Il nuovo strumento di jailbreak funziona su iOS 13.5 appena rilasciato da Apple


Un nuovo strumento di hacking del gruppo Unc0ver può eseguire il jailbreak di iOS 13.5, la versione appena rilasciata del sistema operativo mobile di Apple, Cablata segnalati. Il gruppo afferma che il jailbreak, che funziona su iOS 11 e versioni successive, è basato su una vulnerabilità zero-day, non esaurisce la durata della batteria di un dispositivo e non influisce sull'uso dei servizi Apple né compromette la sicurezza del sandbox iOS, secondo per Cablata.

Lo ha detto lo sviluppatore principale di Unc0ver Cablata il jailbreak aggiunge eccezioni alle regole esistenti e "abilita la lettura di nuovi file jailbreak e parti del filesystem che non contengono dati utente". Lo strumento di jailbreak non è open source e il gruppo non ha detto quale vulnerabilità in iOS ha sfruttato per costruire lo strumento.

Il jailbreak offre all'utente un maggiore controllo sul sistema operativo di un dispositivo, consentendo la personalizzazione e l'installazione di app che altrimenti Apple limiterebbe. Può anche essere utilizzato dagli aspiranti aggressori per compromettere la sicurezza di un dispositivo.

Nelle versioni precedenti di iOS, il jailbreak era relativamente comune. La pratica è diminuita negli ultimi anni con Apple che ha reso più difficile il completamento, con la conseguente chiusura di alcune delle più importanti fonti di app dipendenti dal jailbreak.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *