E il Covid-19 spazzato Lombardia


Bergamo.Italia. 03.15.20. Una macchina usata come una bandiera con la scrittura: Andrà tutto bene(tutto andrà bene

GABRIELE MICALIZZI / CESURA PER “IL MONDO”

Da Jérôme Gautheret e Rémy Ourdan

Pubblicato oggi alle 13: 10, aggiornato al 13h54

Dopo tre mesi di battaglia, dopo tanti morti e vite salvate, Annalisa Malara può finalmente esplodere… è questo frizzante, un medico del pronto soccorso e dell’anestesista, come la terribile notizia, 21 febbraio : il Covid-19, la malattia infettiva causata da SARS-CoV-2, che è apparso in due mesi precedenti a Wuhan, in cina, provincia di Hubei, ha trovato un modo per l’Europa. In questo giorno, Mattia Maestri, ricoverato in ospedale a Codogno, Lombardia, è risultato positivo al virus a richiesta del dr. Annalisa Malara. Non è ancora noto, ma la diagnosi che annuncia l’arrivo di un’epidemia che farà la regione Lombardia, i più colpiti regione d’Europa, e della provincia di Bergamo, in un epicentro di più letali ancora, in proporzione, come Wuhan.

Mentre l’Italia ha intrapreso, dal 4 maggio, un déconfinement con la paura di una ricaduta tenaillant gli spiriti, è ancora difficile prendere la misura della tragedia che ha colpito la pianura lombarda. Dall’inizio della crisi di salute, 33 689 morti (4 giugno) sono stati assegnati per il Covid-19 del paese, un numero che è sottovalutato, l’opinione generale è. La metà delle vittime ha vissuto nella sola Lombardia. Una generazione, quella della memoria, è stato decimato. I villaggi hanno perso il loro ex, a sinistra, senza un addio.

L'anestesista Annalisa Malara è stato sostenuto, a Codogno (Lombardia) nel primo paziente è risultato positivo per il Covid-19 Italia, il 21 febbraio.
L’anestesista Annalisa Malara è stato sostenuto, a Codogno (Lombardia) nel primo paziente è risultato positivo per il Covid-19 Italia, il 21 febbraio. GABRIELE MICALIZZI / CESURA PER “IL MONDO”

“Sono stato chiamato il 20 febbraio su un uomo di 38 anni, atletico, arrivato due giorni prima al pronto soccorso dell’ospedale di Codogno con la polmonite, dice Annalisa Malara, incontrata all’ospedale di Lodi, dove lei di solito funziona. Ha sofferto di gravi problemi respiratori. Sono subito andato unisco radiologi. Questo è stato uno shock : la sua radio era terrificante. Ho trasferito il paziente in unità di terapia intensiva. La sua condizione è molto grave. Ho dovuto intubare il suo. Era terrorizzato all’idea di morire… “

Al momento, i protocolli raccomandati dall’Organizzazione mondiale della sanità (OMS) e validato dall’autorità sanitaria in Italia non consentono di effettuare un test di Covid-19, che in persone di ritorno dalla Cina, o essere stato a lungo in contatto con qualcuno proveniente dall’Asia. A Fronte della grave condizione di inspiegabile per il paziente, il dottor. Malara pensare che è necessario per eseguire il test. Poi, parlando con la moglie di un malato, Valentina, incinta di sette mesi, per l’emergenza medico scopre che lui ha cenato due settimane fa con un collega di ritorno dalla Cina. È testato. La risposta arriva da un laboratorio a milano in serata : Mattia Maestri è positivo.

Ancora 93.1% di questo articolo da leggere. La suite è riservato agli abbonati.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *