Honda interrompe la produzione e chiude gli uffici in seguito all'attacco di ransomware


Le operazioni globali di Honda sono state colpite da un attacco di ransomware e la casa automobilistica giapponese sta ancora lavorando per riportare tutto online. La società ha dichiarato martedì che ha dovuto chiudere temporaneamente alcuni impianti di produzione e che le operazioni dei suoi clienti e servizi finanziari sono state chiuse.

"(T) qui non ci sono prove attuali di perdita di informazioni di identificazione personale", afferma Honda in una nota a The Verge. "Abbiamo ripreso la produzione nella maggior parte degli impianti e stiamo attualmente lavorando per il ritorno alla produzione dei nostri stabilimenti per auto e motori in Ohio."

Il virus è pensato per essere quello che è noto come il ransomware "Snake". Questo tipo di attacco coinvolge un hacker che crittografa i file di un'azienda per tenerli in ostaggio e quindi offre di decrittografarli in cambio di denaro. Honda lo ha definito un "attacco di ransomware (virus) per computer" nel suo sistema di allarme interno, secondo un messaggio visto da The Verge. "I team IT dell'IT a livello globale e in tutta la regione NA stanno lavorando continuamente per contenere questo attacco e ripristinare la normale attività aziendale il più rapidamente possibile, tuttavia molti processi aziendali che si basano su sistemi informatici ne sono influenzati".

Mentre Honda afferma che alcune fabbriche stanno aprendo il backup, i proprietari non sono in grado di effettuare pagamenti online o accedere al sito Web del servizio clienti dell'azienda, secondo ai reclami su Twitter. E un dipendente di uno dei più grandi uffici nordamericani per i clienti e i servizi finanziari dell'azienda lo dice The Verge che i lavoratori temporanei (che costituiscono una parte significativa di questa parte della forza lavoro dell'azienda) non vengono pagati mentre l'ufficio è chiuso.

Anche se è stato eseguito il backup dei sistemi, molti dipendenti degli uffici clienti e servizi finanziari statunitensi di Honda non hanno la possibilità di lavorare in remoto. Come The Verge riferito a maggio, ciò significava che molti di quei dipendenti dovevano andare in quegli uffici durante una pandemia, e alcuni erano preoccupati che la società non stesse facendo abbastanza per fermare la diffusione di COVID-19. Nelle ultime settimane, però, i dipendenti di questi uffici hanno detto The Verge che Honda ha finalmente istituito controlli di temperatura, applicando il distanziamento sociale e, in alcuni luoghi, ha permesso a più persone di lavorare in remoto.



Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *