Recensione Apple MacBook Pro da 13 pollici (2020): ritorno ai valori di base


Il più interessante – e più comune – domande che ho ricevuto su questo nuovo MacBook Pro da 13 pollici non riguarda il laptop stesso, almeno non direttamente. Riguardano il confronto, acquistandolo con altri MacBook e persino con altri laptop Windows. Per Apple, questa è in realtà una buona notizia perché, fino a poco tempo fa, la maggior parte delle domande sarebbero state "la tastiera si romperà?"

È una buona notizia per Apple, ma è una notizia molto migliore per le persone sul mercato acquistare un nuovo MacBook perché significa che non devi ripensarci. Non posso dire in modo definitivo che la nuova tastiera magica sarà affidabile a lungo termine, ma tutti i segni indicano che. Non fa male che offre un'esperienza di digitazione molto più bella (e più silenziosa!).

Come ho detto io e altri, non dovremmo dare troppo credito ad Apple per aver semplicemente riparato questa tastiera. Dopo anni di problemi, è un ritorno alla funzionalità di base. Non è molto più di questo, tuttavia.

Apple si aggrappa ai design dei laptop molto più a lungo rispetto ad altre aziende. È una fortuna, quindi, che siano generalmente disegni carini. Oltre a sostituire la tastiera e quindi aggiungere un millimetro di spessore e alcuni grammi di peso, questo MacBook Pro da 13 pollici 2020 è identico agli ultimi risalenti al 2016. A differenza del MacBook Pro da 16 pollici dello scorso novembre, nient'altro è cambiato qui.

Ciò significa che lo schermo da 13,3 pollici arriva ancora a 500 nit, ma le cornici attorno sono ancora un po 'grandi per gli standard attuali. Gli altoparlanti, i microfoni e la qualità costruttiva generale sono al di sopra della media. È un MacBook e è probabile che tu sappia cosa significa quando si tratta di hardware. Ciò include la webcam 720p, che non è eccezionale.

La vista laterale di un MacBook Pro 2020 da 13 pollici che mostra due porte Thunderbolt 3 e il jack per le cuffie

Il nuovo MacBook Pro ha uno spessore di circa 1 mm rispetto all'ultimo modello per ospitare la nuova tastiera.

Il meccanismo dell'interruttore a forbice sotto i tasti della tastiera magica fornisce un millimetro di corsa, un rimbalzo deciso e un rumore più risonante rispetto alla tastiera a farfalla. I tasti sono stabili, retroilluminati e, beh, sai una cosa? È una tastiera eccellente. Sono contento per il vero tasto Esc e preferisco l'impostazione T invertita per i tasti freccia.

C'è anche Touch ID per l'accesso. Ma a un certo punto, vorrei vedere Apple capire come raggiungere Windows Hello e consentire l'accesso con il viso. Touch ID è veloce, almeno e ben integrato con le app di Apple e una manciata di altre app per Mac ben progettate.

Tra Touch ID e il tasto Esc è presente la Touch Bar. Anche dopo averlo usato per quattro anni, deve ancora veramente crescere su di me. Sono finalmente riuscito a includerlo nei miei flussi di lavoro. Abbastanza app ne approfitto ora che mi trovo a fare lo sforzo extra per assicurarmi che sia impostato correttamente app per app. Ho anche fatto lo sforzo (significativamente più grande) per capire come personalizzalo con Better Touch Tool.

Uno screenshot della Touch Bar del MacBook Pro personalizzata usando Better Touch Tool

Una Touch Bar personalizzata con Better Touch Tool, con dock, calendario, meteo, controlli Spotify e pulsante mute / sleep. Volume e luminosità controllati da gesti.

Tuttavia, non riesco a superare la sensazione che la Touch Bar rimanga sottoutilizzata nella migliore delle ipotesi e inutile nella peggiore. Non mi mancherebbe se non ci fosse, ma almeno non mi frustra attivamente.

Un MacBook Pro 2020 da 13 pollici con display acceso e tastiera visibile

Il design complessivo del MacBook Pro è lo stesso dei modelli precedenti

Ci sono davvero due nuovi MacBook Pro da 13 pollici. Il modello "base" ha processori Intel di ottava generazione e solo due porte Thunderbolt 3. Non l'ho provato, ma penso che sia un'anatra strana. Penso che la maggior parte delle persone lo guarderebbe meglio con un MacBook Air o passando alla versione più potente di MacBook Pro.

Ho testato quella versione più potente, con un processore Intel Core i5 di decima generazione, 16 GB di RAM LPDDR4X e un SSD da 512 GB. Rispetto al mio MacBook Pro di tre anni con specifiche simili, si tratta di un notevole aggiornamento in termini di velocità e prestazioni su tutta la linea. Se hai una macchina più recente, potresti non notare una differenza così grande.

Uno dei grandi vantaggi di questo modello aggiornato è la grafica Intel Iris Plus migliorata. (Non esiste un'opzione GPU separata.) Ad esempio, Apple afferma che le esportazioni di Final Cut saranno più veloci del 60%. Ciò che mi ha sorpreso leggermente, tuttavia, è il modo in cui le app che tradizionalmente non sfruttano le nuove GPU nelle macchine Apple hanno funzionato. Le esportazioni di Adobe Premiere non corrispondono al MacBook Pro da 16 pollici di fascia media che abbiamo testato l'anno scorso, ma hanno superato le mie aspettative.

Se il tuo lavoro "pro" sta spingendo il tuo computer con molte app in esecuzione e ancora più schede del browser, sono felice di dire che il computer ha tenuto il passo con la maggior parte di ciò che ho lanciato. A un certo punto la scorsa settimana, avevo Chrome e Safari aperti con circa 10 schede ciascuno, oltre a un paio di app Electron, Lightroom CC, Zoom e QuickTime. Inoltre, una di quelle schede stava eseguendo una videoconferenza su WebRTC e stavo registrando l'audio tramite Audio Hijack e utilizzando le cuffie Bluetooth.

Con tutto ciò, i fan stavano girando, ma niente stava soffocando. Una delle cose migliori dell'utilizzo di un computer più potente è che sei libero di essere un po 'più sconsiderato su ciò che lasci aperto e in esecuzione in background. Non dovevo preoccuparmi di uscire dalle app quando volevo aprirne di nuove … fintanto che l'ho lasciata collegata.

Se c'è un difetto in questa immagine delle prestazioni, è la durata della batteria, che sale a malapena al di sopra deludente. Apple sostiene 10 ore di utilizzo del Web, ma con il mio solito carico di lavoro, ne ottenevo circa cinque. Il mio set giornaliero di app è forse più della media, ma non è un importo ridicolo. Ho mantenuto la luminosità dello schermo di circa il 70 percento, ma stiamo parlando di Slack, TweetDeck, Lightroom, Spotify, Mail e alcune altre app.

Ciò include Chrome, ovviamente, che il monitor della batteria di Apple identifica giustamente come un porco di batteria. Passando a Safari e limitando il mio utilizzo delle app Electron basate su Chromium (tranne Spotify perché … dai), sono stato in grado di spingerlo a quasi sei ore. Mi aspetto di poter spremere di più se mi limitassi ulteriormente ad app più efficienti per la batteria e ripristinassi la luminosità. Ma non è così che uso i miei computer e dubito che la maggior parte degli utenti di MacBook Pro sia così diligente sull'uso delle app.

Quei risultati della batteria non sono terminali (scusate il gioco di parole) per i miei sentimenti su questo MacBook, ma non sono grandi. Per molto tempo, uno dei maggiori punti di forza di Apple rispetto alle macchine Windows è stata la sua capacità di sopravvivere. Non è più così. Abbiamo visto molti laptop Windows da 13 pollici durare più a lungo tra una ricarica e l'altra con flussi di lavoro simili.

Un Apple MacBook Pro da 13 pollici dall'alto

Il trackpad del MacBook Pro è ancora il più grande che puoi ottenere su un laptop da 13 pollici.

Il MacBook Pro da 13 pollici 2020 di Apple è un computer competente e affidabile. Il modello aggiornato con i processori Intel di decima generazione ha superato le mie aspettative in termini di velocità e potenza anche se non mi ha davvero impressionato sulla durata della batteria. Vorrei vedere una riprogettazione più grande la prossima volta, ma ciò non significa che questo design sia un problema. È familiare in un momento in cui gran parte della concorrenza sta trovando il modo di snellire le proprie cornici.

Il punto centrale del Pro da 13 pollici è quello di darti un po 'più di spazio per correre più potente (o semplicemente Di Più) app che il MacBook Air può davvero gestire senza gemere sotto il carico. È pensato per essere la macchina che puoi dare per scontato. Ora che la tastiera è fissa, non vedo l'ora di farlo.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *