Il secondo maggiore azionista di Tesla investe $ 35 milioni in Lilium, una startup di taxi aerei


Lilium, startup tedesca di taxi aerei, ha dichiarato lunedì di aver raccolto altri 35 milioni di dollari per alimentare il suo obiettivo di lanciare un veicolo elettrico per il decollo e l'atterraggio (eVTOL) entro il 2025. Oltre a $ 240 milioni raccolti dalla società all'inizio di marzo, quando gran parte del globo iniziò a sentire gli effetti della pandemia di COVID-19.

Il Lilium, che ha sede a Monaco, è una delle iniziative più promettenti con gli occhi puntati su un servizio di taxi urbano destinato a soppiantare il normale traffico automobilistico. E mentre altre società eVTOL stanno lottando per rimanere a galla durante la pandemia di COVID-19, Lilium continua a raccogliere fondi.

Nell'ambito del suo round ampliato, Lilium sta aggiungendo un nuovo investitore: Baillie Gifford, la società scozzese di gestione patrimoniale 112 anni che è la secondo maggiore azionista di Tesla dopo Elon Musk. Si dice che la società possieda il 7,67 percento di Tesla, che vale $ 10,35 miliardi. L'annuncio di marzo includeva finanziamenti da investitori esistenti, come Atomico, Freigeist Capital, LGT e Tencent, che hanno guidato il round.

"Baillie Gifford è uno degli investitori tecnologici più influenti al mondo e il loro impegno nei confronti di Lilium rappresenta un significativo voto di fiducia sia nel nostro prodotto fisico che nel nostro caso aziendale", ha dichiarato Christopher Delbrück, Chief Financial Officer di Lilium.

Ma il round di finanziamento di Lilium è stato inferiore ai 400-500 milioni di dollari TechCrunch segnalati l'azienda stava perseguendo lo scorso ottobre. Lilium ha negato che era sempre sua ambizione raccogliere così tanti soldi, citando costi di manodopera più bassi in Germania rispetto alla Silicon Valley. "Al momento di quell'articolo dicevamo di non riconoscere quel numero e ancora non lo facciamo", ha detto un portavoce. "Siamo molto contenti del livello di investimento che abbiamo attratto, sia dagli investitori esistenti che da quelli nuovi".

Il tipo di aeromobile che Lilium sta sviluppando è in genere chiamato "macchina volante", a propulsione elettrica, in grado di trasportare solo una manciata di passeggeri e destinato a voli brevi all'interno di una città o di una regione. Questi tipi di veicoli sono ancora nella fase del prototipo e devono ancora essere lanciati per il servizio commerciale.

La società ha completato la prima fase di test del prototipo elettrico a 36 posti a cinque posti a cinque rotoli nell'ottobre 2019, con l'aeromobile che ha raggiunto una velocità di 100 km / h (62 mph). Lilium afferma di rimanere "sulla buona strada" per avviare operazioni passeggeri in diverse località del mondo entro il 2025.

Una volta completato, il Lilium Jet avrà un'autonomia di 300 chilometri (186 miglia) e una velocità massima di 300 km / h (186 mph), afferma la società. Lilium afferma che questo lo mette davanti ai suoi concorrenti e gli permette di volare tra le regioni piuttosto che solo un breve salto all'interno delle città.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.