Henman turbata da Wimbledon critica



Inglese Tim Henman ha risposto alle critiche sulla sua mancata vittoria di Wimbledon, insistendo sul fatto che egli “ha dato tutto” e “orgogliosa” di ciò che ha realizzato, come un giocatore.

Henman ha portato il Britannico sfida all’All England Club per un decennio e ha raggiunto il torneo di semifinale in quattro occasioni, oltre a giocare la semifinale del roland garros e US Open e la vittoria del 2003 Masters di Parigi.

Eppure c’è stato un errore di tema tra regno UNITO gli appassionati di tennis e sezioni dei media che Henman carriera è stata una storia di occasioni mancate, come egli si avvicinò a breve in battaglie contro Pete Sampras e Lleyton Hewitt e quindi perdere un glorioso possibilità di raggiungere la finale a Wimbledon, che aveva perso un epico 2001 semi-finale contro Goran Ivanisevic.

Henman impressionante il risultato di mantenere una posizione nella top ten della classifica mondiale per un periodo di tempo prolungato e la più impressionante carriera di ogni Inglese nell’era open è spesso trascurato dalla fiera-meteo di tennis di osservatori che ha criticato il giocatore che ha vinto $11,635,542 un premio in denaro e stata una meravigliosa ambasciatrice per il gioco.

Eppure, quando si è chiesto se la critica che è venuto a modo suo era una fonte di fastidio, Henman ha detto che il suo più grande successo non può essere individuato da un solo gioco.

“Il successo è massimizzare il tuo potenziale e so che quello che ho messo nella mia carriera”, ha detto Tennis365. “Ho dato tutto quello che aveva e, pertanto, sono molto orgoglioso di quello che ho realizzato.

“C’era una critica, a volte, ma se vogliono dare più del 100 per cento, si sta combattendo una battaglia persa. Con impegno non ci sono grigi aree, devi dare il 100% e l’ho fatto.

“Quando sei un giocatore Inglese e sono impegnative per le grandi titoli e soprattutto a Wimbledon, o si vince o si perde. Non c’è in-tra. Io non sono mai stato interessato o disturbato da molte opinioni. Ascoltare la mia famiglia e gli allenatori che ho lavorato con e al di fuori di quel gruppo mi ha mai influenzato.”

Quando è stato chiesto di scegliere i giochi che spiccano di più nella sua carriera, Henman suggerisce tutti i suoi momenti migliori, è venuto a Wimbledon.

“Ho giocato quasi 800 partite in tour e così molti di più, quindi è difficile individuare uno”, ha aggiunto l’ex grande che ha una eredità a Wimbledon in forma di ‘Henman Hill”, dove gli appassionati si riuniscono per guardare le partite in Campionati di ogni anno.

“È sempre al centro di tutto Wimbledon e ci sono tre o quattro che spiccano. Il mio primo match sul campo centrale nel 1996 (Yevgeny Kafelnikov) era speciale e poi al Centro domenica Partita nel 1997 (contro Paul Haarhuis) è stato probabilmente l’atmosfera migliore che io abbia mai giocato e quindi del 2001, ovviamente, battendo Roger Federer dopo aver battuto Sampras e quindi perdere di Ivanisevic, nell’arco di tre giorni.

“Non ho nessun rimpianto e mentre io ancora ama il tennis, non mi manca di giocare o di viaggio coinvolti con essa. Ottenere il meglio dalla tua carriera è una conquista per chiunque in sport e certamente sento che ho fatto.”

– TEAMtalk media

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *