Premier League rinforzato per una TV di perdite, come giocatore proteste monte



Premier League club faccia di dover pagare un enorme rimborso alle emittenti, anche se riescono a completare il coronavirus perturbato stagione a porte chiuse.

Emittenti saranno rimborsati per le partite non giocate, come previsto, e la mancanza di atmosfera nel vuoto stadi è anche un fattore.

Il BBC riportate il disegno di legge di fronte a inglese top-volo, che hanno continuato i colloqui sul Progetto “Restart” lunedì potrebbe essere alto come 340 milioni di euro ($420 milioni di euro).

“Siamo stati in grado di aggiornare i nostri club oggi sulla nostra situazione con le emittenti, che è ovviamente riservate”, ha detto la Premier League CEO Richard Maestri.

“Qualunque cosa accada, ci sarà una significativa perdita di ricavi per i club. Che è inevitabile.

“Siamo stati in grado di dipingere un quadro, di oggi quello che sarebbe accaduto in vari scenari, la riproduzione di stagione e non giocare la stagione, per consentire loro di avere un quadro di come siamo nella prima parte di Maggio”.

Il rimborso alle emittenti sarebbe picchi a circa 760 milioni di euro, se la stagione non può essere completata. Maestri ha già avvertito di un 1 miliardo di perdita di una volta l’assenza di porta introiti viene preso in considerazione.

Per la prima volta lunedì, 20 club della Premier League discusso di modelli che possono essere utilizzati per decidere la classifica finale, se non è considerato sicuro per riprendere.

Nuove linee guida del governo hanno spianato la strada per elite sport per tornare a porte chiuse in Inghilterra a partire dal 1 giugno.

Tuttavia, l’Inghilterra internazionali Raheem Sterling e Danny Rose sono le ultime due giocatori di alto profilo per aumentare i loro timori di un ritorno a sport di contatto quando il resto della società è consigliato di seguire il social-allontanamento linee guida.

“Il momento in cui si va indietro, ha solo bisogno di essere un momento in cui non è solo per il calcio ragioni, è sicuro, non solo per noi calciatori, ma l’intero staff medico, arbitri,” Sterling ha detto il suo canale YouTube.

“(Io sono) non ha paura, ma riservato e pensare che l’esito peggiore potrebbe essere.

“Ho avuto amici che la nonna è morta, ho avuto dei membri delle loro famiglie che sono passate.”

Il Primo Ministro britannico, Boris Johnson, ha detto in parlamento il lunedi che il ritorno di sport in TV “avrebbe costituito una necessaria spinta per il morale nazionale” in un paese che è stato uno dei più colpiti dalla pandemia globale, con il governo ufficialmente la registrazione di più di 32.000 morti COVID-19.

“La vita delle persone a rischio, di Rose”, che è in prestito al Newcastle dal Tottenham, ha detto a un Instagram live.

“Il calcio non dovrebbe nemmeno essere parlato di tornare fino a quando i numeri sceso a dismisura.”

Ma Gordon Taylor, amministratore delegato di Inghilterra Calciatori Professionisti’ Association, ha detto che molti dei suoi membri dovrebbe essere aperto a giocare nuovamente a disposizione “tutto ciò che può essere fatto è stato fatto” per garantire la loro sicurezza.

“Abbiamo avuto modo di provarlo, per vedere se siamo in grado di farlo e vedere se siamo in grado di tornare a una qualche forma di attività,” Taylor ha detto al Mirror.

“Ma è anche il più attento e di avere come molte rassicurazioni possibile che sia realizzabile”.

La Premier League sono dovuto incontrare la PFA e dirigenti dell’unione entro questa settimana per discutere di protocolli per un ritorno alla formazione del gruppo.

Un’ulteriore complicazione per il Progetto di Riavvio è dove tutte le corrispondenze sarebbe giocato, con il club contrario a una proposta per un numero limitato di neutro sedi per essere utilizzato.

Il regno UNITO, nazionale di calcio di polizia di piombo, in precedenza dichiarato di riprendere le partite in casa e in trasferta sarebbe “sfide” per i servizi di emergenza.

Ma Mark Roberts ha detto martedì che la polizia, governo e autorità del calcio sono stati a lavorare insieme su un piano “che riduce al minimo eventuali rischi per la sicurezza pubblica e inutili pressione sui servizi pubblici, ma favorisce anche un sensibile riavviare la stagione.”

Il Sindaco di londra Sadiq Khan si è schierato contro l’idea di giocare le partite nel il capitale in questa fase, con la città particolarmente colpiti dalla pandemia.

Cinque dei 20 di Premier League, i lati sono di base a Londra.

“Con il paese ancora nella morsa di questa crisi, e centinaia di persone che muoiono ogni giorno, egli ritiene che è troppo presto per discutere la ripresa della Premier League e in campionato sport nella capitale,” Khan portavoce ha detto l’Evening Standard.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *