Il creatore dell'iBackPack fallito si impegna a non utilizzare mai più il crowdfunding


Doug Monahan, il creatore del fallito progetto di crowdfunding di iBackPack, lo è decantazione con la Federal Trade Commission e ha accettato di non fare mai più crowdfund. L'accordo, archiviato oggi, arriva dopo più di un anno avanti e indietro tra l'agenzia e Monahan, che è stato il proprio avvocato nel caso. La FTC ha fatto causa a Monahan per aver dichiarato di aver abusato dei quasi $ 800.000 raccolti su Kickstarter e Indiegogo per dare vita agli zaini e invece ha speso i soldi in spese personali e bitcoin. L'accordo afferma che Monahan non accetta alcuna violazione.

iBackPack è stato lanciato su Indiegogo nel 2015 e di nuovo su Kickstarter nel 2016. Monahan l'ha definito come una borsa del futuro che "rivoluzionerebbe" la vita di chi lo indossa. Sarebbero in grado di caricare tutti i loro gadget dallo zaino, che presentava anche una custodia per pistola integrata, Kevlar, tasche con blocco RFID, un altoparlante Bluetooth e un hotspot mobile per una connessione Wi-Fi portatile. Migliaia di persone hanno finanziato le borse attraverso le due piattaforme.

Ha detto Monahan The Verge l'anno scorso si è dedicato al crowdfunding dopo aver visto il successo di uno dei gadget più famosi e falliti di Kickstarter: un dispositivo di raffreddamento con un altoparlante Bluetooth, caricabatterie USB e un frullatore incorporato. Ha raccolto oltre $ 13 milioni su Kickstarter e in seguito ha avviato la propria indagine statale per non aver consegnato le unità.

Foto di Marie De Jesus per The Verge

"Ho visto il dispositivo di raffreddamento più cool e sto pensando" Gesù, se la gente darà $ 14 milioni a un più fresco per aver gridato a gran voce che usano solo ogni fine settimana, forse, allora di cosa hanno bisogno? '"chiede. “Hanno bisogno di uno zaino. Tutti usano gli zaini … Nei miei sogni più sfrenati non ho mai pensato di ottenere $ 800.000 e avere l'FTC che mi soffiava al collo chiamandomi un ladro bugiardo, imbroglione e furfante.

Cinque anni dopo il primo lancio della sua campagna, pochi sostenitori hanno ricevuto una borsa. Monahan ha spedito alcune unità beta, ma la stragrande maggioranza dei sostenitori non ha mai avuto nulla per i soldi che ha promesso. I sostenitori si sono organizzati in un gruppo di Facebook con la missione di ottenere rimborsi e rintracciare Monahan. I sostenitori hanno contattato la FTC, insieme al Better Business Bureau, e hanno scavato nel suo passato e lasciato cadere tutto ciò che hanno trovato, come privilegi fiscali, il suo indirizzo e il suo ristorante Austin preferito, nel gruppo di Facebook.

Il risultato fu che FTC fece causa a Monahan. Nel maggio 2019, l'agenzia ha affermato che Monahan stava gestendo un "ingannevole sistema di crowdfunding" e che aveva "usato gran parte dei fondi per se stesso". Monahan afferma di non aver fatto nulla di male e che le imprese a volte falliscono. Ha anche incolpato le batterie agli ioni di litio e il richiamo del Samsung Galaxy Note 7. La saga di iBackPack si è verificata in quel periodo, e Monahan ha detto che non si sentiva a proprio agio nel spedire le batterie perché qualcuno sarebbe potuto morire.

In un'intervista con The Verge all'inizio di quest'anno, Monahan ha detto che stava prendendo in considerazione un accordo fintanto che aveva il permesso di spedire gli zaini ai suoi sostenitori. La soluzione odierna prevede che gli sia consentito farlo, ma senza chiedere più soldi ai sostenitori o utilizzare il crowdfunding. L'accordo suggerisce inoltre che i sostenitori non riceveranno un rimborso per i loro zaini. Il giudizio monetario di $ 797.502,20 è sospeso, afferma l'insediamento, purché Monahan rappresentasse accuratamente il suo stato finanziario per l'agenzia.

Foto di Marie De Jesus per The Verge

Il giudice deve ancora firmare questo accordo, ma entrambe le parti hanno concordato. Questo accordo garantisce inoltre che Monahan mantenga l'agenzia al corrente della sua ubicazione e conservi i registri relativi alle sue attività per i prossimi 20 anni.

Questo rende iBackPack la seconda campagna di crowdfunding mai stabilita con FTC. L'agenzia ha indagato solo una volta su un creatore, Erik Chevalier, che ha raccolto più di $ 122.000 per un gioco da tavolo e successivamente ha venduto i dati dei sostenitori a società esterne. Il gioco non è mai stato spedito. FTC risolto con Chevalier per quasi $ 112.000 e gli ha ordinato di smettere di divulgare o beneficiare delle informazioni personali dei clienti.

Il caso di Monahan servirà probabilmente come punto di riferimento per il crowdfunding andato male. Molte volte, i gadget con crowdfunding non vengono spediti o sono in ritardo per anni, ma pochi raggiungono il punto in cui l'FTC si sente come dovrebbe e può intervenire per fornire chiarezza e giustizia ai sostenitori.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *