New York Auto Show è ora completamente cancellato


Stanno staccando la spina al Salone dell'Auto di New York.

Lo spettacolo, che si tiene in genere ad aprile e attira oltre 1 milione di partecipanti, è stato ritardato fino ad agosto a causa della pandemia di COVID-19. Ma gli organizzatori stanno ora dicendo che non saranno in grado di rispettare quella scadenza e sono concentrati sul rilancio dello show automobilistico nella primavera del 2021.

Il Javits Center, che ospita il salone dell'auto, viene ancora utilizzato come ospedale da campo per i pazienti con COVID-19. Attualmente non ci sono pazienti in cura lì, sebbene la convenzione rimanga in "modalità standby" in caso di emergenza futura. New York City è stata particolarmente colpita dal virus, con oltre 196.000 casi confermati e 16.000 morti.

"Dall'inizio di questa pandemia, abbiamo lavorato a stretto contatto con l'ufficio del governatore e con i funzionari Javits per proteggere i nostri partecipanti", leggi una dichiarazione di Mark Schienberg, presidente della Greater New York Automobile Dealers Association, l'organizzazione che possiede e gestisce il Esposizione automatica di New York. "Siamo estremamente orgogliosi del ruolo svolto dal Javits Center in questo momento difficile e comprendiamo la necessità che rimanga pronto a servire".

Schienberg ha anche affermato di anticipare "un'enorme domanda repressa per i nuovi veicoli in questa regione e in tutto il paese". I concessionari di automobili in genere contano su show di auto grandi e piccoli per generare entusiasmo per i nuovi modelli. La NYIAS di quest'anno prevedeva il debutto del SUV elettrico ID 4 della Volkswagen, la versione di produzione della prima vettura della Lucid Motors della startup EV, e il nuovo Bronco rinnovato della Ford, tra gli altri.

Come molti altri show automobilistici, tuttavia, il New York Auto Show ha perso un po 'di lucentezza, come i grandi nomi come Mercedes-Benz e Audi precedentemente deciso di saltare l'evento di quest'anno e La BMW uscì prima dello spettacolo del 2019.

In effetti, COVID-19 potrebbe finire per allontanare più persone dai trasporti pubblici e dalla condivisione dei percorsi e verso i veicoli personali. Un recente sondaggio di Harris hanno scoperto che oltre il 50% degli intervistati afferma di non sentirsi al sicuro utilizzando qualsiasi mezzo di trasporto che non sia la propria auto.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *