‘Medico diplomazia: Cuba cerca di lasciare il segno in Europa tra Covid-19 | crisi / notizie dal Mondo


Essi sono volati in alcuni dei più terribili calamità della storia recente, stringendo il rosso, bianco e blu della bandiera della loro piccola casa sull’isola.

Terremoti in Indonesia e in Pakistan; un’epidemia di colera in Haiti, e l’epidemia di Ebola in Africa occidentale, dove hanno vinto internazionale applausi per loro pericolose, frontline lavoro.

Ora, come il mondo che si dibatte in un’altra epoca-shaping catastrofe, Cubana, medici e infermieri sono sulla terra, ancora una volta, solo che questa volta in una forma meno comune località: Europa.

“In Lombardia … ognuno è grato per la loro professionalità e la loro umiltà e la disponibilità di un paese che a malapena sa,” ha detto Marco Grimaldi, un politico da nord-ovest d’Italia, che ha contribuito a negoziare l’arrivo di un gruppo di 39 Cubano operatori sanitari con i diplomatici da l’Avana. “Immaginate se l’Europa riuscisse a fare lo stesso.”

Cuba, righelli sono stati l’invio di squadre di medici all’estero per decenni, nel tentativo di salvare la vita e influenzare la gente.

Paolo Lepre, un ex ambasciatore Britannico a l’Avana, ha detto Fidel Castro ha lanciato il “medico della diplomazia” politica subito dopo la sua 1959 acquisizione come un mezzo dell’isola professionisti altamente qualificati per esportare idee rivoluzionarie e fare nuove amicizie.

“Fidel è molto strategica. Egli vedeva che avevano un surplus di medici e ha visto come un modo di raccogliere un diplomatico di supporto inizialmente. Cuba non è stata come la Corea del Nord – che hanno sempre desiderato un sostegno internazionale,” la Lepre ha detto.

Il regime è diventato un economico fondamentale, ancora di salvezza: mentre alcune missioni sono forniti gratuitamente, altri paesi pagano Cuba per la medicina dei servizi, portando in $6.3 miliardi (£4,8 mld) annualmente e rende l’Avana più grande fonte di valuta estera.

È ancora più importante ora come Covid-19 cancella Cuba industria turistica, un’altra importante fonte di reddito.

Oggi, si stima che circa 28.000 medico Cubano professionisti giocano all’estero, soprattutto nel mondo in via di sviluppo.

Ma la pandemia ha visto una nuova tendenza emerge – con Cuba l’invio di medici “brigate” per sostenere la lotta servizi sanitari sviluppati nazioni Europee.

L'ospedale da campo a Crema, Italia settentrionale, dove i medici Cubani hanno avuto in cura il Covid-19 pazienti



L’ospedale da campo a Crema, Italia settentrionale, dove i medici Cubani hanno avuto in cura il Covid-19 pazienti. Fotografia: Marco Ottico/EPA

Dal mese di Marzo le squadre sono sbarcati in Andorra, un piccolo principato, incuneato tra la Francia e la Spagna, e due d’Italia più colpite le regioni, la Lombardia e il Piemonte, dove un totale di oltre 17.000 persone sono morte.

I giornali locali e i politici hanno celebrato il Cubano rinforzi.

“L’arrivo di questi professionisti … dare una tregua alla struttura sanitaria,” Diari d’Andorra giornale ha commentato in un recente editoriale.

“Questa è un’ottima notizia” concordato un altro giornale, Bondia, sostenendo medici Cubani avrebbe un risparmio di Andorra sistema sanitario dal crollo.

Stéphanie Panichelli-Batallaun docente universitario presso l’Università di Warwick che studi medici a Cuba la diplomazia, ha detto il umanitario implementazioni sono state in parte rebranding comunista di Cuba, nella stampa internazionale.

“Non possono perdere questa opportunità – soprattutto ora che è in arrivo dall’Europa – perché dà ancora più visibilità per il bene che fanno.”

Donald Trump Casa Bianca – che ha dichiarato di Cuba parte di un latino-Americano “troika di tirannia”, accanto a Nicaragua e Venezuela, e ha cercato di strangolare la sua economia, è indifferente.

Il dipartimento di stato sostiene Cubano medici e infermieri vengono maltrattati e sfruttati per riempire le casse di un regime autoritario.

“La Cubana ‘missioni mediche’ sono di sfruttamento: un profit di fronte a finanziare il regime di repressione e di seminare discordia politica,” il segretario di stato USA, Mike Pompeo, twitter la scorsa settimana.

Panichelli-Batalla detto che ci sono legittimi dubbi di Cuba sistema autoritario e come quelli inviati all’estero sono stati trattati.

“Sì, naturalmente ci sono grandi problemi dei diritti umani a Cuba ci sono stati dall’inizio (della rivoluzione) e ci sono ancora problemi.

“Ma qualunque siano le loro intenzioni sono, e tutto ciò che da guadagnare da questi programmi, dobbiamo riconoscere che stanno facendo un buon lavoro … Che sta avendo un impatto”, ha detto Panichelli-Batalla, che ha intervistato il medico Cubano lavoratori che hanno servito in paesi come Guatemala, Etiopia, Timor Est, Ghana, Brasile e Tanzania.

“Il lavoro che non c’è apprezzato dalla popolazione locale, si è valutato dai governi locali e fa la differenza.”

Questo sembra essere il caso in Italia, dove il primo Cubano “brigada” ha lavorato da fine Marzo a un ospedale da campo a Crema, una città nel nord della regione Lombardia, dove Covid-19 ha ucciso più di 14.000 persone.

Seconda squadra – 21 medici e 16 infermieri guidato da un nefrologo che in precedenza ha lavorato nell’Amazzonia Venezuelana – toccato nel capoluogo Piemontese, Torinoil 12 aprile a sostituire oberati di lavoro di professionisti italiani.

Altre brigate sanitarie si sono aperti in tutto il mondo per combattere Covid-19 in altri 20 paesi, dal Sud Africa all’Australia.

Grimaldi, il Piemonte, l’assessore, ha detto che i Cubani sono stati una lezione per l’Europa. “È incredibile che una piccola isola che pagherà le conseguenze più di altri paesi, dal momento che vive prevalentemente di turismo, e che ha pochi abitanti, in confronto con i grandi paesi Europei, si è riusciti a mandare a 22 squadre mediche all’estero”, ha detto.

“Come sarebbe bello vedere brigate da nord o dell’est Europa, in Spagna o in Italia,” Grimaldi aggiunto. “Ma per questa gente ha bisogno di lavorare insieme”.



Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *