I gestori wireless statunitensi stanno consegnando caricabatterie telefonici agli ospedali per pazienti COVID-19


AT & T, T-Mobile e Verizon hanno stretto una collaborazione con iHeartMedia per consegnare migliaia di caricabatterie telefonici agli ospedali in modo che i pazienti COVID-19 possano caricare i loro telefoni. Le aziende doneranno quasi 40.000 caricabatterie telefonici, secondo il comunicato stampa di T-Mobile.

T-Mobile afferma di aver già donato 20.000 caricabatterie agli ospedali di Seattle, New York, Los Angeles, New Orleans e San Diego. Verizon afferma che sta fornendo migliaia di caricabatterie agli operatori sanitari di New York, Chicago, Los Angeles, Seattle, Boston, New Orleans, Detroit e Filadelfia e altro ancora. AT&T afferma che donerà migliaia di caricabatterie a "ospedali nelle città di tutto il paese che sono stati colpiti più duramente dal virus".

Gli sforzi di donazione da parte dei gestori wireless e iHeartMedia seguono il lavoro svolto da Locale comunità raccogliere caricabatterie telefonici per pazienti con COVID-19. I pazienti possono fare affidamento sui loro telefoni per rimanere in contatto con i propri cari durante le degenze ospedaliere, il che può richiedere ai pazienti di stare lontano dalle loro famiglie per lungo tempo. La durata media del ricovero in ospedale per i pazienti sopravvissuti a COVID-19 è da 10 a 13 giorni, secondo la Centri per il controllo delle malattie.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *