Premier League, i giocatori ha invitato a prendere un ginocchio in segno di protesta per George Floyd morte


Come fotografare il Liverpool giocatori gesto è andato virale sui social media, la testa di Kick It Outun leader nel regno UNITO, organizzazione che lavora per combattere la discriminazione in ambito professionale e calcio di base, ha esortato ogni calciatore della Premier League per prendere un ginocchio, una volta che la stagione si riavvia più tardi questo mese.
Floyd, a 46-year-old disarmati uomo nero, morì a parigi il 25 Maggio dopo essere stato arrestato da un bianco funzionario di polizia che forzatamente bloccato lui a terra per diversi minuti in ginocchio sul suo collo. La sua morte ha scatenato le proteste diffuse in tutto il mondo negli ultimi giorni.
Lunedì, Kick it Out presidente Sanjay Bhandari detto Il Guardiano i giocatori devono essere liberi di protestare quando la corrente campagna riprende il 17 giugno.

“Vorrei incoraggiare i giocatori a protestare se vogliono, ma vorrei anche incoraggiare loro di farlo in un modo che non esporre a inutili sanzione,” Bhandari, ha detto.

“Se potessero farlo prendendo un ginocchio, beh, se ogni giocatore fatto che sarebbe un po’ un potente messaggio. Sarei interessato a sentire quello che le autorità hanno pensato che, se si tratterebbe di una violazione delle regole. Per me, che è circa la dimostrazione di solidarietà.”

La Premier League non ha risposto immediatamente alla CNN richiesta di commento.

Liverpool ai giocatori di prendere un ginocchio in memoria di George Floyd.

Mentre il Liverpool squadra ha preso un ginocchio durante un allenamento di lunedì, le stelle del Manchester United Paul Pogba e Marcus Rashford anche inviato messaggi di solidarietà sui social media.

Bhandari i commenti è venuto lo stesso giorno che la Federazione calcistica tedesca (DFB) ha annunciato che stava studiando le lamentele Jadon, Sancho, Achraf Hakimi, Weston McKennie e Marcus Thuram durante le partite della Bundesliga, durante il weekend, una decisione per la quale la federazione ha attirato critiche.

Durante il weekend, del Borussia Dortmund Sancho ha ricevuto un cartellino giallo sollevando la camicia per rivelare il messaggio “Giustizia per George Floyd”, scritto sotto. Il compagno di squadra Hakimi non è stato prenotato, più avanti nel gioco per fare la stessa protesta.

Schalke della Weston McKennie indossava un bracciale con lo slogan “Giustizia per George”, mentre Marcus Thuram ha preso un ginocchio dopo il gol del Borussia Monchengladbach.

“Spero che ci sia un grado di clemenza mostrata dalle autorità tedesche,” Bhandari, ha detto. “Non sono sicuro di come si può sanzione Marcus Thuram. Io non credo che abbia fatto qualcosa di sbagliato. Ha appena preso un ginocchio. Mi chiedo se e ‘ la cosa che mi sento di incoraggiare se i giocatori vogliono protesta.

“Se si segna un gol e prendere un ginocchio potrebbero tutti noi??? Non solo il nero giocatori. Il bianco anche i giocatori-tutti. Vorrei sollecitare tutte le autorità e tutti i club per mostrare un certo grado di comprensione. Questo è quasi al di sopra della politica. Questo è il bene e il male.

“Questo è qualcuno che è stato ucciso per le strade da parte della polizia. Questo è in cerca di giustizia per lui e altri come lui. Non vedo che come politico. Che è umano.”

La DFB ha detto il cartellino giallo dato a Sancho aveva nulla a che fare con il suo messaggio di solidarietà.

“L’arbitro Daniel Siebert seguito le regole del gioco, qui, in particolare regola 12 (Falli e Scorrettezze), il quale afferma che un giocatore sarà prenotato per comportamento antisportivo se tolgono la camicia o coprire la testa con la maglietta, dopo aver celebrato un obiettivo,’ ha detto che la DFB in una dichiarazione.

Un portavoce della FIFA, world organo di governo del calcio, dice di “comprendere pienamente la profondità del sentimento e delle preoccupazioni espresse da molti calciatori in luce delle tragiche circostanze della George Floyd caso” e ha esortato organizzatori del concorso per “usare il buon senso” quando si considerano le possibili sanzioni per il giocatore proteste.

“Penso che i giocatori a capire che se si prendere la camicia fuori si sta andando ad ottenere prenotato” Bhandari, dice. “Tutto è contestuale e, in questo contesto, penso che sarebbe molto dura per una punizione di andare oltre. Non sono sicuro di come qualcosa di come fare un ginocchio potrebbe esporre.

“Ogni giocatore deve fare. Dovrebbe essere squadre di farlo. Avete visto la Erling Haaland celebrazione dopo il primo gioco in cui tutte le Borussia Dortmund giocatori hanno fatto il sociale-allontanamento celebrazione. Si potrebbe prendere un ginocchio. Il razzismo non è una questione di black giocatori o marrone fan. E ‘ in tutti noi.

“Il razzismo corrode la società e siamo tutti feriti da esso. Tutti dovrebbero vogliono dimostrare la loro solidarietà e il disgusto.”

Piloti di F1 parlare

Dopo che Lewis Hamilton ha criticato il mondo di Formula Uno, per rimanere “in silenzio, in mezzo a ingiustizie,” diverse figure di alto profilo nello sport hanno parlato in segno di protesta contro Floyd morte.

Il sei volte campione del mondo, attualmente l’unico nero del driver sulla griglia di partenza, ha detto che non c’era “non è un segno da parte di qualcuno nel mio settore che, naturalmente, è un bianco dominato lo sport”.

Ferrari Charles Leclerc e alla McLaren di Lando Norris sono i due piloti che hanno da parlare.

“Per essere completamente onesto, mi sentivo fuori posto e a disagio di condividere i miei pensieri sui social media su tutta la situazione e questo è il motivo per cui non mi esprimo prima di oggi,” Leclard ha scritto su Twitter. “E io ero completamente sbagliato.

“Ho ancora fatica a trovare le parole per descrivere le atrocità di alcuni video che ho visto su (i) Internet. Il razzismo deve essere soddisfatti con le azioni, non il silenzio. Si prega di partecipare attivamente, coinvolgendo e incoraggiando gli altri a diffondere la consapevolezza.

“È nostra responsabilità di parlare contro l’ingiustizia. Non stare in silenzio. Io sto (con) #BlackLivesMatters.”

Norris ha twittato un link, che offre agli utenti informazioni su Black Lives Matter e permette loro di fare donazioni.

Renault driver Daniel Ricciardo aveva parlato prima di Hamilton post, dicendo che negli ultimi giorni aveva lasciato “addolorato.”

“Quello che è successo a George Floyd e quello che continua ad accadere nella società di oggi è una vergogna”, l’Australiano ha scritto su Instagram. “Oggi più che mai abbiamo bisogno di stare insieme, unificata insieme. Il razzismo è tossico e deve essere affrontato non con la violenza o il silenzio, ma con unità e l’azione.

“Abbiamo bisogno di stare in piedi, abbiamo bisogno di essere un NOI. Cerchiamo di essere persone migliori”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *