Elon Musk minaccia di spostare Tesla dalla California, intentando causa contro la contea di Alameda


Dopo che i funzionari sanitari della contea di Alameda hanno messo in guardia Tesla dal riaprire la fabbrica di automobili della California ieri, il CEO Elon Musk ha twittato oggi che la società avrebbe fatto causa alla contea e avrebbe spostato il suo quartier generale fuori dallo stato. Ore dopo, gli avvocati di Tesla hanno intentato causa presso il tribunale distrettuale degli Stati Uniti nel distretto settentrionale della California in cerca di un'ingiunzione contro l'ordine di ricovero sul posto della contea, perché "contraddice l'ordine del governatore nella misura in cui limita l'operazione di affari che operano nella Federal settori di infrastrutture critiche. "

"Tesla sta presentando immediatamente una causa contro la contea di Alameda", ha detto Musk su Twitter. "L '" Ufficiale sanitario interinale "non eletto e ignorante di Alameda agisce in contrasto con il Governatore, il Presidente, le nostre libertà costituzionali e il semplice buon senso!"

Musk è stato un critico vocale degli ordini di ricovero sul posto del coronavirus, affermando che, in base alle dichiarazioni degli utili del 29 aprile, la società ha dichiarato che tali restrizioni erano "fasciste" e non democratiche. "Siamo un po 'preoccupati di non poter riprendere la produzione nella Bay Area e questo dovrebbe essere identificato come un rischio serio", ha detto Musk. Ha inoltre ha esortato i sostenitori su Twitter per "esprimere il tuo disaccordo il più fortemente possibile con la Contea di Alameda".

Un portavoce della contea di Alameda ha dichiarato in una nota a The Verge sabato che l'agenzia dei servizi sanitari della contea e il dipartimento di sanità pubblica hanno "comunicato direttamente e lavorato a stretto contatto con il team Tesla sul campo a Fremont. Questo è stato uno sforzo collaborativo e in buona fede per sviluppare e attuare un piano di sicurezza che consenta la riapertura, proteggendo al contempo la salute e il benessere delle migliaia di dipendenti che viaggiano da e verso il lavoro nello stabilimento di Tesla ".

Il portavoce ha aggiunto che il team di Tesla è stato attento alle linee guida e alle raccomandazioni "e non vediamo l'ora di raggiungere un accordo su un piano di sicurezza adeguato molto presto". La dichiarazione, rilasciata diverse ore dopo i tweet di Musk, non faceva riferimento ai commenti del CEO di Tesla né lo menzionava per nome.

"Apprezziamo il fatto che i nostri residenti e aziende abbiano compiuto enormi sacrifici e che insieme siamo stati in grado di salvare vite umane e proteggere la salute della comunità nella nostra regione", continua la dichiarazione. "È nostra responsabilità collettiva passare attraverso le fasi di riapertura e di allentamento delle restrizioni dell'Ordine Shelter-in-Place nel modo più sicuro possibile, guidato da dati e scienza."

Tesla ha annunciato piani per riprendere "operazioni limitate" nella sua struttura di Fremont ieri, che porterebbe indietro di circa il 30 percento della sua forza lavoro. Ma i funzionari della contea di Alameda, dove si trova Fremont, hanno detto ieri che era ancora sotto un ordine di protezione sul posto e che Tesla non soddisfaceva i suoi criteri per riaprire. "Non abbiamo detto che è opportuno andare avanti", ha affermato Erica Pan, funzionario sanitario della contea di Alameda, secondo Bloomberg.

Governatore della California Gavin Newsom ha detto giovedì che gli orientamenti a livello statale che consentivano alla produzione di riprendere una parte della produzione non sostituivano le restrizioni a livello di contea. La società aveva tentato senza motivo di sostenere che la produzione di Tesla dovesse essere considerata un'infrastruttura critica.

Lo stabilimento di Fremont, dove Tesla assembla i suoi modelli Model 3, Model S, Model X e Model Y, è stato temporaneamente chiuso il 23 marzo per rispettare l'ordine del rifugio sul posto. Tesla ha ridotto la retribuzione per tutti i suoi dipendenti stipendiati negli Stati Uniti a partire dal 13 aprile e ha messo la maggior parte dei lavoratori orari che non possono lavorare in remoto su furlough non retribuito. Che cosa accadrebbe ai circa 10.000 lavoratori nello stabilimento di Fremont se Tesla dovesse spostare le operazioni fuori dallo stato mentre il Musk ha twittato, non è chiaro.

Sia Tesla che Musk si sono accordati con la Securities and Exchange Commission nel 2018 per i tweet di Musk sul prendere Tesla come privati. Quindi, nel 2019, i termini dell'accordo sono stati rinegoziati. In base ai nuovi termini, un avvocato aziendale deve approvare i tweet di Musk su determinate parti dell'attività di Tesla prima che Musk li invii. Ciò include qualsiasi annuncio che innescherebbe un deposito del modulo 8-K, che viene utilizzato per annunciare eventi materiali non programmati, alla SEC. Al momento della stesura di questo documento, Tesla non ha presentato un 8-K sulla mossa di fabbrica proposta da Musk.

Tesla non ha risposto a una richiesta di commento.

AGGIORNAMENTO 9 maggio, 17:16 ET: Aggiunge una dichiarazione del portavoce della contea di Alameda e include un tweet aggiuntivo da Musk.

AGGIORNAMENTO 9 maggio, 17:40 ET: Aggiunge i dettagli della causa Tesla intentata contro la contea di Alameda



Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *