Amazon dal 1 ° maggio imporrà nuove restrizioni alle ferie non retribuite per i magazzinieri


Amazon sta cambiando le sue politiche di congedo non retribuito a partire dal prossimo mese, secondo un rapporto da Bloomberg. Il 1 ° maggio, i dipendenti orari – la maggior parte dei quali sono tra i circa 250.000 magazzinieri che non possono lavorare da casa – devono richiedere un congedo non retribuito per continuare a stare a casa se non vogliono lavorare per paura sicurezza durante la pandemia COVID-19.

Durante la crisi del coronavirus, i lavoratori orari di Amazon nei suoi centri logistici e magazzini sono stati in grado di rimanere a casa senza pagare e conservare il lavoro. Per coloro che riferivano di lavorare e si ammalavano, o che venivano in contatto con qualcuno che era risultato positivo al virus, Amazon ha offerto due settimane di ferie retribuite.

"Se i membri del team non sono in grado o non sono disposti a lavorare per un turno programmato, possono utilizzare il tempo libero non retribuito illimitato per tutto il mese di aprile senza penalità e siamo di supporto se qualcuno sceglie di rimanere a casa", si legge Post sul blog originale di Amazon di marzo delineare le misure di sicurezza dei lavoratori.

Amazon ora afferma che i dipendenti devono iniziare a riferire per lavorare o richiedere un congedo, e i requisiti per il congedo includono avere una condizione di salute esistente o vivere con qualcuno che lo fa, la logica è che tali individui sono ad alto rischio di complicazioni dovute a COVID-10. Tutti gli altri dovranno riferire di lavorare, secondo Bloomberg.

Non è chiaro se i lavoratori che non hanno diritto a tale congedo ma che scelgono comunque di non presentarsi al lavoro saranno soggetti a licenziamento. La politica si applicherà tuttavia sia ai lavoratori a tempo parziale che a quelli a tempo pieno, Bloomberg rapporti. Amazon non ha risposto immediatamente a una richiesta di commento.

La società ha anche affermato che a marzo aumenterebbe i suoi salari orari di $ 2 l'ora per i lavoratori in Canada, Regno Unito, Stati Uniti e varie parti d'Europa. Ciò ha aumentato la retribuzione per i dipendenti orari da un minimo di $ 15 l'ora che la società ha arretrato nell'ottobre 2018 fino a $ 17. Oggi, Amazon ha annunciato una proroga di tale aumento temporaneo della retribuzione da fine aprile al 16 maggio. La società afferma che il costo dei suoi aumenti salariali è stimato in $ 700 milioni.

"Abbiamo esteso la retribuzione oraria aumentata di seguito indicata fino al 16 maggio. Stiamo anche estendendo la doppia retribuzione degli straordinari negli Stati Uniti e in Canada. Queste estensioni aumentano il nostro investimento totale in retribuzioni durante COVID-19 a quasi $ 700 milioni per i nostri dipendenti e partner orari ”, si legge in un aggiornamento al post del blog di Amazon sulle misure di sicurezza dei lavoratori pubblicate oggi.

"Inoltre, stiamo offrendo flessibilità con le opzioni di congedo per assenza, inclusa l'estensione della politica per coprire le circostanze di COVID-19, come le persone ad alto rischio o la chiusura delle scuole", continua l'aggiornamento. "Continuiamo a vedere una forte domanda in questo momento difficile e il team sta facendo un lavoro incredibile per i nostri clienti e la comunità".

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *