Trump vs. Twitter: il presidente assume la moderazione sui social media


Dopo che Twitter ha dato a uno dei tweet del presidente Trump un modesto controllo di realtà, il presidente ha minacciato di "chiudere" le società di social media, ha preso di mira personalmente un dipendente di Twitter e ha firmato un ordine esecutivo che avrebbe influenzato l'intera rete.

È l'ultimo salvo in una faida a lungo sobbollente tra il presidente e la sua piattaforma di social media preferita. Sebbene abbia più di 80 milioni di follower ed è su Twitter dal 2009, Trump si è lamentato a lungo di ciò che considera pregiudizio anti-conservatore sulla piattaforma (ma senza citare prove). Twitter aveva scelto di non eliminare o modificare i tweet di Trump, anche quando avevano violato i suoi termini di servizio, fino ad ora. Facebook, al contrario, ha rifiutato di rimuovere post simili ai tweet del presidente.

L'ordine esecutivo dovrebbe essere affrontato sfide legali.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *