La Kvitova saluta “bizzarro” ceca torneo come nuovo inizio per il tennis



Dalle maschere per il viso, racchetta urti, pioppo fluff ovunque e la prospettiva di una finale disputata presso il centro stampa di Praga, il primo post-blocco torneo di tennis offerti di una pletora di bizzarro momenti.

La tre giorni-ceca evento, mettendo otto donne e otto uomini, che si è conclusa giovedì, si è giocato sotto stretto i protocolli sanitari per prevenire la diffusione del nuovo coronavirus.

“I guanti, maschere per il viso, il fatto che nessuno tramandataci gli asciugamani, senza strette di mano, che era decisamente bizzarro,” ha detto il due volte campione di Wimbledon Petra Kvitova dopo aver vinto le donne è parte integrante dell’evento.

“E giocando senza persone, l’atmosfera non era esattamente quello a cui siamo abituati”, ha aggiunto il 30-year-old di serie numero 12, che ha battuto Karolina Muchova 6-3, 6-3 in finale interrotto dalla pioggia.

Le docce fatto anche gli organizzatori di contemplare commovente finale di una vicina sala che comprende due campi da tennis accanto all’altro — pronto per il match l’altro che serve come il centro stampa.

L’evento si è svolto a porte chiuse, con una manciata di spettatori abbassato a punti dietro il recinto in cui si lottava per osservare l’allontanamento sociale regole.

Sulla corte, i giudici di linea dovuto indossare maschere per il viso, proprio come la palla di ragazzi e ragazze che avevano anche i guanti per evitare la contaminazione.

In tutto il torneo, i giocatori indossavano maschere per il viso tutto il modo per la corte.

“Credo che questa era la cosa più bizzarra che, indossando le maschere. E che non si può stringere la mano all’avversario e l’arbitro”, ha detto Barbora Strycova, numero due al mondo per il doppio, che è caduto in semi-finale.

Invece di strette di mano, i giocatori semplicemente urtato la loro racchette a rete.

“Entrambi abbiamo riso su di esso. È stato il mio primo ‘racchetta shake’ ed è stato strano,” Muchova ha detto dopo il suo primo turno match.

“La cosa più strana non sta con le persone intorno a noi, nessuno applaudì, abbiamo solo salutò con la mano gli arbitri”, ha aggiunto il numero uno al mondo 26.

In tutto il torneo, e in particolare in un ventoso, nuvoloso giovedì di finale, i giocatori hanno lottato con lanugine di pioppo da un vicino parco di Praga, periferia nord.

“Quando si arriva nel vostro ciglia in un occhio o, il cielo non voglia — in bocca, e ‘spiacevole”, ha detto la Kvitova.

Ma, nonostante le difficoltà, i giocatori, all’unisono, ha elogiato la possibilità, dopo la lunga pausa dallo sport.

“Date le circostanze e la pandemia, è stato un meraviglioso torneo, travi a vista Kvitova.

“È fantastico che qualcosa sta accadendo di nuovo. Spero che questo segni l’inizio di un ritorno alla normalità per il mondo del tennis.”

“E’ stato bello essere di nuovo”, ha detto Muchova.

“Ho giocato contro giocatori che ho potuto incontrare in semifinale di uno Slam. Abbiamo giocato grandi partite.”

E Michael Vrbensky, il 20-year-old, 405th classificato vincitore maschile, evento che ha visto off top di semi di Jiri Vesely al primo turno, era euforico.

“Ha fatto sentire come un torneo. C’erano più persone qui che la Sfidanti gioco,” ha detto.

“E’ stata la prima volta in vita mia ho giocato prima di telecamere. Un’altra grande esperienza per me.”

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *