Recensione HP Elite Dragonfly (2020): riciclata nei modi giusti


L'HP Elite Dragonfly dell'anno scorso è stato forse il laptop aziendale più bello che abbiamo mai testato. La Elite Dragonfly di quest'anno è quasi identica a quella macchina, il che va bene perché, ancora una volta, la HP Elite Dragonfly è stata eccezionale in ogni modo.

Questa nuova configurazione si sente in gran parte e sembra la stessa del modello dell'anno scorso; è ancora uno dei laptop aziendali più eleganti e chic sul mercato e ha il design più accattivante di qualsiasi convertibile attualmente venduto da HP.

HP ha cambiato quattro cose. Innanzitutto, Dragonfly è ora abilitato per il 5G, anche se quella funzione non è disponibile fino alla metà del 2020. In secondo luogo, ha un tracker Tile integrato, che arriverà sui modelli a metà maggio. In terzo luogo, ha un nuovo schermo orientato alla privacy che include l'ultima tecnologia HP Sure View Reflect. In quarto luogo, le sue parti meccaniche sono ora in gran parte costruite con materiali riciclati.

La nuova Dragonfly è sottile, leggera, bella e praticamente impeccabile. È possibile ottenere la configurazione di base per circa $ 1.500, ma il modello che stiamo esaminando costa $ 2.179, che è piuttosto un prezzo da pagare. (Questo modello specifico non sembra essere ancora disponibile sul sito Web di HP, ma le configurazioni con specifiche simili, tra cui Tile, un i7, vPro e lo schermo Sure View Reflect sono nell'intervallo da $ 2.100 a $ 2.700, a seconda della RAM, dello spazio di archiviazione, e altre funzionalità.) Le nuove funzionalità funzionano, ma sono lussi, non necessità, per la stragrande maggioranza delle persone. Se sei un power user di C-Suite sempre in movimento, potrebbe trattarti di una spesa economica degna per te. Ma probabilmente starai bene con un EliteBook più economico a meno che il denaro non sia davvero un oggetto per te o per la tua azienda.

HP ha introdotto gradualmente i materiali riciclati nella Elite Dragonfly nell'ultimo anno. È il primo ultrabook a incorporare materie plastiche legate all'oceano (ovvero rifiuti di plastica raccolti nelle aree marittime, che altrimenti sarebbero finiti nell'oceano). La società ha affermato che il modello dell'anno scorso avrebbe incorporato il 50% di materie plastiche PCR (e il 5% di materie plastiche legate all'oceano) nella sua cassa degli altoparlanti e il 35% di materie plastiche PCR nelle sue cornici.

Gli obiettivi dell'azienda, da allora, sono diventati più ambiziosi. Ha annunciato al CES 2020 che oltre l'80 percento delle parti meccaniche della Dragonfly e il 90 percento del telaio in magnesio sono ora realizzati con materiali riciclati. Questa iniziativa non è specifica per Dragonfly; HP afferma che altri nuovi computer HP Elite e HP Pro incorporeranno i nuovi componenti compositi.

Il tasto F2 consente di alternare tra modalità privacy e modalità condivisione.

Il nuovo materiale non ha minimizzato il telaio in alcun modo. Non ricordo l'ultima volta che ho tenuto un laptop con questa luce che mi è sembrata così robusta. (HP non ha risposto a più domande sull'esatto peso e dimensioni di questa unità, ma è di circa 2,5 kg.)

Non c'è flessibilità nella tastiera e quasi nessuno nel display. Anche il telaio è molto bello al tatto; il magnesio è liscio e i bordi e gli angoli arrotondati fanno sì che non ti colpiscano mai. Le impronte digitali sono spesso una preoccupazione per i prodotti scuri, ma i poggiapolsi e la tastiera sono rimasti privi di stampa dopo diversi giorni di utilizzo. Il touchpad e il coperchio si sono accumulati, ma li ho visti solo in piena luce.

HP ha anche sostituito i rivestimenti di plastica sulla tastiera (il materiale ora proviene al 50% da DVD riciclati) e le cornici dello schermo (ora 35% di plastica riciclata). I cappucci dei tasti sono un po 'plasticosi ma si sentono comunque bene e le cornici non sembrano affatto diverse da quelle del vecchio modello.

Il nuovo Dragonfly sembra e si sente come un computer molto bello. Ehi, ora è più sostenibile.

Il secondo grande cambiamento è il nuovo schermo, che utilizza HP Sure View Reflect per massimizzare la privacy degli utenti. Reflect è la quarta generazione di SureView, che la società ha lanciato con il suo EliteBook 1050 G3 nel 2016. È ancora possibile configurare Dragonfly con pannelli più vecchi, incluso il display da 1 W a bassa potenza che abbiamo testato l'anno scorso, un display con SureView Gen3 e un display HDR 400 con risoluzione 3840 x 2160. Questa è solo un'opzione aggiuntiva.

Il coperchio di HP Elite Dragonfly dall'alto.

Il coperchio della libellula.

Dragonfly ha due modalità di schermo, che è possibile alternare premendo F2. C'è la modalità di condivisione, che offre fino a 773 nits di luminosità e ampi angoli di visione, e la modalità privacy, che tinge lo schermo in modo che le persone che passano non possano curiosare.

La webcam e l'otturatore per la privacy di HP Elite Dragonfly.

La webcam ha un otturatore di privacy incorporato.

HP Elite Dragonfly in modalità laptop standard.

HP Elite Dragonfly in modalità laptop standard.

Con la modalità Privacy attiva al 50 percento di luminosità, non riuscivo a vedere nulla sullo schermo mentre ero seduto perpendicolare ad esso. Ho iniziato a distinguere alcuni contenuti sul bordo del display con un angolo di 45 gradi, ma non ho avuto una buona occhiata fino a quando non ero quasi di fronte. Se stai utilizzando la Modalità privacy in pubblico, le figure sospette avranno difficoltà a spiare a meno che non stiano sbirciando notevolmente. Qualcuno seduto accanto a te su un autobus o un treno potrebbe distinguere i pezzi, ma non si avvicinano al quadro completo.

Si noti, tuttavia, che lo schermo diventa più scuro in modalità Privacy. Riduce anche molto più abbagliamento, soprattutto al di sotto della massima luminosità. Anche con lo schermo al massimo, il bagliore era abbastanza sostanziale che il dispositivo non era utilizzabile all'aperto – e nemmeno all'interno, non avrei voluto usarlo con una luminosità inferiore al 50%. È così facile tornare alla modalità di condivisione, tuttavia, che non sono troppo agitato per quel compromesso.

Le impronte digitali si attaccano su questo pannello (è un touchscreen) ed erano testardi quando ho provato a cancellarle. È stato un po 'fastidioso, ma i tipi di utenti esperti che considerano questa configurazione potrebbero preferire l'uso della penna attiva HP, fornita con questa unità.

Quando si tratta di fantasiose funzionalità dello schermo, la domanda è sempre se influiranno sulla durata della batteria. Con mio sollievo, non solo la durata della batteria della nuova Dragonfly è superba, ma in realtà è significativamente migliore di quella del modello di fine 2019. Ho portato l'ultrabook (sul profilo di carica della batteria migliore predefinito e la luminosità del 50%) durante la mia normale giornata lavorativa di giocoleria da 8 a 12 schede Chrome, esecuzione di Slack, streaming Spotify e YouTube e l'occasionale chiamata Zoom, dividendo il tempo equamente tra la modalità di condivisione e modalità Privacy. Ho ottenuto 11 ore e 38 minuti, che è il miglior risultato di durata della batteria che abbia mai ottenuto da un laptop. Se desideri un prodotto in grado di funzionare in modo affidabile in viaggio, avrai difficoltà a trovare di meglio della Dragonfly. (Ho ottenuto circa sette ore sul profilo di potenza Prestazioni migliori, ma non ho notato un rallentamento significativo con le impostazioni di potenza inferiore.)

Guardando verso il basso HP Elite Dragonfly.

Lo schermo è visibile da varie angolazioni.

La nuova funzionalità più innovativa (ma meno orientata al business) di Dragonfly è l'integrazione di Tile. Tile, per chi non conosce, crea piccoli dispositivi abilitati Bluetooth che puoi collegare a chiavi, borsa, portafoglio o altri oggetti di valore. Se si perde l'oggetto collegato a Tile, è possibile individuarlo utilizzando l'app Tile sul telefono. Questo è il primo laptop con un tracker Tile integrato, che può aiutarti a trovare la Dragonfly in caso di smarrimento o furto.

La cosa intelligente del Tile è che è alimentato dal proprio hardware separato da quello della Dragonfly. Ciò significa che può emettere un allarme attraverso il proprio altoparlante integrato anche quando il computer è spento. Il tracker consuma una piccola quantità di energia dal computer, sebbene HP non abbia risposto alle nostre domande sulle specifiche della relazione. Se la Libellula è spenta quando la perdi, HP dice che la tessera continuerà a funzionare per 20 giorni. Se il computer è in letargo, hai ancora 2,5 giorni.

L'impostazione del riquadro è un processo molto semplice. Ho dovuto attivare il dispositivo tramite l'app Tile Microsoft (viene precaricato sulla Dragonfly) e creare un account con il servizio. (Il Tile riproduce un jingle divertente mentre lo stai configurando.) Dopo aver scaricato l'app Tile sul mio telefono e aver effettuato l'accesso, sono stato impostato.

Quando apri l'app mobile di Tile, visualizzerai un elenco di tutti i prodotti Tile che hai collegato, inclusa Dragonfly. Se selezioni il laptop e premi “Trova”, il suo localizzatore emetterà un forte allarme. (Gli utenti iPhone possono anche farlo con un collegamento Siri.) Puoi anche vedere la sua ultima posizione nota su una mappa. Se perdi il notebook al di fuori del raggio di portata Bluetooth, puoi designarlo come "smarrito" e attivare la funzione Trova comunità di Tile, che ti invierà un avviso con la sua posizione ogni volta che un altro riquadro passa all'interno del suo raggio di portata Bluetooth. Se ti registri a Tile Premium, puoi ottenere più funzioni, tra cui una cronologia delle posizioni di 30 giorni più lunga e avvisi intelligenti che ti avvisano se sei uscito di casa senza il tuo laptop (o un altro dispositivo collegato a un Tile).

Quando ho nascosto la libellula in una pila di biancheria in un armadio, ho potuto sentire abbastanza bene l'allarme del localizzatore quando ero nella stessa stanza, ed era udibile (anche se dovevo ascoltare molto) dalla stanza successiva. All'esterno, era udibile fino a circa 60 piedi di distanza. La piastrella tendeva a rimanere connessa al mio telefono fino a quando non ero a circa 140 piedi di distanza. Questi sono risultati comparabili a quelli che puoi aspettarti dal tracker autonomo Tile Pro.

HP Elite Dragonfly in modalità tablet.

Modalità tablet

Un tracker di piastrelle integrato non è quasi una caratteristica essenziale per l'utente aziendale medio. Ma se viaggi molto e vuoi la tecnologia, funziona.

Possiamo accelerare il resto delle solite cose per laptop perché è lo stesso della Dragonfly Elite che abbiamo recensito alla fine del 2019. La tastiera è una corsa assoluta a casa, con viaggi eccellenti e pochissimo rumore. Il trackpad in vetro è altrettanto eccellente, con una superficie liscia e un clic silenzioso. La selezione delle porte è impressionante per un 2-in-1 così leggero, tra cui due porte USB-C Thunderbolt 3, una porta HDMI e un jack audio da 3,5 mm a destra, nonché una porta USB-A, un blocco Kensington porta e slot per una scheda SIM sulla sinistra. Windows Hello funziona come dovrebbe e la webcam ha un comodo otturatore per la privacy. L'array a quattro altoparlanti offre il miglior suono surround che abbia mai sentito da un laptop Windows. Il laptop rimane fresco anche sotto carichi pesanti e i fan non sono affatto rumorosi.

Il nuovo Dragonfly ha anche lo stesso processore Core i7-8665U di terza generazione abilitato per vPro del modello dell'anno scorso. (Comet Lake vPro di decima generazione non è ancora uscito; dovremmo vederlo entro la fine dell'anno.) È un po 'deludente non vedere i chip di decima generazione in una macchina così costosa: la comparabile Comet Lake 10th Gen i7 ha sei core, quindi stai perdendo la capacità di prestazioni multithread, che è utile per attività come la compilazione di codice e l'esecuzione di operazioni elaborate con Excel. I chip di ottava generazione sono anche in svantaggio rispetto ai chip Ice Lake, che faranno meglio con il lavoro creativo, grazie alla nuova grafica Iris Plus di Intel. L'8665U ha ancora gestito il mio carico quotidiano (che include principalmente schede Chrome e Slack) bene, ma se la giornata di lavoro include attività più impegnative, potresti stare meglio aspettando un modello Dragonfly con CPU di 10a generazione.

HP Elite Dragonfly in modalità tenda.

Modalità tenda.

Altri inconvenienti del modello precedente persistono. Il pulsante di accensione mantiene la sua posizione ingombrante sul lato sinistro; L'ho premuto accidentalmente un paio di volte mentre portavo il laptop in giro. Lo schermo ha ancora le proporzioni 16: 9, che è angusto per l'uso della produttività; Spesso ho dovuto ridurre l'80 o il 70 percento per utilizzare comodamente le schede affiancate. Un laptop destinato agli utenti business power dovrebbe davvero essere 16:10 o, meglio ancora, 3: 2.

Questi sono piccoli difetti rispetto alle cose che Dragonfly fa eccezionalmente bene, che è praticamente tutto il resto. Se sei sul mercato per un sistema abilitato per vPro con un dispositivo di localizzazione Tile integrato e uno schermo di privacy integrato, questo è l'unico laptop sul mercato con quella combinazione di funzionalità. Se tu e la tua azienda siete fatti di soldi, sicuramente, concedetevi una pazzia.

Ma questa libellula è un prodotto di lusso. È il Galaxy S20 Ultra o l'iPhone 11 Pro Max dei laptop aziendali; è fantastico, ma la maggior parte delle persone non ne ha bisogno. Se puoi andare senza le fantasiose funzionalità, una configurazione più economica funzionerà perfettamente. E se non hai bisogno di vPro e sei disposto a optare per un ThinkPad, puoi ottenere un processore moderno.

Ma una volta rispedita questa unità di recensione ad HP, mi mancherà l'utilizzo.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.