deserta durante il contenimento, un ponte crolla in Toscana, senza morti


Una fotografia trasmessa dai carabinieri, italiano, mercoledì, mostra il crollo del ponte di Aulla, in Toscana.
Una fotografia trasmessa dai carabinieri, italiano, mercoledì, mostra il crollo del ponte di Aulla, in Toscana. – / AFP

Un ponte è crollato nel nord Italia, mercoledì 8 aprile, secondo fonti ufficiali, in un ulteriore esempio del deterioramento dell’infrastruttura stradale italiana dopo il crollo assassino di un viadotto a Genova nell’estate del 2018.

Con una lunghezza di circa 300 metri, il ponte che attraversa il fiume Magra, “crollato su se stesso “, ha spiegato Roberto Valettini, il sindaco del vicino comune di Aulla, in media italiani. Di solito è molto occupato, non era di mercoledì, a causa delle misure di contenimento imposto dalla pandemia Covid-19, che ha contribuito a evitare una tragedia.

Articolo riservato ai nostri abbonati Leggi anche Il ponte di Genova, un progetto non è in esecuzione

La vittima di questo, “secondo le prime informazioni, solo lievi ferite “ha detto il ministero in un comunicato. Il ministro di Paola De Micheli ha chiesto una relazione dettagliata da parte dell’Anas, la società che gestisce questa strada dal 2018.

Allarmi sulla fragilità dal 2013

Questo incidente “è estremamente grave. I primi allarmi sulla stabilità del ponte risalgono al 2013, ma erano caduti nel vuoto. Più probabilmente a causa di una possibile chiusura del ponte sarebbe stato (…) un significativo impatto economico sul territorio “ha detto Deborah Bergamini, vicepresidente della commissione trasporti della Camera dei deputati e membro del partito Forza Italia di Silvio Berlusconi (centro-destra).

Articolo riservato ai nostri abbonati Leggi anche Quattro mesi dopo il crollo del ponte Morandi, Genova, tra il caos e la sopravvivenza

Secondo l’agenzia AGI, le segnalazioni di automobilisti si sono moltiplicati dopo l’ondata di maltempo all’inizio di novembre. L’infrastruttura di italiani sono noti per il loro stato di fatiscenza. Gran parte di loro, come ponti stradali, hanno più di 50 anni.

E ‘ stato il caso del viadotto di Genova, crollato nel mese di agosto 2018, facendo 43 morti. A Roma, gli esperti ricordano anche regolarmente la fragilità del ponte di la Magliana, sul fiume Tevere, in prestito ogni anno 20 milioni di veicoli.

Il Mondo con AFP

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.