Trivella-Aliassime ‘speranze’ stagione del tennis è in grado di riavviare



Canadese Felix Trivella-Aliassime ha detto giovedi che spera che la stagione del tennis è in grado di riavviare anche quest’anno, nonostante il coronavirus pandemia, ma ha ammesso che è “duro” per avere un parere su ciò che accadrà nel prossimo futuro.

L’ATP e WTA tour sono sospesi almeno fino al 13 luglio, mentre a Wimbledon, è stata cancellata, quest’anno per la prima volta dalla seconda Guerra Mondiale.

“È difficile dire (se la stagione sarà scartato),” Trivella-Aliassime, che a 19 anni è il più giovane giocatore del mondo top 20, ha detto in una chiamata video.

“Sentiamo voci e ipotesi di ogni giorno, ma sono solo voci e ipotesi. Ovviamente spero di poter giocare.

“Ma è difficile per nessuno, qualunque sia la loro posizione o lo stato, per avere una chiara e concreta parere sul futuro della stagione.”

Trivella-Aliassime è stata spesa la blocco con la sua famiglia a Montreal, ma spera di essere in grado di viaggiare a Monaco il prossimo mese per riprendere l’allenamento.

L’adolescente aveva goduto di una forte inizio di stagione, raggiungendo due ATP finals, anche se ha perso entrambi a prendere la sua carriera da record in partite di campionato per cinque sconfitte da cinque.

“C’è un sacco di incertezza, domande,”, ha aggiunto. “Io cerco di fare con ciò che sappiamo, per il momento, non ci sarà un torneo prima metà di luglio.”

“Non ho un problema di motivazione, so dove voglio andare, quello che voglio lavorare. Davvero non ho dubbi. La difficoltà è la totale incertezza circa la concorrenza.”

Il dibattito ha imperversato nelle ultime settimane sul fatto che i migliori giocatori dovrebbero dare un aiuto finanziario durante il Covid-19 di arresto a quelle più basso in classifica.

Novak Djokovic ha detto che stava lavorando con Roger Federer e Rafael Nadal per organizzare gli aiuti per i giocatori che lottano per sbarcare il lunario, ma tre su tre Dominic Thiem ha detto di non “davvero non vedo perché dovrei dare i soldi”.

Trivella-Aliassime insiste sul fatto che ci sono i giovani sul secondo e terzo livello di tour degno di ricevere aiuti.

“E’ una buona idea. Ho controparti mia età che sono in partenza sul circuito, che lavora duro, ed è difficile per loro.

“Sarei davvero interessato a partecipare.”

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *