Spotify, TikTok e altre app iOS popolari si stavano arrestando in modo anomalo a causa di un problema di Facebook


Innumerevoli app iOS hanno avuto problemi con l'avvio di mercoledì sera, secondo numerosi report su Twitter e utenti crowdsourcing rapporti su Downdetector. I problemi sembrano essere iniziati intorno alle 18:30 ET, e Spotify, TikTok, Pinterest, Tinder e altri sono stati colpiti, secondo Downdetector. Personalmente ho riscontrato problemi con Spotify e GrubHub, ma ora funzionano entrambi per me, quindi sembra che le app stiano riprendendo a funzionare normalmente.

Il problema è stato causato da un apparente problema con uno strumento del kit di sviluppo software (SDK) di Facebook che viene utilizzato per alimentare le funzionalità di accesso per molte app. Molti sviluppatori hanno segnalato problemi con l'SDK in questo thread su GitHub. Non è stato necessario accedere alle app tramite Facebook per essere interessati dagli arresti anomali, ad esempio non sono stato in grado di aprire una nuova installazione di Spotify dall'App Store.

"Prima di oggi, una nuova versione di Facebook includeva una modifica che ha provocato arresti anomali per alcuni utenti in alcune app utilizzando l'SDK di Facebook iOS", ha detto un portavoce di Facebook in una nota a The Verge. "Abbiamo identificato rapidamente il problema e risolto. Ci scusiamo per gli eventuali disagi."

Una fonte con conoscenza della situazione raccontata The Verge che Facebook aveva disabilitato un aggiornamento della configurazione del server che ha attivato l'SDK per causare il crash delle app che lo utilizzavano. Nel thread di GitHub, un utente che sembra essere un ingegnere di Facebook disse la società aveva annullato la modifica sul lato server causando il problema e che la modifica potrebbe richiedere del tempo propagarsi.

Il sotto tweets dallo sviluppatore Guilherme Rambo riassume la situazione e Rambo offre anche un suggerimento su cosa potrebbe fare Apple per impedire che qualcosa di simile accada in futuro.

Apple non ha risposto a una richiesta di commento.

Aggiornamento, 6 maggio, 23:42 ET: Aggiunta dichiarazione da Facebook.



Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.