Gianluca Vialli dato via libera dal cancro al pancreas


Vialli, che ha giocato per la Sampdoria, Juventus e Chelsea, prima di prendere un giocatore di ruolo di manager con il Blues nel 1998, hanno decorato carriera a livello di club e rappresentato il suo paese più di 50 volte.

Inizialmente ha recuperato dal cancro dopo aver ricevuto il trattamento nel 2018, ma la malattia è tornato lo scorso anno.

“Sto bene,” il 55-anno-vecchio Vialli ha detto La Repubblica da Londra. “Nel mese di dicembre ho finito di 17 mesi di chemioterapia, un ciclo di otto mesi e l’altra di nove. È stato difficile, anche per qualcuno dura come me, sia fisicamente che mentalmente.

“I test hanno mostrato alcun segno di malattia. Sono felice, anche se devo dire che sotto il mio respiro per essere sul sicuro.

“Riconquistare la mia salute significa vedere me stesso nello specchio di nuovo, vedendo crescere i capelli, non avendo per disegnare le sopracciglia con una matita. Può apparire strano in questo momento (dell’epidemia), rispetto a tanti altri mi sento molto fortunata.”

Il cancro del pancreas è noto per essere una delle forme più aggressive della malattia, con un il tasso di sopravvivenza di circa il 5%.
Nonostante ritrovare la salute, Vialli, ha tenuto a ricordare coloro che in Italia la sofferenza in mezzo al coronavirus pandemia.

“Mi sento in colpa per non essere in Lombardia … penso a quelli portati in ospedale e costretti a morire da solo, i loro parenti non sono ammessi vicino in caso di contagio, funerali, che non può essere celebrata”, ha aggiunto.

“È terribile, una prova estrema, un tormento. Questa crisi lascerà enormi cicatrici sul paese; emozionale, morale ed economico cicatrici.”

L’italia è stata particolarmente colpita dal coronavirus; più di 150.000 casi sono stati registrati, secondo la Johns Hopkins University, e il blocco è stato estesa fino al 3 Maggio.

Vialli ha trascorso la maggior parte delle sue giornate a giocare con la parte italiana della Sampdoria negli anni 1980 e ‘ 90, dove ha vinto il titolo nazionale nel 1991 e tre in Coppa Italia titoli.

Gianluca Vialli è stato firmato con il Chelsea, prima di assumere un ruolo manageriale con il club.

Egli si trasferì alla Juventus nel 1992 e ha vinto la Champions League dopo quattro anni, prima di trasferirsi al Chelsea.

Sulla parte superiore del suo giocatore ruolo di manager con il Blues, ha continuato a gestire la squadra inglese del Watford.

A seguito della sua iniziale diagnosi di cancro, Vialli detto che si sentiva un senso di “vergogna”, a causa della malattia, aggiungendo che si sarebbe indossare un maglione sotto la camicia in modo che nessuno avrebbe notato il suo cambiamento fisico.

Attualmente ha un ruolo con la nazionale italiana, lavorando a fianco di capo allenatore ed ex Sampdoria compagno di squadra di Roberto Mancini.

Livia Borghese a Roma, ha contribuito a questo rapporto.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.