Dyson afferma che il Regno Unito non ha bisogno del ventilatore sviluppato per i pazienti COVID-19


Dopo aver speso circa $ 25 milioni per il progetto, la società tecnologica britannica Dyson afferma che il governo del Regno Unito non ha bisogno del ventilatore sviluppato per aiutare a curare i pazienti COVID-19, Reuters segnalati. La società, nota soprattutto per i suoi aspirapolvere, ha dichiarato che il mese scorso aveva ricevuto un ordine dal governo britannico per 10.000 macchine per la respirazione e ne ha sviluppato uno chiamato CoVent.

Dyson era in attesa dell'approvazione normativa per la progettazione del CoVent, secondo quanto riferito costruito in 10 giorni utilizzando la tecnologia motoristica esistente dell'azienda. Il ventilatore portatile montato a letto è in grado di funzionare a batteria se necessario.

I ventilatori sono necessari per trattare i pazienti con COVID-19 in condizioni critiche, molti dei quali soffrono di gravi sintomi respiratori. Altre aziende, tra cui GM, Ford e Tesla, sono passate allo sviluppo di ventilatori nel corso delle ultime settimane con l'aumento della domanda di dispositivi.

James Dyson, il fondatore dell'azienda, ha dichiarato di non rimpiangere il tempo e le risorse impiegate nello sforzo del ventilatore. "Misericordiosamente non sono richiesti", ha detto in una nota aggiungendo, "Ho qualche speranza che il nostro ventilatore possa ancora aiutare la risposta in altri paesi, ma ciò richiede ulteriore tempo e indagini".

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *