Tesla sta tagliando i salari e sta dando via libera ai lavoratori per "gestire i costi" durante la pandemia


A partire dal 13 aprile, Tesla sta tagliando la retribuzione per tutti i dipendenti stipendiati negli Stati Uniti e sta collocando lavoratori orari che non possono lavorare a casa durante la nuova pandemia di coronavirus in congedo non retribuito, secondo un'e-mail interna che è stata vista da The Verge.

I dipendenti stipendiati a livello di vicepresidente e superiori avranno una riduzione delle retribuzioni del 30 percento, secondo l'e-mail, che era segnalato per la prima volta da Electrek. Gli amministratori e oltre avranno una riduzione dei salari del 20 percento. Tutti gli altri riceveranno un taglio dello stipendio del 10% e Tesla ha affermato che i lavoratori al di fuori degli Stati Uniti vedranno "riduzioni comparabili". I tagli alle retribuzioni dureranno nel secondo trimestre finanziario, che termina a giugno.

Non è chiaro quanti lavoratori orari saranno messi in congedo non retribuito. Ma è probabilmente un numero significativo, poiché Tesla ha affermato che chiunque non può lavorare da casa e non ha ricevuto un "lavoro critico" da svolgere in una delle strutture dell'azienda sarà colpito dal furlough. Tesla impiega circa 50.000 persone in tutto il mondo.

Nell'e-mail non vi è alcuna menzione specifica del CEO Elon Musk. Musk, che ha sottovalutato la minaccia del coronavirus a marzo e ha twittato che il "panico" su di essa era "stupido" è stato alcuni anni in un piano di compensazione di $ 2,6 miliardi a Tesla, anche se in passato non ha accettato lo stipendio minimo richiesto dallo Stato .

Valerie Capers Workman, capo delle risorse umane del Nord America dell'azienda, ha dichiarato nell'e-mail che questi lavoratori riceveranno un avviso specifico via e-mail con "istruzioni aggiuntive su come richiedere le indennità di disoccupazione tramite la (loro) agenzia statale" e che "(f) o nella stragrande maggioranza dei dipendenti licenziati, le indennità di disoccupazione saranno all'incirca equivalenti alla normale retribuzione da portare a casa. " Rimarranno "dipendenti di Tesla (senza retribuzione)" durante la permanenza e manterranno le loro prestazioni sanitarie.

Tesla ha temporaneamente chiuso la fabbrica di auto elettriche in California il 23 marzo, insieme alla fabbrica di pannelli solari a New York. La compagnia ha già ridotto la sua forza lavoro presso il Nevada Gigafactory, dove produce batterie e alcune parti per il Modello 3, di "oltre il 75 percento".

Ma molti di quei lavoratori erano in congedo retribuito, almeno fino a quando non furono annunciati i nuovi tagli alle retribuzioni e i solchi. E Workman ha dichiarato nell'e-mail di martedì che la società non riprenderà la produzione nelle sue strutture statunitensi almeno fino al 4 maggio, che è la prima volta che i lavoratori licenziati saranno richiamati. (Attualmente l'ordine di soggiorno in California per la California viene eseguito fino al 3 maggio, ma può essere esteso.)

"Sappiamo che l'incertezza non è stata facile e stiamo facendo tutto il possibile per tenerti al sicuro e informato mentre navighi anche sui cambiamenti in tutto il mondo", ha scritto Workman nell'e-mail. I tagli alle retribuzioni e i solchi fanno parte di uno "sforzo più ampio per gestire i costi", ha detto. "Questo è un sacrificio condiviso in tutta l'azienda che ci permetterà di progredire in questi tempi difficili."

I tagli arrivano pochi giorni dopo che Tesla ha annunciato dati di vendita migliori del previsto per il primo trimestre del 2020, grazie in parte al nuovo Gigafactory in Cina, che è stato anche brevemente chiuso a febbraio. Quando Tesla annunciato la sospensione delle operazioni nelle fabbriche della California e di New York il mese scorso, la società ha citato la sua scorta di $ 6,3 miliardi in contanti e un recente aumento di $ 2,3 miliardi come motivo di rassicurazione per gli azionisti.

"Riteniamo che questo livello di liquidità sia sufficiente per superare con successo un lungo periodo di incertezza", ha scritto la società in quel momento.

Tuttavia, anche le case automobilistiche legacy stanno intraprendendo azioni simili mentre si dirigono verso quello che dovrebbe essere un secondo trimestre molto peggiore per le vendite di nuovi veicoli. Poche ore prima che l'e-mail di Workman uscisse, Nissan e Honda hanno annunciato decine di migliaia di operai ogni ora venivano messi da parte, aggiungendosi a un elenco crescente di persone che necessitavano di sussidi di disoccupazione sono già lunghi 10 milioni di nomi grazie al romanzo pandemia di coronavirus.

Ciao a tutti,

Grazie per il vostro costante impegno nei confronti di Tesla e della nostra missione durante questo periodo senza precedenti. Sappiamo che l'incertezza non è stata facile e stiamo facendo tutto il possibile per tenerti al sicuro e informato mentre navighi anche sui cambiamenti in tutto il mondo.

Mentre continuiamo a mantenere attive solo le operazioni minime critiche, prevediamo di riprendere la normale produzione presso le nostre strutture statunitensi il 4 maggio, salvo eventuali cambiamenti significativi. Fino a quel momento, è importante agire per garantire che restiamo sulla buona strada per raggiungere i nostri piani a lungo termine.

A partire da lunedì 13 aprile, stiamo implementando le seguenti azioni nell'ambito di uno sforzo più ampio per la gestione dei costi. Questo è un sacrificio condiviso in tutta l'azienda che ci consentirà di progredire in questi tempi difficili.

La retribuzione sarà temporaneamente ridotta per i dipendenti dipendenti.

Per i dipendenti statunitensi, queste riduzioni sono del 30% per i vice presidenti e oltre, del 20% per i direttori e oltre e del 10% per tutti gli altri.

Per i dipendenti non statunitensi, ci saranno anche riduzioni comparabili, di cui le specifiche saranno comunicate dal team di leadership locale in conformità con le leggi e i comitati aziendali locali.

Si prevede che queste riduzioni saranno in vigore fino alla fine del secondo trimestre

I dipendenti che non possono lavorare a casa e non sono stati assegnati a lavori critici in loco saranno licenziati.

In seguito, rimani un dipendente di Tesla (senza paga) e mantieni le tue prestazioni sanitarie. Non riferirai di lavorare fino al termine del ritiro e ti verrà richiesto di tornare dal management, che prevediamo essere il 4 maggio.

Nei prossimi giorni ti verrà inviato via email un avviso con ulteriori istruzioni su come richiedere l'indennità di disoccupazione tramite la tua agenzia statale.

Per la stragrande maggioranza dei lavoratori dipendenti, i sussidi di disoccupazione saranno all'incirca equivalenti alla normale retribuzione da portare a casa.

Alcuni dipendenti saranno assegnati a funzioni critiche e continueranno a riferire in loco. Tali dipendenti verranno comunicati direttamente dal loro manager o partner delle risorse umane.

Per il ciclo di revisione del merito:

Salari e adeguamenti della tariffa oraria verranno sospesi.

Anche i contributi in conto capitale saranno sospesi.

Se desideri usufruire di un congedo volontario di assenza, poiché alcuni hanno contattato per richiedere, ti preghiamo di discutere con il tuo manager e il partner delle risorse umane.

Continuiamo a monitorare attentamente la situazione e la nostra massima priorità è garantire la sicurezza dei nostri dipendenti. Come al solito, per coloro che sono sul posto, se si è malati o si sentono a disagio a lavorare, si prega di contattare il proprio responsabile e rimanere a casa.

Rispettiamo la tua decisione e non sarai penalizzato. Per domande relative alle risorse umane, contattare il proprio partner delle risorse umane o e-mail (indirizzo e-mail rimosso)

Grazie mille per tutto ciò che fate per garantire il successo della nostra azienda.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *