic ha detto la maggior parte dei giocatori aveva parlato di “una, piuttosto negativo” del suonare a New York ed ha previsto alcuni, invece, un interruttore per il ritardo clay court stagione, invece.

Djokovic preoccupazioni sono state condivise da difendere singolare maschile campione Rafael Nadal, che sarebbe a caccia di un 20 ° titolo del grande Slam a Flushing.

Nadal, numero due del mondo, ha detto all’inizio di questo mese che non sarebbe giocare a New York, se il torneo è stato avvenendo ora.

Il 34-year-old dice tennis non dovrebbe riprendere fino a quando non è completamente sicuro” per tutti i concorrenti.

Australia, Nick Kyrgios, nel frattempo, ha accusato il Tour ATP di cavalcare un rullo compressore sulle lettore preoccupazioni.

“L’ATP sta cercando di rendere il US Open andare avanti. Egoista con tutto quello che succede, al momento,” Kyrgios ha scritto su Twitter.

Ma Djokovic le prenotazioni non hanno vinto alcuni di tennis rango e file. Americane donne single player Danielle Collins criticato Djokovic dichiarazioni pubbliche in merito alla proposta di limiti sul personale di supporto.

“Questa è una grande opportunità per i giocatori di iniziare a fare soldi, e qui abbiamo il miglior giocatore del mondo, dicendo solo di essere in grado di portare una persona (di lui) sarà troppo difficile”, Collins ha detto.

“È facile quando qualcuno ha fatto 150 milioni di dollari durante la loro carriera per provare a dire alla gente cosa fare con i loro soldi, e poi abbassare giocando in US Open,” Collins aggiunto.

Qualunque sia la USTA decide l’organizzazione, che la scorsa settimana ha licenziato più di 100 dipendenti, è venuta a patti con quello che sarà un altro grande colpo finanziario per i ricavi, che si sono già “in frantumi”, secondo il presidente dell’associazione Patrick Galbraith.

Lo scorso anno, circa $400 milioni di USTA finanziari ricavi di $485 milioni di euro sono stati generati da il suo fiore all’occhiello del torneo, con un grande pezzo di denaro proveniente dagli sponsor e le persone che frequentano US Open partite.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *