Newcastle, club di Premier League acquisizione prende geopolitica twist come BeIN media group pesa


BeIN, che detiene in esclusiva i diritti per la Premier League, in Medio Oriente e Nord Africa, ha scritto lettere separate per la Premier League e un numero di presidenti di club in luce di una proposta di acquisizione di Newcastle.

Le tre parti consorzio tentativo di prendere in consegna il club comprende Arabia Saudita, Pubblica di Fondi di Investimento (PIF), che è presieduto dal Saudita, il Principe ereditario Mohammed bin Salman.

In una lettera inviata da beIN CEO Yousef Al-Obaidly Premier League CEO Richard Maestri, Al-Obaidly allude al “ruolo diretto” l’Arabia Saudita ha avuto nel “lancio, promozione e funzionamento” del presunto pirata servizio di streaming beoutQ.

“Per noi è essenziale per la Premier League, per indagare il potenziale acquirente del club, tra cui tutti i dirigenti, funzionari e rappresentanti di la KSA PIF o altri Arabia saudita soggetti coinvolti o altrimenti fornire alcun finanziamento per l’acquisto,” ha detto la lettera.

“La nostra richiesta è puramente basato su Arabia Saudita è il passato e il presente furto di membro del club’ i diritti di proprietà intellettuale.”

Yousef al-Obaidly frequenta la Champions League tra PSG e lo Shakhtar Donetsk nel 2015.

BeoutQ non ha risposto a precedenti inviate richieste di commento da CNN sulle sue attività negli ultimi mesi.

La CNN ha tentato di contattare l’Arabia Ministero dei Media in relazione alla pirateria crediti, ma non ha ricevuto una risposta.

La Premier League ha rifiutato di commentare quando contattato dalla CNN.

In Premier League regolepotenziali nuovi proprietari del club hanno bisogno di passare l’organizzazione di onorabilità e di una persona di prova.

BeIN ha accusato beoutQ di strappare la sua alimentazione e sport il commento delle partite in diretta, in sostituzione di beIN logo con un beoutQ logo.

Un certo numero di altre leghe sportive, tra cui la NBA e l’US Tennis Association, i reclami con il governo statunitense lo scorso anno in relazione a beoutQ, sostenendo che trasmette illegalmente beIN copertura.

La Premier League ha accusato beoutQ di violazione di diritti di proprietà intellettuale “in modo sistematico e diffuso.”

Saudita, il Principe ereditario Mohammed bin Salman, è presidente del PIF sperando di poter comprare un interesse in Newcastle United.

La lega ha anche rilasciato una dichiarazione nel mese di luglio dicendo che aveva contattato nove studi legali in Arabia Saudita per ottenere un legale, che “o si è semplicemente rifiutato di agire per conto nostro o inizialmente accettato l’istruzione, solo in seguito a dimettersi se stessi”.

Le accuse di pirateria verrà dopo di Amnesty International ha accusato il PIF di “sportswashing” e l’utilizzo di Premier League come un “PR strumento per distrarre dal paese abissale in materia di diritti umani.”

La CNN ha fatto diversi tentativi per contattare l’Arabia saudita, i funzionari e il PIF in relazione alle critiche, da Amnesty international, ma non ha ricevuto una risposta.

Nel settembre del 2019, un Premier League rapporto beoutQ del pirata trasmissioni, “sono stati trasmessi utilizzando infrastruttura satellitare di proprietà e gestito da satelliti arabsat.”

Satelliti arabsat non ha risposto immediatamente alla CNN richiesta di commento.

Venerdì, regno UNITO legislatore Clive Betts invitato il governo a prendere provvedimenti.

“Il beoutQ la pirateria è un problema che dovrebbe essere una priorità per la regolamentazione circostante il Newcastle United acquisizione”, ha detto Betts, presidente della All-Gruppo Parlamentare di Calcio.

“Mentre la Premier League deve seriamente considerare qualsiasi potenziale conflitto tra la proprietà di una squadra di calcio e il presunto triennale furto di media inglese diritti, il futuro proprietario, il governo dovrebbe assumere un ruolo, non si siedono su una panchina.”

Oliver Dowden, il regno UNITO, il Segretario di Stato per il Digitale, la Cultura, Media e Sport”, ha detto all’inizio di questa settimana che è giù per la Premier League per gestire la questione.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *