Recensione Motorola Moto E (2020) e Moto G Fast: nozioni di base sugli smartphone con un budget limitato


Nonostante una recente serie di telefoni di fascia alta, l'ambizione di Motorola negli ultimi anni è stata quella di possedere lo spazio telefonico economico e di fascia media. E il nuovo Moto G Fast e Moto E (nessun numero più) sono gli ultimi pezzi di quel puzzle per la formazione di quest'anno, unendo Moto G Power e G Stylus precedentemente rilasciati a prezzi ancora più bassi.

A partire da $ 149,99 per la nuova Moto E e $ 199,99 per la Moto G Fast, i nuovi telefoni significano che Motorola ora ha telefoni economici ad ogni incremento di $ 50 tra $ 149 e $ 299. Sono molti telefoni e si scopre che non sono molto diversi tra loro.

https://www.theverge.com/ "data-upload-width =" 2040 "src =" https://cdn.vox-cdn.com/thumbor/ARZD1-yHRLOrlqpJ30_ivnUapp8=/0x0:2040x1360/1200x0/filters: focale (0x0: 2040x1360): no_upscale () / cdn.vox-cdn.com/uploads/chorus_asset/file/20027723/cgartenberg_200609_4060_0006.jpg

La nuova Moto E

La Moto E 2020 è una voce interessante per la linea telefonica a basso costo di Motorola, e c'è molto da apprezzare qui, soprattutto rispetto alla Moto E6 dell'anno scorso, che è stato un aggiornamento più incrementale.

C'è un processore Snapdragon 632 più veloce, una nuova fotocamera con profondità secondaria, un design più premium con uno schermo dentellato e un sensore di impronte digitali sul retro (una novità per la serie E). Ma ci sono ancora problemi persistenti, come il fatto che Motorola si attacca con solo 2 GB di RAM e una porta Micro USB per la ricarica, specifiche che erano già obsolete nella Moto E6 dell'anno scorso e sono particolarmente deludenti da vedere qui. E non c'è ancora nessuna ricarica NFC o wireless.

Alcuni di questi miglioramenti sono attesi da tempo, come il processore Snapdragon 632. Sebbene abbia più di un anno – per riferimento, Motorola lo ha usato nei modelli Moto G7 e G7 Power dello scorso anno – e sicuramente non vincerà alcun premio per la velocità, è ancora abbastanza capace nel 2020 per la maggior parte delle attività e non c'è alcun ritardo evidente nella maggior parte delle app di tutti i giorni che ho usato, come Instagram, Chrome e Tiktok.

Il gioco è più complicato. Giochi più semplici (come L'avventura di Alto) funziona bene. Ma titoli più graficamente impegnativi come Asfalto 9 lotta, e il gioco più intenso che ho provato a testare – Fortnite – non ha funzionato affatto.

https://www.theverge.com/ "data-upload-width =" 2040 "src =" https://cdn.vox-cdn.com/thumbor/I6NhRtwrMpKoVJBpS-TK0KkuOR8=/0x0:2040x1360/1200x0/filters: focale (0x0: 2040x1360): no_upscale () / cdn.vox-cdn.com/uploads/chorus_asset/file/20027722/cgartenberg_200609_4060_0005.jpg

Novità sulla Moto E 2020: un sensore di profondità da 2 megapixel e un lettore di impronte digitali posteriore.

Ma mentre le prestazioni del processore sono un grande miglioramento, la misera RAM trattiene la Moto E; 2 GB non sembrano abbastanza RAM per eseguire comodamente Android. La Moto E funziona abbastanza velocemente all'inizio – il nuovo processore sicuramente aiuta in questo – ma una volta che hai aperto alcune schede in Chrome, o un paio di app in esecuzione in background, le cose iniziano a rallentare, specialmente se stai passare da un'app all'altra regolarmente.

E mentre i nuovi telefoni Moto G e Edge Plus hanno iniziato a invertire i guai della fotocamera di Motorola, la nuova Moto E è ancora saldamente in passato, con un sensore principale da 13 megapixel che sembra essere invariato rispetto al vecchio modello – vale a dire , cattivo.

La nuova aggiunta qui è un sensore di profondità per la modalità ritratto, che funziona, anche se non è particolarmente eccezionale nel tagliare dettagli fini come i capelli. È anche trattenuto dalla fotocamera principale poco luminosa (che deve ancora scattare la foto reale).

Infine, c'è il display: un pannello a 720p che funziona a 1520 x 720, che sembra a distanza, ma i bordi frastagliati e il testo sfocato iniziano ad apparire quando guardi da vicino. È particolarmente evidente da quando Motorola è passato a uno schermo da 6,2 pollici qui, rispetto al pannello da 5,5 pollici sulla Moto E6.

L'approccio "buono da lontano" si applica a gran parte della Moto E 2020: è un telefono che assomiglia molto a uno smartphone premium, ma da vicino l'illusione non regge abbastanza. Il design interamente in plastica sembra più leggero nella tua mano di quanto dovrebbe, la fotocamera è surclassata e le prestazioni sono nella media. Nel bene o nel male, è uno smartphone da $ 149,99.

https://www.theverge.com/ "data-upload-width =" 2040 "src =" https://cdn.vox-cdn.com/thumbor/dhQ4fW_kz7HYXd_u3zj7jGl_PiA=/0x0:2040x1360/1200x0/filters:focal ( 0x0: 2040x1360): no_upscale () / cdn.vox-cdn.com/uploads/chorus_asset/file/20027718/cgartenberg_200609_4060_0001.jpg

Moto G Fast

Ma mentre la Moto E è un sostanziale aggiornamento rispetto al modello dell'anno scorso, la Moto G Fast è effettivamente un downgrade meno interessante dei suoi fratelli più costosi. Se hai visto la formazione Moto G di quest'anno – in particolare la Moto G Power, da cui la Moto G Fast è visivamente indistinguibile – dovresti avere una buona idea di cosa aspettarti.

Esistono, infatti, esattamente tre differenze tra la potenza di $ 249,99 G e la velocità di $ 199,99 G. Primo: la batteria di G Fast è una cella da 4.000 mAh, invece della batteria da 5.000 mAh presente su G Power. Secondo: il display di G Fast è un pannello a 720p, invece del più nitido display a 1080p che si trova su G Power. E in terzo luogo, il G Fast ha solo 3 GB di RAM, anziché 4 GB.

L'allungamento di una risoluzione di 1560 x 720 su un display da 6,4 pollici è approssimativo. Se guardi da vicino, puoi effettivamente vedere i pixel di alcune icone e testo. (Il Moto E da 6,2 pollici più piccolo in realtà sembra migliore del suo fratello più costoso, grazie a un rapporto pixel per pollice leggermente più alto.)

https://www.theverge.com/ "data-upload-width =" 2040 "src =" https://cdn.vox-cdn.com/thumbor/g6NKO1FP9QPvGAvtqiOoHJ_wFM8=/0x0:2040x1360/1200x0/filters:focal ( 0x0: 2040x1360): no_upscale () / cdn.vox-cdn.com/uploads/chorus_asset/file/20027721/cgartenberg_200609_4060_0004.jpg

Il fatto che G Fast abbia meno pixel da spingere dovrebbe aiutare a prolungare la durata della batteria, anche se è difficile dire se la batteria più piccola avrà un impatto enorme senza ulteriori test estesi. Motorola promette che il G Fast durerà almeno due giorni, a cui è riuscito con successo. (Per un altro confronto, G Fast ha anche lo stesso processore e la stessa batteria del G Stylus più costoso, ma con uno schermo meno impegnativo, a bassa risoluzione.)

Infine, la RAM. Mentre 3 GB sono nella parte inferiore di un moderno telefono Android, sembra essere abbastanza per mantenere tutto senza intoppi, anche se è qualcosa che vorresti tenere a mente se stai pianificando giochi pesanti o multitasking. (Per esempio, Fortnite – che richiede almeno 4 GB di RAM – funziona tecnicamente, ma sembra e funziona in modo terribile.)

Tutto il resto di G Fast – il design hardware, il processore, le telecamere, la mancanza di NFC, la ricarica wireless o l'impermeabilità sostanziale – è identico a G Power. Per saperne di più su quel telefono, ti farò riferimento all'eccellente recensione del mio collega Cameron Faulkner, in quanto fornisce ulteriori dettagli sui pro e contro della gamma Moto G 2020. Per i miei soldi, i $ 50 in più valgono la batteria più grande, il display più nitido e la RAM aggiuntiva, ma se hai un budget limitato, i compromessi non sono così terribili da rovinare del tutto l'esperienza.

https://www.theverge.com/ "data-upload-width =" 2040 "src =" https://cdn.vox-cdn.com/thumbor/btoj__EbFdm-5SCe_czRHHPf1Mw=/0x0:2040x1360/1200x0/filters: focale (0x0: 2040x1360): no_upscale () / cdn.vox-cdn.com/uploads/chorus_asset/file/20027720/cgartenberg_200609_4060_0003.jpg

Con così tanti telefoni di fascia media e budget con specifiche simili tutti così strettamente raggruppati insieme nella sua gamma, i nuovi Moto E e Moto G Fast sono un po 'difficili da analizzare. È una strategia che si sente meno sulla costruzione di telefoni per i propri meriti e di più sulla costruzione di dispositivi per raggiungere specifici punti di prezzo.

E in quanto membri più economici della famiglia Motorola, le nuove Moto E e Moto G Fast riescono in questo senso. Ricorda: ottieni quello per cui paghi.

Fotografia di Chaim Gartenberg / The Verge.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *