“Sono in grado di gustare il sapore molto di piu’: gli Italiani riscoprono mangiare fuori | Italia


Per alcuni, essere in grado di frequenti Italia bar e ristoranti di lunedì, dopo più di due mesi di blocco, era simile alla fine di un rigoroso regime dietetico.

“Posso gustare la pienezza del sapore molto più”, ha detto Sandro Urbani come beveva un bicchiere di bianco Sangiovanni vino al di fuori di Caffè Barrique nella città Umbra di Orvieto. “E ‘ come se fossi stato su una dieta, negli ultimi mesi, e tutto ad un tratto che posso mangiare una fetta di salame.”

Gli italiani hanno dato un altro sapore della libertà con la riapertura del bar, ristoranti, parrucchieri e tutti gli altri rivenditori il lunedì mentre il paese cerca di rilanciare la sua economia dopo il coronavirus di emergenza.

Le persone sono state in grado di acquistare da asporto di cibo e bevande dal 4 Maggio, ma ora si può riprendere incorporato culturale abitudine di avere un caffè al bar, anche se con allontanamento fisico.

Orvieto, in Umbria, Italia.
Orvieto, in Umbria, Italia. Fotografia: bluejayphoto/Getty Images/iStockphoto

A Roma, San Marcello, in piccola e di solito fiorente bar e ristorante vicino alla Fontana di Trevi, accolti alcuni dei suoi frequentatori.

“Erano felici di essere in grado di venire a bere il caffè in un buon caffè al bar, che è quello a cui siamo abituati qui in Italia,” ha detto il direttore, Giuseppe Botrugno. “Oggi sentivo come un’iniezione di fiducia. Ma siamo in grado di consentire solo tre persone all’interno di un tempo, quindi per ora ci sarà solo che serve snack e drink al bar, e si fa cibo per asporto.”

Ma mentre il bar goduto di una raffica di clienti, il primo giorno per i ristoranti è stata più contenuta, con molti ancora chiuso, mentre si preparano i loro locali per la riapertura.

“Abbiamo avuto circa sei clienti all’ora di pranzo,” disse Chiara Gargioli di Armando al Pantheon, in una trattoria a conduzione familiare nel centro storico di Roma. “Un piccolo numero, ma era OK. Erano tutte persone che conosciamo.”

L’italia fu il primo paese in Europa per l’applicazione di una nazionale di blocco e il progressivo emergere da esso. Dal 4 Maggio, quando la produzione ha ripreso, parchi riaperto e la gente sono stati autorizzati a visitare i parenti e partner, c’è stato un abbassamento del coronavirus la morte e il tasso di contagio.

I turisti prendono un selfie davanti alla Fontana di Trevi, a Roma, nella giornata di lunedì.
I turisti prendono un selfie davanti alla Fontana di Trevi, a Roma, nella giornata di lunedì. Fotografia: Massimo Percossi/EPA

Come parte del corso di fase due, che è stato chiamato “vivere con il virus”, le libertà civili includono ora di essere in grado di viaggiare liberamente all’interno delle singole regioni e per vedere gli amici. Restrizioni su inter-regionale di viaggio sarà sollevato dal 3 giugno.

Ma mentre la gente di avventurarsi fuori di più e le imprese possono operare di nuovo, con il virus continua a circolare, per la maggior parte lo fa con cautela.

Lungo Orvieto arteria principale di un solo ristorante Gallo d’Oro, aperto per pranzo, e l’unico cliente era il Custode. Altri ristoranti sono tenuti a seguire l’esempio di questa settimana. I proprietari devono garantire che le tabelle sono almeno 1 metro di distanza dall’altro e sono disinfettati tra le sedute. I clienti devono prenotare in anticipo e indossare maschere come si entra in un ristorante e ogni volta che lasciano il loro tavoli. Il personale deve indossare maschere e guanti di tutti i tempi. Mano disinfettante e guanti di plastica sono disponibili per i clienti al di fuori del Gallo d’Oro, prima di entrare.

“Dopo tutto questo tempo in casa, abbiamo solo voluto provare e andare avanti di nuovo e ritrovare un po ‘ di sorta di normalità, anche se le nostre aspettative non erano alte”, ha detto Titiana Corbi, che gestisce il ristorante. “Alcune persone hanno chiamato per curiosità, ma dobbiamo ancora prendere le prenotazioni.”

Gli italiani possono essere titubante su come mangiare fuori, ma erano desiderosi di tornare dal parrucchiere. Anna Paciaccone, che gestisce un salone di un corto cammina via da Gallo d’Oro, è stato occupato dal aprì. “La gente prenotato prima di oggi e ha dovuto specificare esattamente ciò che volevano al telefono. L’allontanamento regole hanno finora lavorato davvero bene”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *